I quattro figli di Aimone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I quattro figli di Aimone (titolo originale Les quatre fils Aymon) è un racconto francese del XIII secolo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nota anche con il titolo di Rinaldo di Montalbano (Renaud de Montauban), narra delle avventure di 4 cavalieri Rinaldo, Alardo, Guicciardo, e Riccardo, essi erano i figli del duca di Aimone (o Amone nella tradizione cavalleresca italiana). Sono costretti a fuggire per la morte di Bertolai, nipote di Carlo Magno.

I quattro fratelli trovano riparo presso Yon, re di Guascogna, ma da lui vengono traditi. Qui vengono attaccati dalle forze nemiche. Grazie al cavallo di Rinaldo (Baiardo) e al mago Malagigi, riescono a catturare lo stesso Carlo Magno. L’ultimo attacco fu sostenuto a Trémoigne (Dortmund) e poi si giunse alla pace. Solo Rinaldo continuò la sua lotta nella Terrasanta, morendo a Colonia, venendo poi considerato santo a Trémoigne.

Rappresentazioni[modifica | modifica wikitesto]

Esistono numerosi manoscritti del XIII e XIV secolo che testimoniano tale canzone, successivamente nel secolo XV l'opera venne adattata in prosa; da una di esse deriva il romanzo cavalleresco.