Hovhannes Tumanjan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Hovhannes Tumanjan

Hovhannes Tumanjan, in lingua armena: Հովհաննես Թումանյան (Dsegh, 19 febbraio 1869Mosca, 23 marzo 1923), è stato un poeta armeno.

È considerato uno dei più grandi poeti e scrittori armeni. Ha preso la sua ispirazione dal folklore nazionale.

Vita[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del locale parroco del villaggio, di lui in seguito lo stesso Tumanjan ebbe modo di dire:

« La cosa più preziosa che ho avuto nella mia vita è stato mio padre. Era un uomo onesto e uno tra i più nobili. Enormemente altruistico e generoso, riusciva tuttavia a mantenere una certa aria di solennità.[1] »

Dal padre ereditò l'amore e l'interesse per la dura vita dei contadini armeni, le loro tradizioni e le loro storie. In particolare il giovane Tumanjan si interessò alle loro leggende e fiabe, che sarebbero presto diventate materiale e fonte di ispirazione dei suoi scritti successivi.

Iniziò gli studi a Lori, presso una delle scuole più esclusive della regione, l'Istituto Nersisyan, dimostrandosi ben presto uno dei migliori studenti; tuttavia dovette abbandonare la scuola quando suo padre si ammalò gravemente e più tardi morì. Fu così che all'età di soli 16 anni dovette interrompere la parte formale e istituzionale della sua formazione per fare ritorno al suo villaggio natale per prendersi cura dei suoi familiari.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Akhtamar
  • Almast
  • Anoush
  • David of Sassoun
  • Neso's Steam Bath
  • The Old Fight
  • Toward the Unknown
  • Parvana
  • Requiem (Hokehankisd)
  • The Capture of Tmpkabert (Tmpgaperti Aroume)
  • The Construction of the Railway
  • The Dove Monastery
  • The Lamp of the Illuminator

Favole[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Biografia di Tumanjan

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]