I magici piedini di Franny

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg

I magici piedini di Franny (Franny's Feet nell'originale inglese) è un cartone animato canadese per bambini in età pre-scolare prodotto dalla DHX Media/Halifax Film, creato da Cathy Moss e Susan Nielsen. È stato mandato in onda su Family Channel

Il cartone animato è concepito per insegnare ai bambini l'interesse di esplorare per la prima volta un luogo o una situazione. È stato elogiato dalla critica negli Stati Uniti e in Canada ed è stato onorato come un Prodotto eccezionale del 2006 da iParenting Media Awards.

Nel 2009 è stato realizzato un lungometraggio intitolato Franny's Feet: Arctic Antics.

Caratteristiche e trama[modifica | modifica sorgente]

Frances "Franny" Fantootsie è una bambina di 4 anni che ogni giorno va a visitare il nonno nella sua bottega di calzolaio in mezzo ai grattacieli della industriosa Vancouver. Quando entra un cliente Franny si avvicina al bancone ed ascolta il problema della persona, quindi prende le scarpe da riparare e, non vista, le infila. Così facendo viene catapultata in un posto del mondo attinente con le scarpe indossate: un paio di sandali la portano in Giamaica, un paio di scarponi da sci tra i ghiacci dell'Alaska e così via. Qui Franny vive un'avventura con un nuovo amico (bambini come lei o animali) e, al ritorno alla realtà, trova dentro le scarpe un ricordo (un tesoro) che riporrà nella sua scatola delle scarpe contenente tutti questi oggetti. L'episodio termina con Franny che, ricordando l'avventura trascorsa con l'incredulo nonno, si renderà conto di aver imparato qualche cosa nuova.

Il cognome Fantootsie di Franny e del nonno deriva dall'unione di due termini inglesi: Fantastic e Tootsie, una parola che nello slang americano indica i piedi.

Nella terza e quarta serie Franny viaggia con le scarpe cambiandosi anche d'abito, al contrario di quanto avveniva nelle prime serie, indossando un costume tipico del luogo in cui la porta la sua fantasia, in particolare visita alcuni Paesi del mondo (tra cui l'Italia) e ne scopre usi e costumi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

animazione Portale Animazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di animazione