Hymni i Flamurit

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Himni i flamurit (in italiano Inno alla bandiera) è l'Inno nazionale dell'Albania. La musica fu scritta dal compositore romeno Ciprian Porumbescu per il canto patriottico ""Pe-al nostru steag e scris Unire". Il testo, invece, fu scritto dal poeta albanese Asdreni.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il testo dell'inno fu pubblicato per la prima volta, come una poesia, su Liri e Shqipërisë, giornale albanese edito a Sofia. Bulgaria, il 21 aprile 1912. Il titolo originale del poema è "Betimi mi flamur" (Giuramento alla bandiera). L'inno fu ripubblicato, in seguito, in una raccolta di poesie di Asdreni dal titolo Ëndra e lotë (Sogni e lacrime) edita a Bucarest. Secondo le memorie di Lasgush Poradeci, il testo non fu scritto per essere l'inno nazionale albanese, ma fu così amato dal popolo albanese che venne adottato come inno nazionale della neonata Albania nel 1912, durante la proclamazione dell'indipendenza a Valona.

Testo e traduzione[modifica | modifica wikitesto]

Di solito solo le prime due strofe vengono cantate e la seconda è il ritornello e viene ripetuta due volte.

Testo albanese[modifica | modifica wikitesto]

Rreth flamurit të përbashkuar

Me një dëshir' e një qëllim,

Të gjith' atij duke iu betuar

Të lidhim besën për shpëtim.

Prej lufte veç ai largohet

Që është lindur tradhëtar,

Kush është burrë nuk frikësohet,

Po vdes, po vdes si një dëshmor!

Në dorë armët do t'i mbajmë,

Të mbrojmë atdheun në çdo kënd,

Të drejtat tona ne s'i ndajmë;

Këtu armiqtë s'kanë vënd!

Se Zoti vetë e tha me gojë

Që kombe shuhen përmbi dhé,

Po Shqipëria do të rrojë;

Për të, për të luftojmë ne!

O Flamur, flamur, shenj' e shenjtë

tek ti betohemi këtu

për Shqipërinë, atdheun e shtrenjtë,

për nder' edhe lavdimn e tu.

Trim burrë quhet dhe nderohet

atdheut kush iu bë therror.

Përjetë ai do të kujtohet

mbi dhe, nën dhe si një shenjtor!

Traduzione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Uniti intorno alla bandiera,

con un desiderio ed un obiettivo,

tutti noi giuriamo sulla bandiera

di combattere per la nostra salvezza.

Dalla guerra si allontana

Solo chi è nato traditore

Chi è uomo non ha timore ma muore,

muore come un eroe.

Armati a disposizione della patria rimarremo,

Per proteggerla ovunque,

I nostri diritti non li dividiamo,

I nemici qui non hanno posto.

Perché il Signore ha affermato,

Che le nazioni spariscono dalla terra,

Ma l'Albania continuerà a vivere,

Poiché è per lei, per lei che combattiamo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Albania Portale Albania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Albania