Hydrictis maculicollis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lontra dalla gola macchiata
Spotted-necked otter 1.jpg
Hydrictis maculicollis
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Carnivora
Famiglia Mustelidae
Genere Hydrictis
Pocock, 1921
Specie H. maculicollis
Nomenclatura binomiale
Hydrictis maculicollis
(Lichtenstein, 1835)
Sinonimi

Lutra maculicollis

Areale

Lutra maculicollis.JPG

La lontra dalla gola macchiata o lontra dal collo maculato (Hydrictis maculicollis (Lichtenstein, 1835)) è un carnivoro della famiglia dei Mustelidi originario dell'Africa sub-sahariana. È l'unica specie del genere Hydrictis.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È lunga circa un metro e pesa circa sei chilogrammi. Come altre lontre ha un pelo patinato e zampe palmate adatte al nuoto. La pelliccia è bruno intenso ed è segnata da macchie chiare intorno alla gola.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

La lontra dalla gola macchiata caccia pesci e crostacei in fiumi e laghi. Cacciando per mezzo della vista, vive in acque limpide con una buona visibilità. È molto rumorosa, emettendo fischi alti e deboli. La femmina dà alla luce una nidiata di circa tre piccoli in una tana sotterranea e si prende cura di loro per almeno un anno. Queste lontre vengono talvolta viste in gruppi familiari. È un animale intelligente ed è abbastanza in grado di usare delle pietre per aprire i gusci. Questo rudimentale uso di utensili è un ottimo indicatore dell'intelligenza della lontra.

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List la considera una specie a rischio minimo di estinzione (Least Concern).[1]

È inserita nella Appendice II della Convention on International Trade of Endangered Species (CITES)[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Hoffmann, M. 2008, Lutra maculicollis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Hydrictis maculicollis in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ CITES - Appendices I, II and III in Convention On International Trade In Endangered Species Of Wild Fauna And Flora, International Environment House, 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi