I tre investigatori

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I tre investigatori è una serie di romanzi gialli per ragazzi, editi dalla Arnoldo Mondadori Editore dai primi anni settanta ai primi anni ottanta, facenti parte della collana Il giallo dei ragazzi, al pari di altre serie come gli Hardy Boys, Nancy Drew, I Pimlico Boys, Rossana, Marcello e Andrea.

Caratteristica di quasi tutti i romanzi della serie è quella di mescolare la storia gialla con elementi soprannaturali, che, a seguito di indagini dei protagonisti, vengono svelati come messe in scena perfettamente razionali, poste in essere dal colpevole di turno.

Si tratta dunque di meccanismi noti al pubblico dei più giovani per essere tipici delle storie di Scooby Doo (anche se nei romanzi non sempre si parla di "fantasmi"), i quali a propria volta risultano debitori dei modelli classici di Arthur Conan Doyle e, soprattutto John Dickson Carr.

Gli autori[modifica | modifica sorgente]

La serie di libri, già apparsa negli Stati Uniti, era presentata dal noto regista Alfred Hitchcock, il quale non solo curava la prefazioni dei singoli volumi, ma vi compariva saltuariamente come personaggio, ancorché secondario. Il noto regista inglese figura, formalmente, come autore in copertina, ma nella quarta di copertina di ogni romanzo viene indicato l'effettivo autore della storia.

L'originario autore della serie ed ideatore dei singoli personaggi fu, in realtà, lo scrittore statunitense Robert Arthur (1909-1969), al quale si aggiunsero, dopo la sua morte, altri autori, come William Arden, Nick West, Mary V. Carey.

I personaggi principali ed i luoghi[modifica | modifica sorgente]

I tre investigatori sono degli adolescenti californiani, Jupiter Jones, capo indiscusso del gruppo, grassottello, molto acuto e intelligente, Pete Crenshaw, alto e atletico, spesso utilizzato per missioni e indagini sul campo, e Bob Andrews, l'intellettuale del terzetto, spesso dedito a ricerche d'archivio.

Quasi tutte le storie si svolgono nell'immaginaria località di Rocky Beach, piccola cittadina sulla costa della California, situata nei pressi di Hollywood, con qualche incursione in altre zone degli Stati Uniti, come il Nuovo Messico.

Ben caratterizzata è la base operativa del terzetto, situata all'interno della Bottega del Recupero dello zio di Jupiter Jones - Titus Andronicus Jones - in una roulotte nascosta fra merci di ogni genere.

Successo di pubblico e critica[modifica | modifica sorgente]

I romanzi della collana ebbero ottimi riscontri commerciali in Italia, con larga diffusione presso le fascia di lettori più giovani.

La collana ebbe analogo successo in Germania, dove, negli anni ottanta e novanta, sono state scritte ulteriori storie apocrife de I tre investigatori, addirittura con trasposizioni televisive e cinematografiche.

I titoli[modifica | modifica sorgente]

  • Il castello del terrore
  • Il pappagallo balbuziente
  • Il tesoro scomparso
  • Il fantasma verde
  • La mummia sussurrante
  • L'isola dello scheletro
  • L'orologio che urla
  • Il drago raffreddato
  • Il teschio parlante
  • La caverna del diavolo
  • Il principe e il ragno
  • L'amuleto d'oro
  • Il gatto sciancato
  • L'occhio di fuoco
  • L'aquila scarlatta
  • Il leone nervoso
  • Il canto del serpente
  • Una strana eredità
  • Il diario del marinaio
  • Il mostro della montagna
  • Lo specchio incantato
  • Gli indovinelli del morto
  • Il cane invisibile
  • La miniera abbandonata
  • Il diavolo danzatore
  • La spada del conquistatore
  • Il bosco delle streghe
  • Un sosia per Jupiter
  • Le formiche guerriere
  • Duello sotto il mare

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

  • The Three Investigators and the Secret of Skeleton Island - Austria(2007)
  • I 3 investigatori e il castello del terrore

The Three Investigators and the Secret of Terror Castle, Germania, 2009, Avventura, durata 97'] Regia di Florian Baxmeyer Con Chancellor Miller, Nick Price, Cameron Monaghan, James Faulkner, Anette Kemp, Jonathan Pienaar, Ron Smerczak, Martin Le Maitre, Catherine Cooke, Julia Bremermann