Hotel Principe di Savoia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 45°28′47.43″N 9°11′46.77″E / 45.479842°N 9.196325°E45.479842; 9.196325

Ingresso hotel Principe di Savoia

L'hotel Principe di Savoia, conosciuto più semplicemente come Principe,[1] è uno storico albergo milanese che si affaccia sui giardini di piazza della Repubblica, nel centro di Milano[2]. Inaugurato il 6 aprile 1927[1] secondo il progetto dell'architetto Cesare Tenca nell'allora piazza Fiume, successivamente ampliato nel '56 e '57 con l'aggiunta di due ali, l'albergo si sviluppa su un totale di dieci piani.

L'ingresso ha una struttura esterna in ferro battuto e vetrate, che si estende in verande laterali lungo tutta la facciata e che evoca l'architettura della galleria Vittorio Emanuele. Il vasto piazzale antistante l'ingresso è circondato da giardini all'italiana, con alberi ed aiuole fiorite.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'albergo fu battezzato inizialmente con il nome di "hotel Principe & Savoia". Al momento della sua progettazione e costruzione, l'albergo era posizionato in una zona periferica, nei pressi della vecchia stazione centrale. La scelta del luogo obbediva ad un criterio ragionato in cui entrava una discreta presenza del verde, la vicinanza della stazione ferroviaria, la facilità e i tempi brevi in cui si poteva raggiungere il centro, ma anche la prossimità della zona industriale[Quale, delle tante zone industriali di Milano?]: i primi destinatari della struttura erano infatti gli uomini d'affari.

Negli anni prima e dopo la seconda guerra mondiale furono ospiti dell'albergo il duca di Windsor, Erich Maria Remarque, Charlie Chaplin, Josephine Baker, l'Aga Khan, Aristotele Onassis, Evita Peron, Maria Callas.

Due nuove ali, chiamate "Principe rosso" e "Metallico", furono aperte tra il 1956 e il 1957, mentre nella Milano della ricostruzione, a cavallo degli anni cinquanta, si riedificava, dall'altra parte della piazza, l'hotel Palace, il cui vecchio edificio, datato primi anni del secolo, era stato completamente distrutto dalle bombe nell'agosto 1943.

Nel 2003 l'hotel fu acquisito dalla Dorchester Collection, compagnia con sede a Londra interamente controllata dalla Brunei Investment Agency. La posizione predominante del Principe di Savoia è stata confermata da ampi lavori di ristrutturazione delle camere, delle suite, del bar e della lobby; dalla creazione del business center e del centro fitness più alto della città, con vista sulla skyline di Milano.

L'hotel ha ospitato molte star internazionali tra cui Michael Jackson, Madonna, Leona Lewis, Lady Gaga, George Clooney, Demi Lovato, il duo hip hop Macklemore and Ryan Lewis ,Selena Gomez e gli One Direction.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Gian Luigi Paracchini, Affari e amori segreti al bar del Principe di Savoia in Il Corriere della Sera, 24 febbraio 2002, p. 18. URL consultato il 21 settembre 2009.
  2. ^ Maria Teresa Veneziani, Grand Hotel in Il Corriere della Sera, 6 agosto 2006, p. 8. URL consultato il 21 settembre 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]