Ifigenia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Disambigua compass.svg A questo titolo corrispondono più voci, di seguito elencate.
Questa è una pagina di disambiguazione; se sei giunto qui cliccando un collegamento, puoi tornare indietro e correggerlo, indirizzandolo direttamente alla voce giusta. Vedi anche le voci che iniziano con o contengono il titolo.

Ifigenia (pronuncia: Ifigenìa) è un nome greco che si riferisce alla figura mitologica della figlia di Agamennone e Clitennestra, la cui storia ha ispirato artisti di ogni campo e astronomi che hanno usato nomi dell'ambito mitologico per classificare oggetti celesti.

Mitologia[modifica | modifica sorgente]

Troviamo per la prima volta la figura di Ifigenia nell'Agamennone di Eschilo, una delle tre tragedie dell'Orestea. Inoltre, un episodio della sua storia, riguardante precisamente il suo sacrificio in Aulide, fu descritto anche da Lucrezio, autore latino del I secolo a.C.

Onomastica[modifica | modifica sorgente]

  • Ifigenia - Nome proprio femminile italiano.

Astronomia[modifica | modifica sorgente]

Arte[modifica | modifica sorgente]

Dal mito di Ifigenia sono state tratte numerose opere artistiche in ogni campo e di ogni tipo; numerossissime le Ifigenia in Tauride e Ifigenia in Aulide.

Letteratura[modifica | modifica sorgente]

Musica[modifica | modifica sorgente]

Pittura[modifica | modifica sorgente]

Scultura[modifica | modifica sorgente]

Ifigenia occupa un posto importante nell'iconografia delle arti plastiche figurando in bassorilievi classici:

Cinema[modifica | modifica sorgente]