Ibn Idhari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Ibn ‘Iḏârî, al secolo Abū al-Abbas Ahmad ibn Muhammad ibn Idhāri al-Marrākushi (in arabo: أبو العباس أحمد ابن عذاري المراكشي), vissuto tra il fine del XIII secolo e l'inizio del XIV, fu uno scrittore medievale marocchino.

Ibn ‘Iḏârî scrisse nel 1312 il Al-Bayan al-Mughrib, un'importante opera storico-geografica medievale sul Magreb e la Penisola iberica[1].

Al-Bayan al-Mughrib è particolarmente importante in quanto costituisce l'unica fonte storica del periodo anche per i riferimenti e gli estratti che fa di altre opere andate perdute.

Si conosce poco della vita di Ibn Idhari tranne il fatto che nacque in Al-Andalus e visse a Marrakech.

Storiograficamente, Ibn ‘Iḏârî rientra nella Scuola contrariformista berbera,[2] il cui obbiettivo principale era giustificare il dominio berbero in Al-Andalus dopo la dominazione visigota.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il nome dell'opera è stato dato da Dozy, Colin and Levi-Provençal, gli editori del testo arabo.
  2. ^ Islam Y Al-Andalus: Yia.Lm

Bibliografía[modifica | modifica sorgente]

  • Ahmed Siraj: L'Image de la Tingitane. L'historiographie arabe medievale et l'Antiquite nord-africaine. École Française de Rome, 1995. ISBN 2-7283-0317-7.
  • N. Levtzion & J.F.P. Hopkins, Corpus of early Arabic sources for West African history, Cambridge University Press, 1981, ISBN 0521224225 (reprint: Markus Wiener, Princeton, 2000, ISBN 1-55876-241-8.
  • El emirato de Muhammad I en el "Bayân al-Mugrib di Ibn 'Idârî Juan Antonio Souto Lasala Anaquel de estudios árabes, Nº 6, 1995. ISSN 1130-3964.
  • El 'por menor' en la historiografía: los "Nuevos fragmentos" de al Bayan al-Mugrib y la caída de los Banu Zuhr Rosa Kuhne Brabant Anaquel de estudios árabes, Nº 14, 2003. ISSN 1130-3964.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]