Idalio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Template-info.svg

Coordinate: 35°00′55″N 33°25′26″E / 35.015278°N 33.423889°E35.015278; 33.423889 Idalio (in greco antico: Ιδάλιον, Idàlion; in fenicio: אדיל, 'dyl) era una antica città dell'isola Cipro, una delle dieci città-stato di Cipro, i cui resti si trovano nei pressi dell'odierna Dali, a sud-est della capitale Nicosia e a nord ovest di Cizio (l'odierna Larnaka).

Storia[modifica | modifica sorgente]

Iscrizione in sillabario cipriota trovata a Idalio

Idalio è stato uno dei dieci regni ciprioti elencati in una tavoletta che riporta i regni che, pur avendo un re autonomo, versavano tributi al re assiro Asarhaddon (680-669 a.C.)[1][2]. Passò poi sotto il dominio della città fenicia di Cizio (odierna Larnaka) attorno al 470 a.C., e infine ai Tolomei nel 312-311 a.C. Fu distrutta da un terremoto e non esisteva più già ai tempi di Plinio il vecchio (I secolo d.C.)[3].

Vi era un tempio dedicato al culto di Afrodite molto famoso (Afrodite Idalia)[4]. Nei pressi di Idalio fu rinvenuta una grande tavoletta di bronzo con lunghe iscrizioni su entrambi i lati datata 480-470 a.C., scritta in un dialetto molto vicino a quello degli ellenici[5][6].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Mario Liverani, Antico Oriente: Storia, società, economia, Roma;Bari: Laterza, 1991, ISBN 88-420-3842-3
  2. ^ Sir Ernest Alfred Wallis Budge, The history of Esarhaddon (son of Sennacherib) king of Assyria, «The Names of the Twenty-two Kings», London: Trübner and co, 1880, pp. 104-108 (pdf).
  3. ^ Della storia naturale di C. Plinio Secondo libri XXXVII; traduzione di M. Lodovico Domenichi emendata per la prima volta secondo il testo latino con l'aggiunta di un nuovo indice generale, Venezia: Antonelli, 1844, Libro V, cap. XXXV, p. 248 (Google libri)
  4. ^ «Idalium». In: William Smith, A new classical dictionary of Greek and Roman biography, mythology and geography: partly based upon the Dictionary of greek and roman biography and mythology, London: Harper & Brothers, 1855, p.390 (Google libri)
  5. ^ Vedi: Sillabario cipriota
  6. ^ John Chadwick, Linear B and related scripts, London: published for the Trustees of the British Museum by British Museum Publications, 1987, ISBN 0714180688

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]