Herpesvirus umano 3

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Human herpesvirus 3)
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Virus della varicella-zoster
Varicella (Chickenpox) Virus PHIL 1878 lores.jpg
Classificazione dei virus
Dominio Acytota
Gruppo virus a dsDNA
Famiglia Herpesviridae
Sottofamiglia Alphaherpesvirinae
Genere Varicellovirus
Specie Human herpesvirus 3 (HHV-3)
Sinonimi

Virus varicella-zoster

Il virus varicella-zoster o Human herpesvirus 3 (HHV-3) è un virus con genoma DNA appartenente all'ordine Herpesvirales, famiglia Herpesviridae, sottofamiglia Alphaherpesvirinae, genere Varicellovirus. Rappresenta l'agente eziologico sia della varicella (una malattia lieve che colpisce soprattutto i bambini), sia dell'herpes zoster (nonché delle sue forme di Herpes oftalmico e di Herpes zoster oticus), meglio conosciuto come "Fuoco di Sant'Antonio", una patologia degli adulti che può essere temporaneamente invalidante, della sindrome di Ramsay Hunt tipo II; può essere anche causa di epatite virale, di alcune forme di polmonite, di meningite virale e di paralisi di Bell.

Caratteristiche del virus[modifica | modifica sorgente]

Il virus varicella-zoster è un virus a DNA morfologicamente identico all'Herpes simplex, con nucleocapside a simmetria icosaedrica composto da 162 capsomeri e circondato da membrana virale. La densità di flottazione in CsCl è di 1,705 g/cm−3, mentre quella dell'Herpes simplex è di 1,72 g/cm−3.

È molto piccolo (220-240 milionesimi di millimetro) e visibile solo al microscopio elettronico. Colpisce solo l'uomo e le scimmie antropomorfe.

Causa la varicella nei bambini e la forma ricorrente chiamata fuoco di S. Antonio. Come gli altri herpes virus instaura un'infezione latente nei neuroni che innervano i dermatomeri colpiti; oltre a queste due forme più comuni può dare polmonite interstiziale nel 20-30%.

Negli immunocompromessi causa una patologia progressiva e fatale poiché il virus può diffondere facilmente agli organi interni (polmoni, fegato..)

La diagnosi di laboratorio è effettuata a più livelli.

  • Test citologici: danni tissutali simili a quelli di herpes simplex con inclusioni citoplasmatiche e formazione di sincizi.
  • Immunofluorescenza in situ: per la ricerca di antigeni di membrana.
  • PCR con sonde di DNA.
  • Test sierologici per vagliare l'immunità verso VZV e test ELISA.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Microbiologia Portale Microbiologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Microbiologia