Hylopetes spadiceus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Scoiattolo volante dalle guance rosse[1]
Immagine di Hylopetes spadiceus mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[2]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Rodentia
Sottordine Sciuromorpha
Famiglia Sciuridae
Sottofamiglia Sciurinae
Tribù Pteromyini
Sottotribù Glaucomyina
Genere Hylopetes
Specie H. spadiceus
Nomenclatura binomiale
Hylopetes spadiceus
(Blyth, 1847)

Lo scoiattolo volante dalle guance rosse (Hylopetes spadiceus Blyth, 1847) è uno scoiattolo volante originario del Sud-est asiatico.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Attualmente, gli studiosi riconoscono due sottospecie di scoiattolo volante dalle guance rosse[1]:

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il corpo dello scoiattolo volante dalle guance rosse misura 15,7-18,4 cm di lunghezza e la coda è lunga 15,2-16,6 cm. Le regioni superiori sono nerastre o di colore grigio-bruno scuro con alcune zone color ruggine, in special modo lungo la linea mediana; le regioni inferiori sono bianche, con una leggera tonalità arancione e peli dalla base grigia. Il patagio è nerastro, con una sottile linea bianca sul margine. La coda è scura, leggermente bruno-arancio, con un folto sottopelo; la base è arancione. Le chiazze arancio sulle guance spiccano nettamente sul grigio della faccia. Nel cranio, le bolle timpaniche sono relativamente grandi.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Lo scoiattolo volante dalle guance rosse vive nelle foreste pluviali di Myanmar, Thailandia, Laos meridionale, Vietnam meridionale, Cambogia, penisola malese e Singapore, nonché a Sumatra e nel Borneo.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Lo scoiattolo volante dalle guance rosse ha abitudini notturne; le cavità in cui nidifica, dall'apertura di circa 3,2 cm, sono state trovate a 0,3-3,3 m dal suolo. Occupa una vasta gamma di foreste, ma generalmente è più abbonbdante in quelle d'alto fusto che in quelle degradate.

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

L'habitat di questo animale è andato in gran parte perduto a causa della deforestazione per la raccolta di legname, degli incendi e della conversione della foresta in terreni agricoli, ma fortunatamente è presente anche in numerose aree protette. La IUCN lo classifica tra le specie a rischio minimo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Hylopetes spadiceus in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  2. ^ (EN) Duckworth, J.W. & Hedges, S. 2008, Hylopetes spadiceus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]


mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi