Idra (astronomia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Idra
(Plutone III)
(134340 Pluto III)
Plutonian system.jpg
Satellite di Plutone
Scoperta 15 giugno 2005
Scopritori Pluto Companion
Search Team
Parametri orbitali
(all'epoca J2000)
Semiasse maggiore (64 780 ± 90) km
Circonf. orbitale 407 000 km
Periodo orbitale 38,206 giorni
Inclinazione rispetto
all'equat. di Plutone
0,22 ± 0,12°
Eccentricità 0,005 ± 0,001
Dati fisici
Diametro medio 110-160 km
Massa
<5 × 1018 kg
Temperatura
superficiale
33 K (−240 °C) (min)
44 K (−229 °C) (media)
55 K (−218 °C) (max)
Pressione atm. nulla
Albedo 0,04-0,35

Idra è un satellite naturale di Plutone scoperto il 15 giugno 2005 grazie all'analisi di fotografie scattate dal telescopio spaziale Hubble nel maggio dello stesso anno. Il suo nome deriva da quello dell'Idra, il mostruoso serpente policefalo che secondo la mitologia greca era a guardia dell'Oltretomba. Il satellite era precedentemente noto attraverso la designazione provvisoria S/2005 P 1.

Il satellite orbita attorno al baricentro del sistema plutoniano sullo stesso piano orbitale di Caronte e di Notte, ad una distanza di circa 65 000 km; a differenza degli altri satelliti, tuttavia, possiede un'orbita lievemente eccentrica. Il suo periodo orbitale, pari a 38,2 giorni terrestri, è prossimo ad una risonanza di 1:6 con quello di Caronte; lo scarto è di appena lo 0,3%. Si ritiene che la causa della discrepanza sia una fluttuazione periodica del campo gravitazionale del sistema Plutone-Caronte dovuto alle diverse configurazioni spaziali dei due corpi.

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

L'individuazione di Idra, assieme a quella di Notte, risale al giugno 2005, grazie ad un'analisi delle immagini catturate dal telescopio spaziale Hubble condotta dal Pluto Companion Search Team. Le fotografie che permisero la scoperta furono scattate il 15 e il 18 maggio 2005; Max Mutchler individuò per primo i satelliti il 15 giugno, e la scoperta, dopo successive verifiche, fu annunciata al pubblico il 31 ottobre 2005.

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Sebbene non siano disponibili misure precise, si ritiene che le dimensioni di Idra possano variare da un minimo di 44 km (se la sua albedo è pari a quella di Caronte, ovvero circa 0,35) ad un massimo di 130 km (se l'albedo rasenta i valori caratteristici degli oggetti della fascia di Kuiper, nell'ordine di 0,04).

Le immagini scattate nel maggio 2005 mostrano una luminosità maggiore di circa il 25% rispetto a quella di Notte; di conseguenza, assumendo arbitrariamente che i due oggetti abbiano la medesima albedo, si ritiene che quest'ultimo satellite sia relativamente più piccolo. Piccole variazioni nella magnitudine apparente di Idra sono state imputate alla presenza di formazioni geologiche differenziate sulla sua superficie. A differenza di Plutone e di Notte, tipicamente rossastri, si ritiene che la superficie del satellite sia relativamente grigia (entrambi i colori sono relativamente comuni per gli oggetti della fascia di Kuiper).

La presenza di marcate differenze cromatiche sembra deporre a sfavore della teoria secondo cui il sistema plutoniano si sarebbe originato da un grande impatto.

Esplorazione di Idra[modifica | modifica sorgente]

La sonda New Horizons raggiungerà nel 2015 il sistema di Plutone.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Satelliti naturali di Plutone Il sistema di Plutone
Componenti del sistema: CaronteStigeNotteCerberoIdra
Voci correlate: PlutoneEsplorazione di Plutone
Stub astronomia.png Questo box:     vedi · disc. · mod.
Asteroidi del sistema solare L'asteroide 951 Gaspra
Pianeti nani CererePlutoidi: Plutone ( ) · Haumea ( ) · Makemake · Eris ( )
Raggruppamenti asteroidali VulcanoidiNEA (Apollo · Aten · Amor) • Fascia principale • Planetosecanti (Mercurio · Venere · Terra · Marte · Giove · Saturno · Urano · Nettuno) • Troiani (della Terra · di Marte · di Giove · di Nettuno) • CentauriTNO (Fascia di KuiperPlutini · Cubewani · Twotini – · Disco diffuso) • Gruppi e famiglie (Famiglie collisionali)
Classi spettrali Tholen: B · F · G · C · S · X · M · E · P · A · D · T · Q · R · VSMASS: C · B · S · A · Q · R · K · L · X · T · D · Ld · O · V
Altro Asteroidi principaliLista completaSatelliti asteroidaliAsteroidi binariFamiglie asteroidali
Stub astronomia.png Questo box:     vedi · disc. · mod.
sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare