Icadyptes salasi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Icadyptes salasi
Stato di conservazione: Fossile
Periodo di fossilizzazione: Eocene
Icadyptes BW.jpg
Un'immagine dell'Icadyptes salasi
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda amniota
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Ordine Sphenisciformes
Famiglia Spheniscidae
Sottofamiglia Palaeeudyptinae
Genere Icadyptes
Specie Icadyptes salasi
Nomenclatura binomiale
Icadyptes salasi
Clarke, 2007[1]

L’icadipte (Icadyptes salasi) è un pinguino estinto, vissuto nell’Eocene superiore (circa 36 milioni di anni fa). I suoi resti fossili sono stati ritrovati in Perù.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Alto circa un metro e mezzo, questo pinguino era ben più grande delle specie attuali; un’altra importante differenza era data dal becco, che era insolitamente lungo e acuminato, simile a quello di un airone. Gli studiosi ritengono che questo tipo di becco fosse una caratteristica ancestrale a tutti i pinguini primitivi, e che sia andata perduta nel corso della loro evoluzione. L’icadipte è uno dei più grandi pinguini mai scoperti, inferiore solo ad Anthropornis e a Palaeeudyptes in quanto a statura.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

I resti fossilizzati di questo pinguino sono stati ritrovati nel deserto costiero del Perù, insieme a quelli di altri pinguini estinti (tra cui Perudyptes devriesi, alto quanto l’odierno pinguino reale).

Sembra che questi pinguini preferissero i climi caldi rispetto alle latitudini fredde delle specie attuali. Solo pochi pinguini odierni, come il pinguino del Capo e il pinguino delle Galapagos, vivono in un clima simile. La scoperta dei fossili di Icadyptes e di Perudyptes ha portato a riconsiderare la diffusione e l’evoluzione dei pinguini: fino a quel momento, infatti, gli scienziati ritenevano che i pinguini si fossero evoluti nei pressi del polo Sud e in Nuova Zelanda, e si fossero spostati verso l’Equatore solo intorno a 10 milioni di anni fa. Con la scoperta di Icadyptes è risultato chiaro che questi uccelli si erano adattati a un clima caldo almeno trenta milioni di anni prima.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Clarke, Julia A., Daniel T. Ksepka, Marcelo Stucchi, Mario Urbina, Norberto Giannini, Sara Bertelli, Yanina Narváez, and Clint A. Boyd, Paleogene equatorial penguins challenge the proposed relationship between penguin biogeography, body size evolution, and Cenozoic climate change in Proceedings of the National Academy of Sciences, vol. 104, 29 giugno 2007, p. 11545, DOI:10.1073/pnas.0611099104. URL consultato il 10 novembre 2008.