iMac

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Primo logo iMac

L'iMac è una famiglia di computer all-in-one prodotta dalla Apple e indirizzata inizialmente ad un pubblico che desidera un prodotto di utilizzo semplice.

Filosofia[modifica | modifica wikitesto]

L'iMac quando venne presentato il 7 maggio 1998 stupì gli operatori del settore. Per la prima volta un computer dedicato al grande pubblico metteva tra i suoi obiettivi primari l'estetica. Quello che differenziava l'iMac dai precedenti computer Apple infatti non era tanto la tecnologia inclusa nel computer quanto l'esterno del computer: il primo iMac, riprendendo l'ispirazione del proprio capostipite, il Macintosh 128K del 1984, inglobava in un unico elemento il monitor, la CPU ed il drive, ma questa volta il computer si distingueva per le linee curve e la scocca realizzata con plastiche trasparenti e colorate. Questa attenzione per l'estetica accompagnava anche gli accessori che seguivano lo stile dell'unità base, come il mouse perfettamente circolare. Un altro punto focale del progetto iMac era la semplicità. Il computer era stato progettato tenendo conto dell'ergonomia e alcuni elementi come la porta seriale, e il floppy disk vennero eliminati dato che erano ritenuti anacronistici. Al loro posto venne introdotto lo standard USB, che consentiva prestazioni migliori e molti meno problemi di configurazione per l'utente. I vari modelli dell'iMac che si susseguirono nel tempo stupirono per l'estetica e per le soluzioni a volte radicali adottate da Apple.

L'iMac, grazie alla sua semplicità d'uso, è entrato nel Guinness dei Primati per il manuale d'istruzioni più corto. Difatti, queste invitavano esclusivamente a connettere il computer alla rete elettrica e ad accenderlo tramite l'apposito tasto.

iMac (2012)

Modelli prodotti[modifica | modifica wikitesto]

Prima generazione iMac G3 ("Tray-loading iMac")[modifica | modifica wikitesto]

  • 15 agosto, 1998iMac 233 MHz (Revision A). Processore a PowerPC G3 a 233 MHz. scheda grafica ATI Rage IIc con 2 MiB SGRAM. Disponibile nel colore Azzurro Bondi. Questo fu il primo modello di iMac a disporre dello slot mezzanine che consentiva l'espansione della macchina in particolare dal lato grafico grazie alla presenza sul mercato dell'epoca di schede grafiche Vodoo2 basate sul protocollo PCI.
  • 17 ottobre, 1998iMac 233 MHz (Revision B). Miglioramenti minori, Mac OS 8.5, ATI Rage Pro Graphics con 6 MiB di SGRAM.
  • 5 gennaio, 1999iMac 266 MHz (Revision C, "Five Flavors"). Processore a 266 MHz. Porta IrDA e slot mezzanine rimosso. ATI Rage Pro Turbo graphics con 6 MiB SGRAM. Disponibile in Strawberry (rosso), Blueberry (blu), Lime (verde), Grape (viola), and Tangerine (arancio). Prezzo ridotto di $100.
  • 14 aprile, 1999iMac 333 MHz (Revision D). Processore a 333 MHz. Modificato mouse fornito di serie.

Seconda generazione iMac G3 ("Slot-loading iMac")[modifica | modifica wikitesto]

iMac (2012)
  • 5 ottobre, 1999 – iMac/iMac DV/iMac DV SE. Prima versione col supporto della Firewire. processore a 350 o 400 MHz, lettore ottico slot-loading, stessi colori della versione C/D iMac, e in più una versione speciale col colore grafite.
  • 19 giugno, 2000 – iMac/iMac DV/iMac DV+/iMac DV SE. processore a 350 o 400 o 450 o 500 MHz, colori Indigo (blu), Ruby (rosso), Sage (verde), Snow (bianco) e Graphite (grigio).
  • 22 febbraio, 2001 – (patterns). Processore a 400, 500 (PPC750CXe), o 600 (PPC750CXe) MHz. Disponibile in Indigo, Graphite, e "Blue Dalmatian" o "Flower Power".
  • 18 luglio, 2001 – (Estate 2001). processore a 500, 600, o 700 MHz (PPC750CXe). Disponibile in Indigo, Graphite, e Snow.

iMac G4 ("Flat panel iMac")[modifica | modifica wikitesto]

  • 7 gennaio, 2002 – L'intero progetto iMac viene rivisto. Contiene un processore PowerPC G4 a 700 o 800 MHz ed è disponibile solo in bianco. Il display è un LCD da 15" facilmente posizionabile dove si preferisce tramite un braccio pieghevole collegato alla base semisferica.
  • 17 giugno, 2002 – Nuovo modello dotato di display LCD da 17" e processore da 800 MHz o 1 GHz, nuovi tagli di hard disk (fino a un 80 GB) e modifica alla GPU.
  • 4 febbraio, 2003 – La linea viene ridotta a due modelli, quello con LCD da 15" e quello coll'LCD da 17" LCD. AirPort Extreme e Bluetooth sono disponibili per il modello da 17". Non vi sono cambiamenti nell'estetica.
  • 18 novembre, 2003 – Nuovo modello con LCD da 20" capace di una risoluzione di 1650 × 1080 pixel e processore G4 da 1,25 GHz.

iMac G5[modifica | modifica wikitesto]

  • 31 agosto 2004 – Apple annuncia un nuovo iMac con tutta l'elettronica alloggiata dietro lo schermo LCD. L'intero computer è spesso 5 centimetri. Viene introdotto il processore PowerPC G5 a 1,6 o 1,8 GHz. Viene introdotto lo standard serial ATA per gli hard drive e per la grafica la Nvidia GeForce 5200 Ultra graphics card. Apple rilascia il più sottile personal computer disponibile in commercio. L'iMac G5 è disponibile in tre modelli con display da 17" o 20", tutti di color bianco.
  • 3 maggio 2005 – Aggiornamento parco macchine degli iMac G5. Tutti i nuovi iMac sono muniti di un'unità ottica SuperDrive 8x con supporto double-layer, Gigabit Ethernet integrato, 512 MiB di memoria e nuovo sistema video ATI Radeon 9600 con 128 MiB di memoria video. Tutti i nuovi iMac G5 vengono venduti con iLife '05 e con preinstallato il sistema operativo Mac OS X 10.4 "Tiger".
  • 13 ottobre 2005 – Aggiornamento parco macchine degli iMac G5. Viene introdotto il processore PowerPC G5 da 1,9 GHz e FSB a 633 MHz per il modello da 17 pollici e processore da 2,1 GHz e FSB a 700 MHz per il modello da 20 pollici. Entrambi i sistemi sono equipaggiati con una GPU PCI Express, nella fattispecie la Radeon X600 Pro per i primo modello e la Radeon X600XT per il secondo. Aggiunta della videocamera iSight integrata nella scocca con preinstallato il programma per foto Photo Booth e dell'Apple Remote, un telecomando con relativo programma (Front Row) di controllo preinstallato.

iMac Intel[modifica | modifica wikitesto]

  • 10 gennaio 2006 – Apple annuncia un nuovo iMac. La novità principale sta nel processore, non più un PowerPC G5 della IBM, ma un Intel Core Duo (nome in codice Yonah), un processore x86 caratterizzato dalla presenza di due core e dai consumi abbastanza contenuti. Oltre a questo viene aggiornato il reparto video con l'inserimento della scheda ATI Radeon X1600. Restano la forma, lo spessore e tutti gli optional del modello precedente; anche questo è venduto in due versioni, con schermo da 17 e 20 pollici e con processori rispettivamente da 1,83 e 2,0 GHz, entrambi con FSB da 667 MHz.
  • settembre 2006 – Apple annuncia una nuova serie di iMac, chiamati iMac late 2006, la cui differenza rispetto ai precedenti modelli sta nell'utilizzo dei nuovi processori Core 2 Duo (Merom) della Intel in frequenze da 1,83 a 2,33 GHz ma, soprattutto, nell'aggiunta di un modello dotato di schermo panoramico da 24 pollici, evidentemente pensato per le attività multimediali. Aggiunta anche una porta FireWire 800, ma solo nel modello da 24", e vi sono piccole migliorie tecniche, possibili anche in virtù dei 64 bit dei processori Core 2 Duo.

iMac Aluminum[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Famiglia iMac Aluminum.

Metà 2007[modifica | modifica wikitesto]

Quinta incarnazione del progetto iMac, l'estetica è simile al precedente: l'involucro del computer, che contiene l'elettronica e lo schermo, è però in alluminio e il monitor è protetto da un vetro glossy con un bordo nero lungo il suo perimetro e il retro del computer è nero opaco. Viene introdotto il processore Core 2 Duo (Merom) della Intel in frequenze da 2 a 2,8 GHz. È dotato di Firewire 400 e 800 e disponibile con monitor da 20" e 24". Inspiegabilmente un led di stato di accensione e stop, ora non sono più presenti. Viene abbandonata anche la versione da 17 pollici, e rimangono i modelli da 20 e da 24 pollici. Gli altoparlanti integrati sono ora costituiti da due coppie di piccoli tweeter e woofer. La webcam integrata Apple iSight permette ora una risoluzione di 1,3 Mpixel (1280 × 1024 punti). Viene distribuito con la suite Apple iLife '08. Rinnovata anche la tastiera, che eredita il design ultrasottile dei tasti dai modelli portatili e poggia su una piastra in alluminio. L'introduzione di materiali riciclabili come il vetro e l'alluminio nella fabbricazione delle nuove linee di prodotti concretizza le dichiarazioni di Apple di voler contribuire allo sviluppo sostenibile.

Inizio 2008[modifica | modifica wikitesto]

Questa nuova linea di iMac utilizza una circuiteria per la scheda logica creata in esclusiva da Intel per Apple e presenta caratteristiche molto simili a quella Montevina di prossima introduzione, con processori a 45 nanometri e clock fino a 3,06 GHz, memorie DDR2 a 800 MHz e frontbus a 1066 MHz.[1] Tutta la macchina ha subito restyling minori estetici e notevoli nuove soluzioni sia hardware che software. Il prezzo per il mercato italiano è stato ridotto grazie alla debolezza del dollaro.[2]

Inizio 2009[modifica | modifica wikitesto]

Apple rinnova l'intera gamma dei suoi computer da scrivania, tra cui gli iMac, ora con frontbus più veloce (1066 MHz), più memoria e più spazio su disco. Cambiano anche le schede video, adottando sui modelli entry-level processori grafici con memoria condivisa già presenti sui portatili Apple da 13".

iMac Unibody[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Famiglia iMac Unibody.

Fine 2009[modifica | modifica wikitesto]

La nuova serie di iMac apporta sostanziali cambiamenti, questa volta anche dal punto di vista estetico. I nuovi Mac hanno un guscio di un blocco unico di alluminio, denominato Unibody; scompaiono i modelli da 20" e 24" e vengono introdotti due modelli con monitor da 21,5" e 27" retroilluminati con tecnologia LED, aventi rispettivamente le risoluzioni di 1920x1080 e di 2560x1440 pixel. Viene abbandonato il formato 16:10 in favore del panoramico 16:9, che la stessa casa produttrice afferma ottimo per l'impiego nella riproduzione di filmati in HD. I processori hanno una velocità di 3,06 o 3,33 GHz e sono sempre Intel Core 2 Duo. A novembre 2009, verrà reso disponibile anche un modello da 27" con processore Intel Core i5 quad-core a 2,66 GHz o con Intel Core i7 quad-core a 2,8 GHz, introducendo per la prima volta processori quad-core nella linea iMac. Tutti i modelli hanno adesso come configurazione standard tastiera e mouse senza fili. Quest'ultimo in particolare è il nuovo Magic Mouse, il primo mouse multi-touch in vendita per il mercato consumer. I prezzi, anche questa volta, pur non essendo popolari, hanno subito una flessione e per il modello entry level il prezzo di listino è 1.102 €.

Metà 2010[modifica | modifica wikitesto]

La serie di iMac viene nuovamente aggiornata, portando notevoli miglioramenti alle CPU e alla GPU. I nuovi processori disponibili sono gli Intel Core i3, Core i5 e Core i7 dell'architettura Nehalem. Invece per quanto riguarda le schede grafiche, vengono eliminate le nVidia a favore delle ATI Radeon. Sul modello iMac da 21,5" è disponibile l'Intel i3 a 3,06 GHz o 3,2 GHz con tecnologia Turbo Boost, oppure l'Intel Core i5 a 3,6 GHz. Sui modelli da 27" sono disponibili l'Intel Core i3 a 3,2 GHz, l'Intel Core i5 a 3,6 GHz oppure i nuovi quad-core Intel Core i5 a 2,8 GHz e Intel Core i7 a 2,93 GHz. Le schede grafiche disponibili sono per i modelli iMac 21,5" la ATI Radeon HD 4670 con 256 MB dedicati e ATI Radeon HD 5670 con 512 MB dedicati. Quest'ultima è anche disponibile per il modello da 27" oltre alla più performante ATI Radeon HD 5750 con 1 GB dedicato. Apple sottolinea anche il nuovo tipo di memoria RAM DDR3 da 1333 MHz presente nei nuovi iMac con dimensioni da 4 GB fino a 16 GB. I dischi rigidi partono da una capacità di 500 GB per il modello base da 21,5" fino a un massimo di 2 TB per il modello da 27", tutti alla velocità di 7200rpm. Inoltre è possibile dotare il modello da 27" con un'unità a strato solido (SSD) che garantisce maggiore durata, ma soprattutto velocità. Gli schermi sono a retroilluminazione LED con le medesime risoluzioni dei modelli precedenti. Integrano tecnologia IPS e hanno un contrasto pari a 1000:1. In opzione oltre alla tastiera wireless ed al Magic Mouse è disponibile al prezzo di 69 euro il Magic Trackpad una sorta di trackpad come quelli che si trovano sui MacBook/MacBook Pro/MacBook Air, multitouch in vetro ed alluminio che permette un'interazione più facile e divertente con il proprio Mac. Rispetto alla versione precedente i prezzi sono leggermente aumentati: per il modello entry level da 21,5" sono richiesti 1.199 €, mentre per il modello base da 27" 1.699 €.

Metà 2011[modifica | modifica wikitesto]

La serie iMac viene aggiornata con miglioramenti delle CPU e delle GPU, con una nuova tecnologia I/O Thunderbolt e una webcam Facetime HD, che consente di effettuare video chiamate con altri dispositivi Apple. I nuovi iMac dispongono di processori Intel quad-core Core i5 e Core i7 di seconda generazione. Sono presenti schede grafiche AMD Radeon HD. Il modello iMac da 21,5" è disponibile con un processore: un quad-core Core i5 da 2,5 GHz oppure un Core i5 2,7 GHz. C'è la possibilità di scegliere un disco rigido da 500GB oppure uno da 1TB, rispettivamente da 1.158€ o da 1.461€. Il modello iMac da 27" è disponibile con un processore Core i5 o un Core i7 da 2,7 GHz e da 3,1 GHz. Entrambi i modelli dispongono di un disco rigido da 1TB. Il modello Core i7 ha una AMD Radeon HD da 1GB. Gli iMac da 27" sono disponibili ad un prezzo da 1.663 € o da 1.915 €.

Fine 2012[modifica | modifica wikitesto]

La serie iMac viene aggiornata sotto il punto di vista tecnico e, dopo tre anni, anche dal punto di vista estetico. Vengono aggiornate le CPU, con l'introduzione della serie Ivy Bridge, e le GPU con l'abbandono delle schede AMD a favore della serie GeForce 600 di NVIDIA. Su ogni modello la memoria RAM minima sale a 8GB, con una frequenza di 1600 MHz. La capacità di archiviazione sale a 1TB per ogni modello, con la possibilità di adottare, sui modelli da 27", SSD fino a 768GB e, su tutti i modelli, la nuova tecnologia Fusion drive, che combina HDD e SSD. Vengono inoltre adottate quattro prese USB 3. Il design è stato profondamente modificato, con una diminuzione dell'80% dello spessore sui bordi, ottenuta grazie ad una riprogettazione dello schermo, che garantisce il 75% dei riflessi in meno, e all'eliminazione del lettore ottico. I modelli da 21" sono disponibili a partire da 1.379 €, mentre quelli da 27" a partire da 1.899 €.

Settembre 2013[modifica | modifica wikitesto]

Gli iMac mantengono stessa estetica ma all'interno adottano notevoli miglioramenti con processori Intel Haswell.

Ottobre 2014[modifica | modifica wikitesto]

Viene introdotto per la prima volta l'iMac da 27" con display Retina 5K (5120x2880 pixel). Esso affiancherà i precedenti modelli da 21,5" e 27".

Specifiche tecniche (modelli in commercio)[modifica | modifica wikitesto]

Componenti Modello da 21,5 pollici Modello da 27 pollici Modello da 27 pollici
con display Retina 5K
Display IPS da 21,5" glossy LED widescreen,
1920x1080 pixel
IPS da 27" glossy LED widescreen,
2560x1440 pixel
IPS da 27" glossy LED widescreen,
5120x2880 pixel
Scheda grafica Intel Iris Pro 5600 con 1536 MB di memoria GDDR3 NVIDIA GeForce GT 650M con 512 MB di memoria GDDR5 NVIDIA GeForce GT 660M con 512 MB di memoria GDDR5 NVIDIA GeForce GT 675MX con 1GB di memoria GDDR5 AMD Radeon R9 M290X con 2GB di memoria GDDR5 AMD Radeon R9 M295X con 4GB di memoria GDDR5
Capacità di archiviazione 1TB 5400rpm 1TB 7200rpm Fusion Drive da 1TB
Processore Intel Core i5 quad-core a 2,7 GHz con 6MB di cache L3 Intel Core i5 quad-core a 2,9 GHz con 6MB di cache L3 Intel Core i5 quad-core a 3,2 GHz con 6MB di cache L3 Intel Core i5 quad-core a 3,4 GHz con 6MB di cache L3 Intel Core i5 quad-core a 3,5 GHz Intel Core i7 quad-core a 4,0 GHz
Memoria 8 GB DDR3 1600 MHz
Wireless Integrato: 802.11a/b/g/n Integrato: 802.11a/b/g/n/ac
Webcam FaceTime HD
Potenza massima continua 201 W 310 W
Bluetooth Tecnologia 4.0
Porte di connessione 4 porte USB 3
2 porte Thunderbolt
Uscita audio
Gigabit Ethernet
Mini DisplayPort
4 porte USB 3
2 porte Thunderbolt 2
Uscita audio
Gigabit Ethernet
Mini DisplayPort
Audio integrato Altoparlanti Stereo
Sistema Operativo OS X Yosemite
Peso 5,68 kg 9,54 kg
Superficie

(A x L x P)

45,0 × 52,8 × 17,5 cm 51,6 × 65,0 × 20,3 cm

Alcuni elementi della configurazione standard come la CPU, la GPU, la memoria e la capacità di archiviazione sono potenziabili con sovrapprezzo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Arnold Kim, Intel Provides early 'Montevina'-Like Technology to iMac in MacRumors.com, 28 aprile 2008. URL consultato il 29 aprile 2008.
  2. ^ Roberto Rota, Nuovi iMac più potenti ed economici in TEVAC, 28 aprile 2008. URL consultato il 29 aprile 2008.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


iMac

iMac G3 | iMac G4 | iMac G5 | iMac Intel Core Duo | iMac Intel Core 2 Duo | iMac Aluminum