Hussein bin Abdullah

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hussein bin Abdullah
Crown Prince Hussein.jpg
Principe della Corona della Giordania
Stemma
In carica dal 2 luglio 2009
Predecessore Hamzah bin Al Hussein
Successore in carica
Nascita Amman, 28 giugno 1994
Dinastia Hashemiti
Padre Abd Allah II di Giordania
Madre Rania di Giordania
Religione Musulmano sunnita

Hussein bin Abdullah, (in arabo: حسين بن عبد الله) (Amman, 28 giugno 1994), è un principe giordano, erede al trono del Regno di Giordania e figlio primogenito di re Abd Allah II e della regina Rania. È succeduto allo zio, il principe Hamzah, come erede, nel 2004, ed gli è stato concesso il titolo di principe della corona nel 2009. Dal raggiungimento della maggiore età nel 2012, Hussein ha servito come reggente in diverse occasioni.

Primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Il principe è nato ad Amman il 28 giugno 1994 dall'allora principe Abd Allah e dalla principessa Rania, il principe Hussein è un membro della famiglia hashemita.[1] Egli è il discendente della 42ª generazione di Maometto,[2] tracciando la sua discendenza dalla figlia del Profeta Fatimah e da suo marito Ali.[3] Hussein è stato chiamato come il nonno paterno, l'allora regnante Hussein di Giordania.[2] La sua nonna paterna era la principessa Muna, nata in Inghilterra. Il padre di Hussein non avrebbe dovuto succedere al trono pur essendo il figlio maggiore del re, dato che egli aveva nominato suo fratello più giovane Hassan come erede nel 1965. Poco prima della sua morte, il 7 febbraio 1999, il re ha nominato Abd Allah nuovo erede. In conformità con i desideri del padre, re Abd Allah II ha nominato il suo giovane fratellastro, il principe Hamzah, come erede.[4] Hussein ha tre fratelli più piccoli. Le sue sorelle sono la Principessa Iman e la Principessa Salma, mentre il suo fratello più giovane è il principe Hashem.[2]

Erede apparente[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 novembre 2004, il Re Abd Allah II ha spogliato del titolo di Principe della Corona Hamzah, nonostante l'ultima volontà del padre. Anche se il titolo è stato lasciato vacante,[5] la Costituzione della Giordania prevede primogenitura agnatica, nel senso che il figlio maggiore del monarca è automaticamente primo nella linea di successione al trono a meno che non sia decretato il contrario.[3] Hussein divenne così erede quando lo zio perso il status, e gli analisti hanno ampiamente previsto che il re gli avrebbe concesso a breve il titolo formale.[4][6] Il titolo gli è stato conferito infatti il 2 luglio 2009, con un regio decreto che è stato emesso con effetto immediato.[5][7]

Istruzione e doveri[modifica | modifica wikitesto]

Il Principe della Corona e il re saluto il Segretario di Stato americano John Kerry

Nel 2007, il principe si è iscritto all'Accademia del Re a Madaba,[3] che è stata fondata dal padre e che ha aperto poco prima dell'adesione di Hussein. Si è laureato presso l'Accademia nel 2012.[1] Attualmente studia scienze politiche all'Università di Georgetown e alla Edmund A. Walsh School of Foreign Service a Washington DC.[1][2]

A differenza del Re, il ruolo di Principe della Corona è per lo più cerimoniale secondo la Costituzione, e il titolo non è associato ad alcuna carica politica.[7] Hussein ha svolto il suo primo impegno ufficiale nel giugno del 2010, quando ha rappresentato il padre alle celebrazioni per l'anniversario della rivolta araba e alla Giornata delle Forze Armate.[3]

Il principe ricopre il grado di tenente nelle Forze armate giordane.[8] Ha accompagnato il padre in missioni ufficiali e militari. Hussein ha anche servito più volte come reggente durante l'assenza del re dal paese,[2] dopo aver prestato giuramento, il 21 aprile 2012. Alla cerimonia hanno partecipato i membri del Consiglio dei Ministri e suo zio, il principe Faysal bin al-Husayn. Il principe ereditario ha poi incontrato l'allora primo ministro Awn Shawkat Al-Khasawneh accompagnato da suo zio.[9]

Il principe è stato coinvolto negli sforzi per coinvolgere i ragazzi, puntando sui bambini in età scolare.[1]

Interessi personali[modifica | modifica wikitesto]

I passatempi del principe Hussein includono la lettura e lo sport, soprattutto il calcio. Proprio come il nonno e il padre, il principe ereditario è molto interessato alle moto.[2]

Albero genealogico[modifica | modifica wikitesto]

Hussein di Giordania Padre:
Abd Allah II di Giordania
Nonno paterno:
Husayn di Giordania
Bisnonno paterno:
Talal di Giordania
Trisnonno paterno:
Abd Allah I di Giordania
Trisnonna paterna:
Musbah bint Nasser
Bisnonna paterna:
Zein al-Sharaf Talal
Trisnonno paterno:
Jamal 'Ali bin Nasser, Sceriffo di La Mecca
Trisnonna paterna:
Wijdan Shakir Pasha
Nonna paterna:
Antoinette Avril Gardiner
Bisnonno paterno:
Walter Percy Gardiner
Trisnonno paterno:
Arthur Gardiner
Trisnonna paterna:
Mabel Jane Tovell
Bisnonna paterna:
Doris Elizabeth Sutton
Trisnonno paterno:
Arthur Sutton
Trisnonna paterna:
Dora Elizabeth Alderton
Madre:
Rania al Yassin
Nonno materno:
Faisal Sedki Al Yassin
Bisnonno materno:
 ?
Trisnonno materno:
 ?
Trisnonna materna:
 ?
Bisnonna materna:
 ?
Trisnonno materno:
 ?
Trisnonna materna:
 ?
Nonna materna:
Ilham Yassin
Bisnonno materno:
 ?
Trisnonno materno:
 ?
Trisnonna materna:
 ?
Bisnonna materna:
 ?
Trisnonno materno:
 ?
Trisnonna materna:
 ?

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine della Stella di Giordania - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Stella di Giordania

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Crown Prince turns 19 in The Jordan Times (Amman), 27 giugno 2013. URL consultato il 29 giugno 2013.
  2. ^ a b c d e f His Royal Highness Crown Prince Al Hussein bin Abdullah II, The Embassy of the Hashemite Kingdom of Jordan, Washington D.C.. URL consultato il 30 maggio 2013.
  3. ^ a b c d The Hashemites, Official Website of the Jordanian Monarchy, 29 maggio 2012. URL consultato il 30 maggio 2013.
  4. ^ a b Jordan crown prince loses title, BBC News, 29 November 2004. Retrieved 3 June 2008.
  5. ^ a b Jordan's king names son, 15, as crown prince in Reuters, 3 luglio 2009.
  6. ^ Jordan: U.S. Relations and Bilateral Issues, The Library of Congress, 14 luglio 2006.
  7. ^ a b Jordan's King Abdullah names teenage son as heir in Haaretz, Associated Press, 2 luglio 2009.
  8. ^ King, Queen attend Crown Prince Hussein graduation, Royal Hashemite Court, 29 maggio 2012. URL consultato il 30 maggio 2013.
  9. ^ Crown Prince sworn in as Regent in The Jordanian Times, 21 aprile 2012. URL consultato il 30 maggio 2013.