Ignazio Calvi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ignazio Calvi

Ignazio Calvi (Reggio nell'Emilia, 21 gennaio 1797Finale Emilia, 17 agosto 1872) è stato uno scacchista e compositore di scacchi italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver preso parte alle cospirazioni liberali a Modena e aver partecipato nel 1834 ad una spedizione militare dei Savoia fu costretto ad espatriare e si rifugiò a Parigi. Si mise in luce come forte giocatore nel famoso Café de la Régence, dove giocò diverse partite con Boncourt e Saint-Amant. Nel 1845 disputò un incontro con Kieseritzky, che terminò in parità (+7 –7 =1).

Collaborò con molti articoli alla rivista Le Palaméde, sulla quale pubblicò un Cours d'échecs, poi tradotto in inglese sul The Chess Player's chronicle. Il corso comprendeva diversi esercizi e problemi, molti dei quali composti da egli stesso. È stato il primo compositore di studi a trattare con una certa profondità la promozione a pezzo minore.

Nel 1848 tornò in Italia, dove partecipò alle campagne militari dell'esercito piemontese. Nel dicembre del 1849 giocò diverse partite con forti giocatori modenesi, vincendone la maggior parte: Discart (+10 –5 =2), Bonetti (+8 –8 =4), Luppi (+4 –0), Marchisio (+2 –0). Nel 1859 fu nominato comandante della piazzaforte di Firenze e poi fu addetto al quartier generale di Parma, comandato dal generale Zucchi. In agosto dello stesso anno fu nominato deputato della costituente modenese e in novembre aiutante maggiore, prima a Reggio Emilia e poi a Ferrara. Successivamente fu assegnato al tribunale militare di Napoli, dopo di che fu collocato a riposo col grado di maggiore. Ritornato a Finale Modenese (ora Finale Emilia), vi esercitò la professione di farmacista, oltre a ricoprire molte cariche pubbliche.

Uno studio di Ignazio Calvi[modifica | modifica sorgente]

Le Palaméde, 1846
a b c d e f g h
8
Chessboard480.svg
g7 pedone del bianco
h7 pedone del bianco
d6 pedone del bianco
e6 cavallo del nero
g5 alfiere del nero
a3 re del nero
e3 pedone del bianco
a2 pedone del nero
a1 re del bianco
d1 alfiere del bianco
8
7 7
6 6
5 5
4 4
3 3
2 2
1 1
a b c d e f g h
Il Bianco muove e vince

Questo è considerato uno dei primi studi in cui il tema della sotto-promozione è trattato
con una certa profondità.
Soluzione:   [1]












L' "Istituto d'istruzione Superiore Ignazio Calvi" (agrario e per geometri) di Finale Emilia è intitolato alla sua memoria.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Chicco, Porreca, Dizionario enciclopedico degli scacchi, Mursia 1971.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La versione originale fu rettificata dall'olandese De Feijter, che fece precedere la promozione iniziale a Cavallo.
       Soluzione: 1. g8=C Axe3 2. h8=A! Cd4 3. Ce7 Ad2 4. Cd5 e vince. Se invece 2. h8=D?, Cd4! con la minaccia 3. ...Cc2+ 4. Axc2 Ad4+
       5. Dxd4 stallo; se 3. Dh3? Cb3+ 4. Axb3 Ad4+ e patta.

Controllo di autorità VIAF: 74110993