Ignimbrite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Roccia magmatica

Ignimbrite
Ignimbrite.jpg
Categoria [[]]
Colore Grigio, Rosa

L'Ignimbrite è una roccia piroclastica effusiva compatta composta da riolite o dacite o a volte particolari condizioni geologiche possono far elutriare magmi a composizioni non compatibili con questo tipo di prodotti. È principalmente formata da frammenti granulati ignei di piccole dimensioni, con una medio-alta percentuale di ossidiana. A volte si può trovare anche del feldspato, sotto forma di piccoli fenocristalli di ortoclasio e frammenti litici.

Il colore spazia dal grigio scuro al grigio azzurrognolo. L'esposizione alle intemperie qualche volta può alterarne la colorazione verso un rosa pallido, probabilmente a causa dell'ossidazione del ferro, in esse contenuto.

Il termine ignimbrite ha il significato di roccia ardente proveniente da una nube di polvere. (dal latino, ignis (fuoco) , imber (pioggia)).

Genesi[modifica | modifica wikitesto]

L'ignimbrite ha origine da violente eruzioni vulcaniche a partire da frammenti e gas estremamente caldi, da una nube o flussi piroclastici, conosciuti anche come nubi ardenti, che creano strati di ceneri vulcaniche e che si fondono o si "saldano" in solida roccia. Il tufo e la cenere vulcanica, una volta "saldati" sono considerati sinonimi di ignimbrite.

A volte come conseguenza di una eruzione di ignimbrite si forma una caldera vulcanica; il magma, defluisce da una camera magmatica e la roccia soprastante non avendo più il supporto del magma finisce per collassare. I depositi di ignimbrite possono essere molto voluminosi e raggiungere fino a centinaia o persino migliaia di chilometri cubi di materiale.

Strati ignimbritici[modifica | modifica wikitesto]

Nei depositi ignimbritici, gli strati (o aree Ignimbritiche) vengono distinti in base a delle sovrapposizioni geologiche a geometria rettangolare. Le sovrapposizioni sono classificate con uno Schema di deposito ignimbritico, che comprende;

Le aree principali : lo Strato 1 (cristalli e litici) viene situato in basso a sinistra e sostiene di seguito lo Strato 2 verticale (piroclasti) che ha ai fianchi gli Strati 2a (particelle fini) e 2b (litici grossolani) ; questi ultimi sostengono superiormente lo Strato 3 (cenere fine) , naturale e superficiale[1].

Le aree centrali : nella area centrale vi è l'ampia zona costituita da scorie e sedimenti circolari, che sostiene la zona superficiale.

Le aree laterali : viene situato lateralmente a destra ed è lo strato ampio costituito dall'area basale rettangolare di " Ground Surge " , che ha al di sopra lo strato a granulometria fine seguito dallo strato a granulometria eterogenea (litici in basso e pomici in alto) . Quest'ultimo sostiene lo strato di ceneri fini originate da caduta e/o da flusso[2].

Abbondanza[modifica | modifica wikitesto]

L'ignimbrite si trova in tutte le aree vulcaniche con magma ad alto contenuto di silicio,cioè in eventi eruttivi esplosivi. In Italia è molto comune in Campania e nel comune di Biancavilla, dove si trova la Ignimbrite di Biancavilla-Montalto. È molto comune nella parte sud della Hunter Valley una regione situata nello Nuovo Galles del Sud, uno stato dell'Australia.
Nelle località di Martins Creek, Brandy Hill, Seaham (Boral) è presente un'attività estrattiva di questo materiale, mentre a Raymond Terrace, una miniera non più attiva, si può trovare una roccia sedimentaria risalente al Carbonifero (280-345 milioni di anni).
La si può inoltre trovare in Nuova Zelanda nella regione di Coromandel, dove dirupi di ignimbrite arancio-marrone solo la principale caratteristica del paesaggio.

Negli Stati Uniti si possono trovare enormi depositi di ignimbrite spessi centinaia di metri negli stati del Nevada, nello Utah e nel Colorado. Sono il risultato di enormi esplosioni avvenute da 40 a 25 milioni di anni fa, dovute a una estesa intrusione di magma nelle Montagne Rocciose.
Altre eruzioni di ignimbrite si sono verificate in Nevada 14 milioni di anni fa. Questo tipo di eruzioni, spesso sono di enorme portata ed emettono nell'atmosfera centinaia di kilometri cubi di materiale piroclastico.

In Italia, nella zona di S.Vincenzo (Livorno) si hanno interessanti formazioni di ignimbrite a cordierite.

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

Con l'ignimbrite si realizzano lastre di pietra utilizzabili per giardini e lastricati. Nella regione Hunter del Nuovo Galles del Sud l'ignimbrite viene utilizzata come eccellente aggregato per la costruzione di strade.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Note : talvolta questo strato del deposito ignimbritico consiste in livelli di ceneri con strutture tipiche denominate in "dune ", "lamine e ondulazioni"
  2. ^ Note: dal sito Vulcanologia dell 'Università di Roma, Le Ignimbriti - Sito web consultato nel dicembre 2010

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

The Mid-Tertiary Ignimbrite Flare-Up (Western US)