I Love You, Man

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I Love You, Man
I Love You, Man.jpg
Jason Segel e Paul Rudd in una scena del film
Titolo originale I Love You, Man
Paese di produzione USA
Anno 2009
Durata 105 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,85:1
Genere commedia
Regia John Hamburg
Soggetto Larry Levin
Sceneggiatura John Hamburg, Larry Levin
Produttore Donald De Line, John Hamburg
Casa di produzione DreamWorks SKG, De Line Pictures, Bernard Gayle Productions, The Montecito Picture Company
Distribuzione (Italia) Universal Pictures
Fotografia Lawrence Sher
Montaggio William Kerr
Musiche Theodore Shapiro
Scenografia Andrew Laws
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

I Love You, Man è un film del 2009 diretto da John Hamburg ed interpretato da Paul Rudd e Jason Segel.

L'opera è incentrata sulla mancanza di amici del tranquillo Peter Klaven e del legame che si instaura tra lui e il bizzarro Sydney Fife. È stata distribuita in Italia il 21 agosto 2009 dalla Universal Pictures.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'agente immobiliare Peter Klaven ha appena chiesto alla fidanzata Zooey di sposarlo, nonostante siano passati solo otto mesi dal loro primo incontro. La ragazza è entusiasta e non perde tempo a telefonare alle amiche Denise e Hailey per informarle della bella notizia, mentre Peter non dimostra nessun particolare desiderio di informare qualcuno. Durante un pranzo a casa Klaven, viene fuori che Peter non ha mai avuto dei veri e propri amici maschi, prediligendo fin da piccolo la compagnia femminile e ogni volta che era coinvolto in una storia, faceva cadere i suoi amici maschi nel dimenticatoio.

A lavoro le colleghe donne si complimentano con lui mentre il suo collega Tevin Downey invece è troppo preso dai video porno. Dopo l’appuntamento settimanale di scherma, Peter invita i suoi compagni ad uscire ma scopre che loro hanno organizzato un campeggio per festeggiare l’addio al celibato di uno di loro e lui è stato escluso perché non è mai praticamente uscito con loro dopo gli allenamenti.

Una volta a casa, origlia una conversazione tra Zooey e le sue amiche mentre esprimevano le loro preoccupazioni per la sua mancanza di stretti amici maschi, Peter realizza che ha bisogno di trovare amici maschi al fine di avere un testimone per il suo imminente matrimonio. Peter allora si rivolge a suo fratello Robbie, un personal trainer omosessuale, per i consigli su come approfondire un’amicizia platonica maschile.

I primi tentativi sono alquanto maldestri, prima passa una serata con Barry, il marito della migliore amica di Zooey, e i suoi amici alla serata di poker, serata che si conclude orribilmente quando Peter vomita addosso a Barry, dopo una gara di bevuta di birre. Poi Peter va ad una partita dei Los Angeles Galaxy con un uomo di nome Lonnie, collega del fratello, che ha una voce piuttosto forte e fastidiosamente acuta, anche questo appuntamento è un disastro che sfiora la rissa.

In seguito, Peter esce con Doug, un appuntamento organizzatogli dalla madre, anche questo finisce in modo inaspettato quando l'uomo lo bacia improvvisamente sulla bocca, fraintendendo l'incontro come un appuntamento romantico. Ha anche il pranzo con un uomo anziano di nome Mel, conosciuto su internet dove però aveva una foto da giovane. Deluso confessa i suoi tentativi andati male a Zooey che lo incoraggia a non abbattersi.

Peter ormai ha perso le speranze, per questo si butta sul lavoro cercando inutilmente di vendere la casa di Lou Ferrigno quando durante una open house incontra Sydney Fife, un investitore che è lì semplicemente per conoscere donne divorziate e approfittare del buffet gratuito, e rimane molto colpito dal suo modo di fare. Dopo essersi scambiati i biglietti da visita ed essere spronato dal fratello, Peter, seppur con molta difficoltà, lascia un messaggio nella segreteria di Sydney, che poco dopo lo richiama per organizzare un'uscita.

Dopo aver bevuto un drink assieme e cenato con tacos di pesce, Sydney gli fa delle domande personali e Peter all’inizio restio gli confessa che la fidanzata non ama avere un rapporto sessuale orale con lui, la serata termina con Peter ubriaco che deve prendere un taxi per tornare a casa. Pochi giorni dopo i due si rivedono in spiaggia perché Sydney deve portare il suo cagnolino a fare una passeggiata, e lo aiuta a sfogare la sua rabbia urlando. E in seguito porta Peter nella sua "caverna dell’uomo", un garage adibito come zona relax, con televisione, divano e vari strumenti musicali.

Sydney va a trovare Peter a lavoro, dove assiste ad una telefonata con Lou Ferrigno arrabbiato perché dopo tre settimane non riesce ancora a vendere la casa. Lui lo invita a casa sua dove fanno una jam session con le canzoni della band rock dei Rush, di cui sono entrambi fan. Man mano Sydney e Peter iniziano a frequentarsi sempre più spesso, e grazie ai modi di fare del nuovo amico Peter comincia a lasciarsi andare. Durante la cena di fidanzamento, Peter invita Sydney per presentargli Zooey, e anche la sua amica single Hailey, di cui però Sydney appare disinteressato. Sydney durante il brindisi tiene un discorso che finisce con un allusivo invito a Zooey a praticare sesso orale al fidanzato, il tutto di fronte ai genitori di Peter.

In macchina di ritorno a casa, Zooey è molto arrabbiata e i due litigano, ma poi fanno pace. In garage, Sydney si scusa per il brindisi inopportuno e gli dice che era nervoso, Peter gli dice che piace a Hailey e che ha organizzato una partita di golf a quattro, ma l’appuntamento non va come dovrebbe, perché Hailey è lenta e rallenta il gioco, ne nasce una discussione che finisce con l’abbandono della partita. La sera successiva, Peter sta guardando la TV con Zooey, quando Sydney lo chiama per invitarlo al concerto dei Rush. Esitante, infine rinuncia alla sua tradizionale domenica a guardare il canale via cavo HBO con la fidanzata e accetta l’invito a condizione che egli possa portare anche Zooey.

Durante il concerto, Peter e Sydney si scatenano e ignorano completamente Zooey. Durante la scelta per lo smoking, Sydney chiede a Peter perché vuole sposare Zooey, ma l'amico non sa rispondergli, dopodiché chiede a Peter un prestito di i da investire in un suo progetto. Dopo qualche riflessione, Peter decide di fargli il prestito e più tardi gli chiede l’onore di fargli da testimone alle nozze, convinto di aver trovato in lui un vero amico. Tuttavia Zooey si dimostra insofferente per il forte legame tra Peter e Sydney, e inizia a sentirsi esclusa e trascurata dal suo Peter. Soprattutto si arrabbia quando Sydney rischia di fare perdere l’esclusiva sulla vendita della casa di Ferrigno a Peter, dopo che fa una lotta con l’attore. Peter dice a Zooey di aver prestato del denaro a Sydney e le chiede se lei sa perché essi stanno per sposarsi, dato che egli non riuscì a rispondere alla domanda di Sydney. Ferita e irata, Zooey si trasferisce a casa Denise e di Barry.

Peter esce per lavoro la mattina successiva, e vede la sua faccia su degli enormi ed imbarazzanti cartelloni pubblicitari che reclamizzano la sua attività immobiliare, acquistati da Sydney con i soldi che gli aveva prestato. Ancora sconvolto sulla situazione con Zooey, Peter affronta Sydney accusandolo di essere un immaturo e rompe l'amicizia con lui. In seguito Peter riesce a riappacificarsi con Zooey, spiegandole che il suo comportamento era dettato dal nervosismo per l'imminente matrimonio. Successivamente Peter scopre che i cartelloni pubblicitari hanno riscosso un enorme successo, procurandogli nuovi clienti e ottenendo nuovamente i diritti sulla vendita della casa di Lou Ferrigno.

Incoraggiato da questa spinta di carriera, Peter finalmente batte il suo collega insopportabile Tevin che voleva a tutti i costi impossessarsi della vendita. Mentre Zooey e Peter si preparano per il matrimonio, Sydney si ritrova solo e disperato, ma dopo che le telefonate ai suoi amici, che hanno mogli e figli, si rivelano inutili, solo soletto guarda Chocolat, che è un film di cui Peter gli aveva parlato avendolo visto insieme a Zooey. Peter si sente male di aver rotto l’amicizia con Sydney ma non lo reinvita al matrimonio. Invece, egli assembla un gruppo improbabile di uomini per accompagnare le damigelle che comprende Robbie, il padre Oswald, Doug, Lonnie, Mel e Ferrigno. Prima del matrimonio, Zooey vede Peter malinconico per la mancanza del suo amico, allora chiama e invita Sydney, che, a loro insaputa, era già in viaggio verso il luogo del matrimonio.

Appena prima dello scambio dei voti, Sydney fa il suo ingresso trionfale a cavallo del suo ciclomotore. Egli informa Peter e Zooey di essere, di fatto, un investitore di successo e restituisce i soldi che ha preso in prestito, affermando che i cartelloni erano il suo regalo di nozze alla coppia. I due amici si riappacificano dichiarandosi l'uno all'altro il proprio amore platonico, Sydney assume il ruolo di uomo migliore, e il matrimonio ha inizio. All’inizio dei titoli di coda, vediamo il ricevimento di nozze, dove Peter e Sydney si uniscono alla band assunta (interpretata dagli OK Go) in una riedizione della canzone dei Rush "Limelight" e tirano Zooey sul palco per unirsi a loro. Nel frattempo Hailey e Lonnie si conoscono, Denise finisce per vomitare su Barry, la cui rabbia scompare quando lei gli accenna di essere incinta, e infine quando la canzone finisce, Sydney tenta di fare il brindisi agli sposi ma Peter corre freneticamente a fermarlo memore di quanto accaduto al brindisi alla cena di fidanzamento.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il copione del film è stato originariamente scritto da Larry Levin,[1] è stato acquistato ed è rimasto inutilizzato circa undici anni prima che il film fosse realizzato.[2] In seguito il copione è stato offerto a John Hamburg, che dopo aver accettato di dirigere il film, ha riscritto in parte la sceneggiatura ispirandosi a sue esperienze personali e rendendo il tutto il più reale possibile.[3]

Il film è stato annunciato nel dicembre del 2007 e la produzione del film è stata avvista dopo il marzo 2008, sotto la produzione della DreamWorks Pictures, coinvolgendo la Montecito Picture Company di Ivan Reitman. Le riprese del film hanno avuto luogo interamente a Los Angeles, in varie parti della città come Venice Beach e Silver Lake.[4]

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Il cast all'anteprima del film

I protagonisti del film sono Paul Rudd e Jason Segel, che avevano già recitato insieme nei film Molto incinta e Non mi scaricare. Rashida Jones interpreta Zooey, la futura moglie di Peter, mentre Sarah Burns e Jaime Pressly interpretano le sue migliori amiche. Andy Samberg è il fratello gay di Peter, mentre J. K. Simmons e Jane Curtin interpretano i loro genitori. Jon Favreau interpreta il burbero marito di Denise. Favreau ha iniziato a recitare nel film poco dopo l'uscita nelle sale di Iron Man, da lui diretto del 2008.

Il film è impreziosito da diversi cameo, tra cui Lou Ferrigno, che interpreta se stesso. David Krumholtz appare brevemente nel ruolo di uno degli amici di Sydney. Vi sono anche alcune illustri apparizioni musicali, i Rush interpretano se stessi quando Sydney e Peter li vanno a vedere in concerto, mentre gli OK Go appaiono nei titoli di coda come un gruppo che suona durante la cerimonia nuziale.

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha debuttato negli Stati Uniti il 20 marzo 2009 con una distribuzione del film in oltre 2.500 cinema, con un incasso nel primo fine settimana pari a 17,810,270 dollari. È rimasto per cinque settimane nella top ten, guadagnando solo negli Stati Uniti 71,440,011 di dollari.[5] A livello internazionale la pellicola ha guadagnato complessivamente 91,413,350 dollari.[5] In Italia il film è uscito il 21 agosto 2009, in pieno periodo estivo, guadagnando nel breve periodo di permanenza nelle sale cinematografiche un totale di 29.369 euro.[6]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

  1. Good Time - Latch Key Kid - 2:30
  2. Oxford Comma - Vampire Weekend - 3:15
  3. Tom Sawyer - Rush - 4:35
  4. Set You Free - The Black Keys - 2:45
  5. Lights Out - Santogold - 3:12
  6. Soul of a Man - Beck - 2:37
  7. Limelight - Rush - 4:20
  8. Let the Good Times Roll - The Cars - 3:47
  9. Campus - Vampire Weekend - 2:56
  10. Mr. Pitiful - Matt Costa - 2:55
  11. Dancing With Myself - The Donnas - 3:28
  12. Waterslide - The Bonedaddys - 3:54
  13. Limelight - Paul Rudd & Jason Segel - 4:22
  14. Ain't That a Kick in the Head? - Dean Martin - 2:26
  15. Peter and Zooey - Theodore Shapiro - 2:17

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Una delle figlie di Anwar al-Sadat ha sporto querela contro i produttori del film, perché al cane di Sydney Fife è stato dato il nome del padre, motivando la scelta del nome con la somiglianza con l'ex presidente egiziano. L'avvocato della famiglia ha chiesto le scuse ufficiali tramite l'ambasciata statunitense.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) SXSW Panel: I Love You, Man: Are You Man Enough to Say It?, sxsw.com. URL consultato il 21-01-2010.
  2. ^ (EN) 'Man' love in New York, variety.com. URL consultato il 21-01-2010 (archiviato dall'url originale il 2009-07-31).
  3. ^ (EN) Paul Rudd to star in 'I Love You', variety.com. URL consultato il 21-01-2010.
  4. ^ (EN) Filming locations for I Love You, Man, imdb.com. URL consultato il 21-01-2010.
  5. ^ a b I Love You, Man Box Office Mojo URL. consultato il 21-01-2010
  6. ^ Statistiche, movieplayer.it. URL consultato il 21-01-2010.
  7. ^ (EN) Egypt anger over Sadat film dog, news.bbc.co.uk. URL consultato il 21-01-2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema