I figli della Pantera Rosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I figli della Pantera Rosa
serie TV cartone
Titolo orig. Pink Panther and Sons
Lingua orig. inglese
Paese Stati Uniti
Autore Friz Freleng
Regia ep.
Disegni Bob Singer
Sceneggiatura
Character design
Animazione Chris Cuddington
Studio
Musiche Henry Mancini
Rete NBC
1ª TV 8 settembre 1984 – 26 marzo 1985
Episodi 26 (completa)
Aspect ratio 1.33:1
Durata ep. 30'
Rete it. Italia 1
Dialoghi it.
Genere commedia
Cronologia
  1. The Pink Panther Show
  2. I figli della Pantera Rosa
  3. La Pantera Rosa

I figli della Pantera Rosa (Pink Panther and Sons) è una serie televisiva d'animazione prodotta da Hanna-Barbera Productions e United Artists Television, nata come seguito della serie di cortometraggi sulla Pantera Rosa. Friz Freleng, creatore del personaggio, fu produttore creativo della serie, che venne originariamente trasmessa sulla NBC dal 1984 al 1985 e in seguito replicata sulla ABC. In Italia venne invece trasmessa su Italia 1.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La serie è incentrata sui due figli della Pantera Rosa: Pinky, un preadolescente, e suo fratello Panky, un bambino, e sui loro amici nella squadra delle Rainbow Panthers (Chatta, Rocko, Murfel, Annie e Punkin).

In ogni episodio le Rainbow Panthers si divertono imparando a crescere e a prendersi cura l'uno dell'altro, affrontando la squadra di leoni Howl Angels.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Rainbow Panthers[modifica | modifica sorgente]

  • Pinky (doppiato da Billy Bowles in inglese e da Patrizia Scianca in italiano) - Pinky è una giovane pantera molto gentile. Pinky generalmente finisce per mettersi nei guai (in un episodio diventa alto 15 cm), ed è quello a cui vengono la maggior parte delle idee. È innamorato di Chatta, una pantera viola del gruppo.
  • Panky (doppiato da B.J. Ward in inglese e da Federica Valenti in italiano) - Panky è il fratellino di Pinky. Il suo pannolino non è mai legato correttamente, così che lui lo regge ovunque vada. Dal momento che è ancora un bambino, è considerato molto impressionabile.
  • Chatta (doppiata da Sherry Lynn) - Chatta è una pantera viola. È innamorata di Pinky e spesso cerca di impressionarlo per ricevere il suo affetto.
  • Murfel (doppiato da Shane McCob) - Murfel è una pantera verde che indossa un berretto di lana troppo grande. Ha una parlata incomprensibile.
  • Rocko (doppiato da Frank Welker) - Rocko è una pantera di gialla, ed è molto atletico. Indossa sempre dei guantoni da boxe.
  • Annie (doppiata da Jeannie Elias) - Annie è una pantera arancione che indossa tute, ed è la più scientifica del gruppo.
  • Punkin (doppiato da B.J. Ward) - Punkin è una pantera blu che indossa un berretto da baseball e un maglione di lana. È piuttosto ottuso.
  • Pantera Rosa - È il padre muto di Pinky e Panky.

Howl Angels[modifica | modifica sorgente]

  • Finko (doppiato da Frank Welker in inglese e da Luca Bottale in italiano) - Finko è il leader degli Howl Angels. È il rivale di Pinky e fece da baby sitter a Panky quando Pinky e Chatta andarono al cinema.
  • Howl (doppiato da Marshall Efron in inglese e da Diego Sabre in italiano) - Howl è il braccio destro di Finko.
  • Liona (doppiata da Jeannie Elias) - Liona è una leonessa dura ma bella, e ha una cotta per Pinky. Lei e Chatta lottano per l'affetto di Pinky.
  • Bowlhead (doppiato da Gregg Berger)
  • Buckethead (doppiato da Sonny Melendrez)

Episodi[modifica | modifica sorgente]

  1. "Spinning Wheels"
  2. "Pinky and the Bat"
  3. "The Great Bumpo"
  4. "Take a Hike"
  5. "Haunted Howlers"
  6. "Traders of the Lost Bark"
  7. "Pink Enemy #1"
  8. "Pink Encounters of the Panky Kind"
  9. "Millionaire Murfel"
  10. "The Pursuit of Panky"
  11. "Sitter Jitters"
  12. "The Fix Up, Foul Up"
  13. "Joking Genie"
  14. "Panky's Pet"
  15. "Punkin's Home Companion"
  16. "Insanity Claus"
  17. "Rocko's Last Round"
  18. "Sleeptalking Chatta"
  19. "Pink Shrink"
  20. "The Pink Link"
  21. "Annie's Invention"
  22. "Panky and the Angels"
  23. "Arabian Frights"
  24. "Brothers are Special"
  25. "A Hard Day's Knight"
  26. "Mister Money"

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]