Howlin' Wolf (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Howlin' Wolf
Artista Howlin' Wolf
Tipo album Studio
Pubblicazione 11 gennaio 1962
Durata 31 min : 57 sec
Tracce 12
Genere Blues
Etichetta Chess
Vogue
Registrazione 1957-1961
Howlin' Wolf - cronologia
Album precedente
(1959)
Album successivo
(1966)

Howlin' Wolf è il secondo album dell'artista blues americano Chester Burnette noto come Howlin' Wolf . A causa dell'illustrazione in copertina (realizzata da Don Bronstein) raffigurante una sedia a dondolo, l'album è anche conosciuto come "The Rockin' Chair Album", tanto che sulle ristampe dell'LP (etichetta Vogue, codice 600111) questo soprannome è stato aggiunto in copertina. Nel 2003 l'album è stato collocato dalla rivista Rolling Stone al 223º posto nella classifica "The 500 Greatest Albums of All Time".[1]

Riedizione[modifica | modifica sorgente]

Nel 1984 la Chess Records ha ripubblicato l'album Howlin' Wolf in una riedizione identificata dal codice CH 9183. Nell'illustrazione in copertina è stato rimosso il testo "The Rockin' Chair Album", sostituito da un logo ellittico recante la dicitura "Chicago 26 Golden years, Single Album", a indicare il 26º anniversario di attività dell'ettichetta Chess Records. Il logo della Vogue è stato invece rimpiazzato dal codice identificativo della riedizione: CH 9183.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. Shake For Me - 2:14 - (Willie Dixon)
  2. Little Red Rooster - 2:25 - (Willie Dixon, Howlin' Wolf)
  3. You'll Be Mine - 2:25 - (Willie Dixon)
  4. Who's Been Talkin' - 2:22 - (Howlin' Wolf)
  5. Wang Dang Doodle - 2:22 - (Willie Dixon)
  6. Little Baby - 2:46 - (Willie Dixon)
  7. Spoonful - 2:44 - (Willie Dixon)
  8. Going Down Slow - 4:01 - (James Burke Oden)
  9. Down In The Bottom - 2:33 - (Willie Dixon)
  10. Back Door Man - 2:49 - (Willie Dixon)
  11. Howlin' for My Baby - 2:35 - (Willie Dixon, Howlin' Wolf)
  12. Tell Me - 2:53 - (Howlin' Wolf)

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Musicisti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "223: Howlin' Wolf", in "The 500 Greatest Albums of All Time", Rolling Stone, novembre 2003