Host (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Host
Artista Paradise Lost
Tipo album Studio
Pubblicazione 1999
Dischi 1
Tracce 13
Genere Rock elettronico
Synth pop
Etichetta EMI Electrola GMBH
Paradise Lost - cronologia
Album precedente
(1997)
Album successivo
(2001)

Host è il settimo album pubblicato dai Paradise Lost, nel 1999 per l'etichetta EMI Electrola GMBH. Totalmente diverso dalle altre produzioni della band, quest'album non ha nulla di metal e presenta un Synth rock fortemente ispirato ai Depeche Mode e ai Kraftwerk. Fortemente criticato, l'album fu comunque un successo e il gruppo consolidò la sua presenza su reti di massa come MTV, emittente inaccessibile per la maggioranza dei gruppi heavy metal.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. So Much is Lost – 4:16
  2. Nothing Sacred – 4:02
  3. In All Honesty – 4:02
  4. Harbour – 4:23
  5. Ordinary Days – 3:29
  6. It's Too Late – 4:44
  7. Permanent Solution – 3:17
  8. Behind the Grey – 3:13
  9. Wreck – 4:41
  10. Made the Same – 3:34
  11. Deep – 4:00
  12. Year of Summer – 4:16
  13. Host – 5:12

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal