I giorni del cielo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I giorni del cielo
Giorni del cielo 01.jpg
Una scena del film
Titolo originale Days of Heaven
Lingua originale inglese, italiano
Paese di produzione USA
Anno 1978
Durata 94 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,85:1
Genere drammatico
Regia Terrence Malick
Soggetto Terrence Malick
Sceneggiatura Terrence Malick
Produttore Bert Schneider, Harold Schneider
Produttore esecutivo Jacob Brackman
Casa di produzione Paramount Pictures
Fotografia Néstor Almendros, Haskell Wexler
Montaggio Billy Weber
Musiche Ennio Morricone
Scenografia Jack Fisk
Costumi Jerry R. Allen, Patricia Norris
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« Certi hanno bisogno di più di quello che hanno e altri hanno di più di quello che gli serve. »
(Linda)
« Nessuno è perfetto. Al mondo non c'è mai stata una persona perfetta. Ognuno di noi è mezzo diavolo e mezzo angelo. »
(Linda)

I giorni del cielo è un film del 1978 scritto e diretto da Terrence Malick.

Presentato in concorso al Festival di Cannes 1979, ha conquistato il premio per la miglior regia.[1] Nominato ai Premi Oscar in quattro categorie tecniche, ha vinto quello per la migliore fotografia. Dopo questo film Terrence Malick è tornato a girare a distanza di 20 anni con La sottile linea rossa. Nel 2007 è stato scelto per essere conservato nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.[2]

Trama[modifica | modifica sorgente]

1916. Bill, un manovale di Chicago, scappa con la sorella minore Linda e la sua ragazza Abby dopo aver ucciso accidentalmente un uomo. Per evitare le domande della gente Bill e Abby fingono di essere fratello e sorella. Dopo un lungo viaggio giungono in Texas dove trovano lavoro come braccianti agricoli in una vasta piantagione di grano. Chuck, il proprietario terriero ha un male incurabile e i medici credono che non gli resti più di un anno di vita, quando s'innamora di Abby e le chiede di sposarlo Bill la spinge ad accettare la proposta in modo da poter ereditare le sue ricchezze dopo la morte. Inaspettatamente però la salute del proprietario migliora, Bill vede così il suo piano andare in fumo; inoltre Chuck inizia a sospettare qualcosa. Tutto ciò comincia a creare tensione nella casa dove vivono tutti insieme. Un giorno il campo viene invaso dalle locuste e nella notte un incendio distrugge tutta la piantagione. Chuck prende una pistola e va da Bill, ma Bill lo uccide dandosi poi alla fuga insieme a Abby e Linda. Qualche giorno dopo però vengono trovati dalla polizia e Bill muore in una sparatoria. Abby porta Linda in un collegio, la saluta e inizia una nuova vita. Linda poi scappa dal collegio e s'incammina lungo i binari del treno insieme ad un'amica conosciuta nella fattoria.

Location[modifica | modifica sorgente]

Il film è stato girato in Canada, in diverse località dell'Alberta.

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

I titoli di testa scorrono col commento musicale di Acquario, sezione de Il carnevale degli animali di Camille Saint-Saëns[3], la stessa composizione ritorna durante il film con alcune variazioni sull'arrangiamento del tema principale, concepite da Ennio Morricone[4]. Quest'ultimo ha scritto la maggior parte del resto della colonna sonora escluso i brani Enderlin (composto ed eseguito da Leo Kottke[3]) e Swamp Dance (ad opera del cantautore cajun Doug Kershaw[3]).

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Awards 1979, festival-cannes.fr. URL consultato il 19 giugno 2011.
  2. ^ (EN) Librarian of Congress Announces National Film Registry Selections for 2007, Library of Congress, 27 dicembre 2007. URL consultato il 2 gennaio 2012.
  3. ^ a b c sito "Discogs.com" [1], URL consultato il 18/6/2012.
  4. ^ sito "AllMusic.com"[2]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema