Howard Duff

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Howard Duff nella serie televisiva Squadra speciale anticrimine (1969)

Howard Duff, all'anagrafe Howard Green Duff (Bremerton, 24 novembre 1913Santa Barbara, 8 luglio 1990), è stato un attore cinematografico e televisivo statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'esordio artistico con piccoli ruoli alla radio e nel teatro di repertorio, durante il periodo della seconda guerra mondiale Howard Duff prestò servizio presso la radio dell'United States Army Air Corps[1].

Al termine del conflitto ebbe una buona opportunità quando gli venne offerto di interpretare il ruolo del detective Sam Spade in una serie radiofonica dedicata al personaggio creato dallo scrittore Dashiell Hammett[1].

Dopo averlo diretto in una rappresentazione teatrale, il regista Jules Dassin scelse Duff per un ruolo nel dramma carcerario Forza bruta (1947), interpretato anche da Burt Lancaster e Yvonne De Carlo, cui fece seguito un altro ruolo di rilievo nel noir La città nuda (1948), sempre sotto la direzione di Dassin.

Durante gli anni cinquanta, Duff fu protagonista di altre pellicole di genere poliziesco come Jack il ricattatore (1950) di Joseph Pevney, Dollari che scottano (1954) di Don Siegel, e Quando la città dorme (1956), diretto da Fritz Lang. Il volto dall'espressione pulita consentì all'attore di dare un tocco caratteristico alle sue interpretazioni di personaggi spesso loschi nei thriller di quel periodo[1]. Fu anche interprete di diverse pellicole western, come Figlio del delitto (1949) di George Sherman, Sangue e metallo giallo (1954), La stella spezzata (1956).

A partire dagli anni sessanta Duff intraprese un'intensa carriera televisiva, che lo portò a recitare in numerosi telefilm di successo, come il poliziesco Squadra speciale anticrimine (1966-1969), nel ruolo del sergente Ben Stone, detective a Los Angeles. Il percorso artistico sul piccolo schermo culminò per Duff con il ruolo dello sceriffo Titus Semple nella soap opera Flamingo Road, alla quale partecipò dal 1980 al 1982.

Sugli schermi cinematografici privilegiò via via ruoli da caratterista, come nei film L'occhio privato (1977) di Robert Benton, Un matrimonio (1978) di Robert Altman, Kramer contro Kramer (1979), sempre di Benton, e Senza via di scampo (1987) di Roger Donaldson.

Dal 1951 al 1984 fu sposato con l'attrice e regista Ida Lupino, dalla quale nel 1952 ebbe una figlia, Bridget.

Duff e la Lupino lavorarono spesso insieme, come nella sit com Mr. Adams and Eve, serie televisiva incentrata sulle vicende quotidiane di una coppia di attori, in onda nel biennio 1957-1958.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Il chi è del cinema, Vol. I, De Agostini, 1984, pag. 155

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 74061437 · GND: 136148174