Icosteus aenigmaticus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Icosteus aenigmaticus
Ragfish.png
Forma giovanile (in alto) e adulto
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Acanthopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Icosteoidei
Famiglia Icosteidae
Genere Icosteus
Specie I. aenigmaticus
Nomenclatura binomiale
Icosteus aenigmaticus
Lockington, 1880

Icosteus aenigmaticus Lockington, 1880 è un pesce d'acqua salata, unico rappresentante del genere Icosteus[1], della famiglia Icosteidae e del sottordine Icosteoidei [2].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa nell'area settentrionale del Pacifico boreale, dal Giappone alla California. Gli esemplari giovani vivono vicini alla superficie, gli adulti prediligono i fondali.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Un adulto pescato in Alaska

Adulti e giovani hanno un aspetto così diverso tanto da essere scambiati, in passato, per due specie diverse, e così descritte.
I giovani presentano un corpo allungato e robusto, compresso ai fianchi, con testa piccola e profilo dorsale e ventrale prominenti e convessi. Le pinne sono robuste e arrotondate, la pinna dorsale e quella anale sono alte e ampie, le pinne ventrali sono piccole; la livrea giovanile ha fondo rosa-marroncino con piccole screziature nere semitrasparenti su dorso, testa e radice della pinna anale. Gli adulti sono più snelli, molto compressi ai fianchi, con corpo più allungato e profili più orizzontali, come una punta di lancia. Le pinne sono piccole, dorsale e anale sono sottili e basse. Il peduncolo caudale è più allungato, la pinna caudale a mezzaluna. Assenti le pinne ventrali e le scaglie. La livrea prevede un fondo rosato, più o meno scuro, con chiazze e aree color ruggine-bruno.
Raggiunge una lunghezza massima di 213 cm.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Si riproduce in inverno e in estate, deponendo fino a 430.000 piccole uova giallo-arancio.

Predatori[modifica | modifica sorgente]

È preda abituale dei capodogli.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

I. aenigmaticus si nutre di pesci, meduse, molluschi (polpi e calamari).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ FishBase: scheda I. aenigmaticus. URL consultato il 29 dicembre 2013.
  2. ^ FishBase: famiglia Icosteidae. URL consultato il 29 dicembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci