Ignace Brice

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
1840: Ritratto di Hortense Poelaert (1815-1900), sposa di Eugène van Dievoet (1804-1858).

Ignace Brice (Bruxelles, 2 aprile 1795Saint-Josse-ten-Noode, 10 agosto 1866) è stato un pittore belga.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Apparteneva a una famiglia francese originaria di Saint-Venant, non lontana da Béthune, che il nonno, il pittore Pierre-François Brice (1714-1794), aveva lasciato per fare il pittore e il decoratore della Corte di Carlo Alessandro di Lorena.

Sposò a Bruxelles, il 25 agosto 1825, Hortense van Dievoet (1804-1854), nipote dello scultore Pierre van Dievoet e di Philippe van Dievoet, detto Vandive, orafo di Luigi XIV. Anche il figlio di Pierre-François Brice, Antoine (1752-1817), divenne pittore e incisore di talento, e professore nell’Académie royale des Beaux-Arts di Bruxelles e fu il padre di Ignace.

Ignace Brice fu prima allievo del padre, poi studiò all’Accademia di Bruxelles e subì un forte influsso da Jacques Louis David, esule a Bruxelles. Succedette al padre nell’insegnamento accademico ed espose in più occasioni a Bruxelles, a Gand, Anversa e Amsterdam. Egli figura anche tra i fondatori della Société des Beaux-arts di Bruxelles.

Pittore di genere, fu anche buon ritrattista e disegnatore di talento: il suo stile è sobrio e classico e, oltre all’influsso di David, fa a volte pensare ai pittori di Port-Royal del XVII secolo.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Ritratto di signora, attribuito a Ignace Brice, 1820
  • Sacra Famiglia e angeli, 1818, Bruxelles, Centre Public d'aide sociale
  • La cuoca e il mercante di volatili, 1827, Rijksmuseum, Amsterdam
  • Giovane signora in giardino con la figlia, 1842
  • Ritratto di Louis-Xavier Gomand
  • Ritratto di Jean-Louis van Dievoet,
  • Ritratto di Henri Joseph Meeûs
  • Il prestigiatore
  • Ritratto di Hortense Poelaert (1815-1900), sposa di Eugène van Dievoet (1804-1858), 1840.
  • Ritratto di Adrien Joseph Eugène Oorlof.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Paul De Zuttere, Les Brice, peintres à Bruxelles aux XVIIIe siècle et XIXe siècles, in «L'Intermédiaire des Généalogistes», Bruxelles, n° 190, 1977
  • Paul De Zuttere, Contribution à l'œuvre des peintres Antoine et Ignace Brice, in «L'Intermédiaire des Généalogistes», Bruxelles, n° 345, 2003

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 95966412