Hurd Hatfield

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hurd Hatfield nel film Il ritratto di Dorian Gray (1945)

William Rukard Hurd Hatfield (New York, 7 dicembre 1917Rathcormac, 26 dicembre 1998) è stato un attore cinematografico, teatrale e televisivo statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio dell'avvocato William Henry Hatfield e di Adele Steele, frequentò i corsi di musica, arte e drammaturgia presso la Columbia University. Trasferitosi in Inghilterra, studiò arte drammatica al Checkov Drama Studio nel Devon, iniziando l'attività di attore teatrale in compagnie di repertorio.

Rientrato negli Stati Uniti, Hatfield proseguì a recitare in teatro fino al suo primo film, La stirpe del drago (1944), tratto da un romanzo di Pearl S. Buck, in cui vestì i panni di un contadino cinese accanto a Katherine Hepburn.

L'anno successivo, Hatfield fu il protagonista de Il ritratto di Dorian Gray (1945), film che fece di lui una star. Praticamente destinato al ruolo grazie alla delicata bellezza dei suoi lineamenti[1], Hatfield interpretò il personaggio di Dorian con acuta sensibilità, ottenendo un grande successo di pubblico e di critica.

Malgrado alcuni interessanti ruoli successivi in film quali Il diario di una cameriera (1946) di Jean Renoir e L'alibi di Satana (1947) di Michael Curtiz, Hatfield trovò difficile sfuggire all'immagine esteticamente decadente creatagli dal personaggio di Dorian Gray[1], con cui veniva identificato dal pubblico, e preferì l'impegno in teatro e alla televisione.

Dopo una lunga assenza dagli schermi, Hatfield tornò al cinema verso la fine degli anni cinquanta, inaugurando una serie di interessanti interpretazioni da caratterista, come quella del giornalista impiccione Moultrie nel western Furia selvaggia (1958) e del misterioso magnate Castle in Mickey One (1965), entrambi sotto la regia di Arthur Penn, di Ponzio Pilato nel kolossal religioso Il re dei re (1961), e del produttore hollywoodiano Paul Bern nel dramma biografico Harlow (1965).

Negli ultimi decenni, Hatfield intensificò il suo impegno di attore televisivo, partecipando a diverse produzioni di successo, quali The Invincible Mr. Disraeli (1963), che gli valse una nomination agli Emmy Award, e a celebri serie come Selvaggio West (1966-1968), Bonanza (1972), Il tenente Kojak (1976), La signora in giallo (1984-1989), dove recitò in tre diversi episodi accanto a Angela Lansbury, che era stata sua partner ne Il ritratto di Dorian Gray.

Appassionato collezionista d'arte, Hatfield morì nel 1998, all'età di 81 anni, nella sua residenza irlandese di Ballinterry House, Rathcormac (County Cork), dove viveva dall'inizio degli anni settanta.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Doppiatori italiani[modifica | modifica sorgente]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Hurd Hatfield è stato doppiato da:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Il chi è del cinema, De Agostini, vol. I°, 1984

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 213413 LCCN: n86138675