Iberochondrostoma lemmingii

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Iberochondrostoma lemmingii
Immagine di Iberochondrostoma lemmingii mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Ittiopsidi
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Neopterygii
Infraclasse Teleostei
Superordine Ostariophysi
Ordine Cypriniformes
Superfamiglia Cyprinoidea
Famiglia Cyprinidae
Genere Iberochondrostoma
Specie P. lemmingii
Nomenclatura binomiale
Iberochondrostoma lemmingii
Steindachner, 1866
Sinonimi

Chondrostoma lemmingii, Rutilus lemmingii

Areale

Mapa Chondrostoma lemmingii.png

Iberochondrostoma lemmingii, noto in italiano come pardilla è un pesce d'acqua dolce della famiglia Cyprinidae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di una specie endemica della Penisola Iberica sudoccidentale, nei bacini dei fiumi Tago, Guadiana, Odiel, Guadalquivir e Douro.

Vive nel tratto medio dei fiumi, in ambienti con corrente modesta e fondali coperti di vegetazione acquatica.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Questa specie ha sagoma affusolata simile a quella dell'alborella, con bocca piccola priva delle labbra cornee tipiche del genere Chondrostoma. Ha l'occhio visibilmente più piccolo della congenere boga portoghese.

La colorazione è argenteo-brunastra con una fitta punteggiatura scura su dorso e fianchi (che può mancare).

Misura fino a 12 cm di lunghezza.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Si riproduce in primavera. Si nutre di alghe e plancton.

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

Le popolazioni si sono ridotte negli anni a causa dell'eccessivo prelievo idrico, dell'inquinamento e dell'introduzione di specie aliene.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Cornol (CH) Kottelat M., Freyhof J., Handbook of European Freshwater Fishes, Publications Kottelat, 2007, ISBN 978-2-8399-0298-4.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Iberochondrostoma lemmingii in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci