Hole (gruppo musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hole
Le Hole dal vivo nel 2010
Le Hole dal vivo nel 2010
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Alternative rock[1]
Grunge[1]
Riot grrrl[2][3][4]
Periodo di attività 19892002
20092012
2014in attività
Album pubblicati 5
Studio 4
Raccolte 1

Le Hole sono un gruppo alternative rock formatosi nel 1989 e scioltosi nel 2002, per poi riformarsi nel 2009, capitanato da Courtney Love e co-fondato da Eric Erlandson, con Patty Schemel alla batteria e Melissa Auf der Maur al basso. La precedente bassista, Kristen Pfaff, morì di apparente overdose nel 1994. Occasionalmente sono stati coinvolti nella scrittura e registrazione degli album Kurt Cobain (in Live Through This) e Billy Corgan (in Celebrity Skin).

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Primi anni e Pretty on the Inside (1989-1993)[modifica | modifica sorgente]

Dopo un certo numero di pubblicazioni con l'etichetta Sympathy for the Record Industry, gli Hole pubblicarono il primo album con la Caroline Records, intitolato Pretty on the Inside, che ricevette ottime recensioni da parte della critica underground. Dopo il successo di Pretty On The inside, gli Hole firmarono con la Geffen Records un contratto per la pubblicazione di otto album. gli Hole iniziarono la registrazione del loro album di debutto con la Geffen nel 1993, più o meno nel periodo in cui i Nirvana stavano registrando il loro terzo e ultimo album, In Utero. L'album che ne scaturì, Live through this, include i singoli "Doll Parts", "Violet", e "Miss World". Alcune delle tracce scartate dall'album vennero poi incluse in My Body, the Hand Grenade: si tratta di "20 Years in the Dakota" e la famosa "Old Age", oggetto di controversia circa il vero autore; dopo molte vicende si venne a sapere che la canzone era stata scritta da Cobain nel 1990 o 1991 per l'album Nevermind, e i testi successivamente riscritti da Courtney Love. Una rara sessione di registrazione di Live Through This venne ritrovata nel 2001, in cui Cobain compariva nei cori di fondo di "Asking for It". Dopo un attento ascolto fu appurato che Cobain era effettivamente nei cori, anche se mixati ad un volume molto basso. Dato che molti fan pensavano che un duetto Love/Cobain non esistesse, questa scoperta fu per certi versi sconvolgente per alcuni fan dei Nirvana.

Live Through This (1994-1996)[modifica | modifica sorgente]

Live Through This fu pubblicato nel 1994, poco dopo la morte di Kurt Cobain, marito di Courtney Love. Subito prima dell'uscita dell'album l'ultima canzone, Rock Star, fu rimpiazzata da una canzone precedentemente scartata, Olympia. Si pensò che il motivo fosse a causa del testo, che recita "So much fun to be Nirvana / how would you like to be Nirvana? / I'd rather die" (Così bello essere un Nirvana / quanto vorresti essere un Nirvana? / Preferirei morire); questo appariva un tantino indelicato all'indomani della morte di Cobain. In realtà fu rivelato più tardi che la band e la Geffen avevano già ritenuto da tempo quella canzone non idonea per essere inclusa nell'album di debutto con la major, dato che aveva delle caratteristiche "non artistiche", che poco avevano a che fare con il resto dell'album. Nonostante la decisione di rimuovere Rock Star, la copertina e i vari inserti dell'album erano già stati stampati, perciò Olympia si chiama Rock Star sulla copertina.

Non è emerso alcun demo registrato per un terzo album abbandonato degli Hole. Delle interviste a Eric Erlandson hanno confermato l'autenticità di questa sessione. L'unica canzone uscita da queste sessioni è una versione preliminare di "Awful". Apparentemente Courtney non era soddisfatta della qualità delle canzoni: pare che avessero un suono troppo simile a quelle di Live through this. Inoltre Erlandson negò la storia secondo cui l'album fosse già completo, ma i master vennero rubati a bordo di un aereo. Inoltre Billy Corgan non fu coinvolto in queste sessioni.

My Body, the Hand Grenade (1997)[modifica | modifica sorgente]

Tre anni dopo la pubblicazione e il successo di Live Through This, le Hole pubblicarono un album di b-side e pezzi tagliati intitolato My Body, the Hand Grenade. Sulla copertina frontale dell'album c'è una foto di un vestito da bambola di Courtney Love nella teca di un museo - a significare che il look tipo Kinderwhore che lei e Kat Bjelland avevano precedentemente era morto e sepolto. Con molte canzoni inedite, provenienti dalle sessioni di Live Through This, demo e altre registrazioni come la performance degli Hole a MTV Unplugged avvenuta il giorno di San Valentino del 1995, l'album rappresenta una gemma per i fan degli Hole. Una canzone inclusa è quella riciclata dai Nirvana, "Old Age". Sono state scoperte molte versioni di questa canzone, con testi sempre diversi. Una versione molto apprezzata dai collezionisti è la "Binge and Purge" boombox demo con testi tipo "What a waste of sperm and egg" e "You can always go back to rehab". Un'altra canzone di questa collezione è "20 Years in Dakota", che racconta la lotta di una vita di Yoko Ono in quanto moglie di John Lennon. Si pensa che il titolo della canzone parli del complesso di appartamenti davanti al quale fu assassinato Lennon. Courtney Love è stata spesso paragonata a Yoko Ono, perché è comunemente ritenuto che come Yoko fece allontanare Lennon dai Beatles, così Courtney fece allontanare Cobain dai Nirvana. Una delle ultime canzoni dell'album è un demo di "Miss World" in cui Kurt Cobain suona il basso. Questa collezione è una rarità tra i fan degli Hole perché non è stata stampata per molto tempo.

Celebrity Skin e la rottura (1998-2002)[modifica | modifica sorgente]

Il terzo album degli Hole ha un sound completamente nuovo per la band. Ha un suono più pop, e fu accompagnato da grande successo, spinto da hit singles e forti vendite. Molti testi parlano del risentimento della Love per la morte del marito. "Northern Star", "Playing Your Song" e "Malibu" sono ritenute canzoni su Kurt Cobain. In particolare "Northern Star" parla del fantasma di Cobain, con la storia che durante un concerto un fan mostrava una maglietta con la faccia di Kurt Cobain e la Love si mette a piangere. "Malibu" parla della fase finale di disintossicazione di Cobain, che ebbe luogo a Malibu, e di come questi fuggì a Seattle, per poi essere trovato morto solo qualche giorno dopo. "Playing Your Song" si riferisce alla lettura della lettera di suicidio di Cobain, da parte di Courtney, dopo la morte del marito. Eric Erlandson più tardi rivelò, attraverso messaggi sul forum di Kittyradio.com, che non era molto contento del coinvolgimento di Billy Corgan nelle registrazioni del disco. Tutti i riff di chitarra sono stati scritti da Erlandson, mentre i testi dalla Love e da Corgan, che ha anche suonato il basso in molte tracce. Il primo singolo fu "Celebrity Skin", sui sentimenti che la Love provava ad essere una figura di dominio pubblico. Tre singoli e tre video: "Celebrity Skin", "Malibu" e "Awful", il cui video è composto di spezzoni live. I membri della band sono cambiati frequentemente negli anni; la line-up dell'ultimo album Celebrity Skin (1998) era composta da Love (voce e chitarra), Melissa Auf der Maur (basso e cori), Eric Erlandson (chitarra), Samantha Maloney (batteria).

Gli Hole si sono sciolti ufficialmente per opera della Love nel 2002, tramite un messaggio postato sul sito della band. Dopo lo scioglimento, i quattro componenti del gruppo hanno intrapreso diversi progetti. La Auf der Maur si è unita agli Smashing Pumpkins, più tardi ha inciso due album da solista (Auf der Maur nel 2004 e Out of Our Minds nel marzo del 2010), inoltre ha collaborato ad innumerevoli progetti di altri artisti; Erlandson continuò a lavorare come musicista; Maloney è andata in tour con Mötley Crüe, Scarling, e gli Eagles of Death Metal; la Love iniziò una carriera da solista, pubblicando America's Sweetheart nel 2004. Benché molti degli ex membri del gruppo non siano in buoni rapporti, hanno spesso discusso l'idea di pubblicazioni future: in particolare Erlandson ha espresso il desiderio di metter su un box set simile a With the Lights Out dei Nirvana.

Il breve ritorno con Nobody's Daughter (2010-2012)[modifica | modifica sorgente]

Esce il 27 aprile 2010 Nobody's Daughter, il primo album firmato Hole dopo più di dieci anni di assenza, con una formazione completamente rinnovata a parte la cantante Courtney Love.

La pubblicazione del disco è anticipata dal singolo "Skinny Little Bitch", in rotazione radiofonica dal 12 marzo e scaricabile gratuitamente sul sito ufficiale della band. Su Amazon è possibile acquistare una versione limitata del singolo (in vinile bianco), la cui b-side si intitola "Codine", canzone già eseguita dalla Love in suoi passati concerti.

Oltre a Courtney Love, la nuova formazione degli Hole conta la partecipazione del ventitreenne Micko Larkin - chitarrista inglese cresciuto con l'indie rock londinese dei Larrikin Love - del bassista Shawn Dailey (Rock Kills Kid) e del batterista Stuart Fisher. Inoltre, ha collaborato alla realizzazione dell'album Jack Irons, in passato batterista dei Pearl Jam e dei Red Hot Chili Peppers.

La band ha concluso da poco un breve tour europeo, che ha toccato l'Italia lo scorso 19 febbraio con uno show sold out ai Magazzini Generali di Milano.

È scaricabile on-line il secondo brano estratto dall'ultimo album degli Hole, Samantha, scritto con la collaborazione della cantante/produttrice Linda Perry e di Billy Corgan degli Smashing Pumpkins. Secondo quanto apparso sul sito della casa discografica che ha prodotto Nobody's Daughter (Mercury Records), dal 6 aprile 2010 sarà invece disponibile (al momento soltanto sull'iTunes statunitense) quello che dovrebbe essere il secondo singolo ufficiale: Pacific Coast Highway, anch'esso supportato dalla presenza degli autori Perry e Corgan. Tuttavia non viene pubblicato alcun album, poiché nel novembre 2012, con un messaggio su Twitter, Courtney Love annuncia che la band si è nuovamente sciolta.

Il ritorno alla formazione originale (2014-presente)[modifica | modifica sorgente]

Il 2 aprile viene ufficialmente annunciato, durante un'intervista di Quietus a Courtney Love, che le Hole sono nuovamente tornate, questa volta con la formazione storica con cui il gruppo è diventato celebre: la stessa Courtney, Melissa Auf Der Maur, Eric Erlandson e Patty Schemel[5].

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album in studio[modifica | modifica sorgente]

Raccolte[modifica | modifica sorgente]

EP[modifica | modifica sorgente]

Singoli[modifica | modifica sorgente]

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Attuale[modifica | modifica sorgente]

Ex membri[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Hole, allmusic.com. URL consultato il 4 gennaio 2009.
  2. ^ (EN) Life Through This, allmusic.com. URL consultato il 4 gennaio 2009.
  3. ^ (EN) My Body, the Hand Grenade, allmusic.com. URL consultato il 4 gennaio 2009.
  4. ^ (EN) Pretty on the Inside, allmusic.com. URL consultato il 4 gennaio 2009.
  5. ^ (EN) Courtney Love reunites classic Hole lineup, Alternative Press, 2 aprile 2014. URL consultato il 2 aprile 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk