Hohenlohe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Blasone

Hohenlohe o von Hohenlohe è una famiglia principesca tedesca.

Regnanti dapprima sulla Contea di Hohenlohe, i due rami della famiglia vennero elevati al rango di principi del Sacro Romano Impero rispettivamente nel 1744 e nel 1764; nel 1806 essi persero i propri domini, che entrarono a far parte dei regni di Baviera e del Württemberg. Al tempo della dissoluzione del Sacro Romano Impero, l'area contava 680 km² di superficie ed una popolazione stimata di 108,000.

L'Isola Hohenlohe (Остров гогенлоэ), una delle tante che compongono la cosiddetta Terra di Francesco Giuseppe, a nord della Russia, prese il nome da questa dinastia che partecipò al finanziamento di una spedizione al Polo nord voluta dall'Imperatore Francesco Giuseppe.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia è menzionata per la prima volta nel XII secolo come feudataria del Castello di Hohlach (Hohenloch o Hohenlohe), presso Uffenheim, e la sua influenza fu presto notevole sulle vallate circostanti, inclusa quelle di Kocher, di Jagst e di Tauber.

Enrico I (m. 1183) fu il primo ad ottenere il titolo di Conte di Hohenlohe, e nel 1230 i suoi nipoti, Goffredo e Corrado, fedeli sostenitori dell'Imperatore Federico II, fondarono le linee di Hohenlohe-Hohenlohe e Hohenlohe-Brauneck, prendendo il nome dai rispettivi castelli elevati a loro residenza. Quest'ultima si estinse nel 1390, e le sue terre passarono al Brandeburgo, mentre il resto venne diviso in molte altre linee collaterali, di cui, ad ogni modo, solo due meritano grande rilievo: gli Hohenlohe-Weikersheim e gli Hohenlohe-Uffenheim-Speckfeld. La linea di Hohenlohe-Weikersheim, discendeva dal Conte Crato I (m. 1313), e fu costretta a numerose divisioni, acquisendo però sempre maggiore importanza dalla morte dei conti Alberto e Giorgio nel 1551. A quell'epoca le linee di Hohenlohe-Neuenstein e Hohenlohe-Waldenburg vennero fondate dai figli del Conte Giorgio. Nel frattempo, nel 1412, la famiglia degli Hohenlohe-Uffenheim-Speckfeld si estinse, e le sue terre passarono per matrimonio ad eredi provenienti da altre famiglie nobili tedesche.

Le linee esistenti discendono da quelle originarie di Hohenlohe-Neuenstein e Hohenlohe-Waldenburg, fondate nel 1551. La prima divenne protestante, e mentre la seconda rimase cattolica. Della famiglia di Hohenlohe-Neuenstein, che ereditò Gleichen nel 1631, la linea principale si estinse nel 1805, mentre nel 1701 la linea minore si divise in tre nuove linee con le linee di Langenburg, Ingelfingen e Kirchberg. Kirchberg si estinse nel 1861, ma solo i membri delle famiglie di Hohenlohe-Langenburg e Hohenlohe-Ingelfingen continuano a sopravvivere tutt'oggi e in particolare Hohenlohe-Ingelfingen si divise in se stessa e nella linea di Hohenlohe-Öhringen. La famiglia cattolica degli Hohenlohe-Waldenburg si divise a sua volta in tre linee, ma due di queste si estinsero nel 1729. La linea sopravvissuta, quella di Schillingsfürst, venne divisa a sua volta nelle linee di Hohenlohe-Schillingsfurst e Hohenlohe-Bartenstein; seguirono altre divisioni, e vennero fondate le linee di Waldenburg, Schillingsfürst, Jagstberg, e Bartenstein. La famiglia degli Hohenlohe-Schillingsfürst entrò in possesso anche del Ducato di Ratibor e del Principato di Corvey, ereditati nel 1834.

Membri notabili della famiglia di Hohenlohe[modifica | modifica wikitesto]

Signori, Conti e Principi di Hohenlohe[modifica | modifica wikitesto]

Signori di Hohenlohe (1192-1266?)[modifica | modifica wikitesto]

  • 1192-1209 Enrico di Hohenlohe
diviso in Hohenlohe e Hohenlohe-Brauneck
  • 1209-1266? Goffredo di Hohenlohe
diviso in Hohenlohe-Weikersheim e Hohenlohe-Uffenheim

Signori di Hohenlohe-Brauneck (1209-1390)[modifica | modifica wikitesto]

diviso in Hohenlohe-Haltenbergstetten e Hohenlohe-Brauneck
  • 1249-1273 Goffredo I di Hohenlohe
  • 1273-1306 Goffredo II di Brauneck in Brauneck (m. 1312)
  • 1306-1354 Goffredo III di Brauneck in Brauneck
  • 1354-1368 Goffredo IV di Brauneck in Brauneck
  • 1368-1390 Corrado IV di Brauneck in Creglingen
    • la figlia di Corrado, Margherita, sposò il Conte Giovanni di Hardegg, Burgravio di Magdeburgo, al quale passò l'eredità dell'Hohenlohe-Brauneck.

Signori di Hohenlohe-Haltenbergstetten (1249-1381)[modifica | modifica wikitesto]

  • 1249-1268: Enrico di Brauneck-Neuhaus
  • 1268-1300: Gebeardo di Brauneck in Haltenbergstetten
  • 1300-1332: Ulrico I di Brauneck in Haltenbergstetten
  • 1332-1347: Ulrico II di Brauneck in Haltenbergstetten
  • 1347-1367: Ulrico III di Brauneck in Haltenbergstetten
  • 1367-1381: Ulrico IV

Signori di Hohenlohe-Weikersheim (1266-1450)[modifica | modifica wikitesto]

  • 1266-1313 Crato I di Hohenlohe
  • 1313-1344 Crato II di Hohenlohe
  • 1344-1371 Crato III di Hohenlohe
  • 1371-1429 Alberto I di Hohenlohe
  • 1429-1450 Crato V di Hohenlohe

Conti di Hohenlohe-Weikersheim (1450-1551)[modifica | modifica wikitesto]

  • 1450-1472 Crato V di Hohenlohe
  • 1472-1503 Crato VI di Hohenlohe
  • 1503-1551 Giorgio di Hohenlohe
    • diviso in Hohenlohe-Neuenstein e Hohenlohe-Waldenburg

Signori di Hohenlohe-Uffenheim (1266-1412)[modifica | modifica wikitesto]

  • 1266-1271 Alberto I du Hohenlohe
  • 1271-1290 Goffredo I di Hohenlohe-Uffenheim
  • 1290-1314 Alberto II di Hohenlohe
  • 1314-1359 Luigi di Hohenlohe
  • 1359-1387 Goffredo II di Hohenlohe
  • 1387-1412 Giovanni di Hohenlohe
    • Hohenlohe-Uffenheim passa alla sorella di Giovanni, Elisabetta, la quale aveva sposato il Conte Federico di Limburgo.

A questa linea appartennero anche i seguenti prelati:

Conti di Hohenlohe-Neuenstein (1551-1698)[modifica | modifica wikitesto]

  • 1551-1568 Luigi Casimiro di Hohenlohe-Neuenstein
  • 1568-1610 Volfango II di Hohenlohe-Neuenstein
    • 1586 divisa in Hohenlohe-Neuenstein (Filippo), Hohenlohe-Langenburg (Federico) e Hohenlohe-Weikersheim (Volfango II) 1591 alla morte di Federico i suoi domini passano a Filippo; Langenburg passa a Volfango II e Kirchberg a Filippo
  • 1610-1641 Crato di Hohenlohe-Neuenstein
    • 1610 alla morte di Volfango II divisione in: Hohenlohe-Neuenstein (Crato), Hohenlohe-Weikersheim (Giorgio Federico) e Hohenlohe-Langenburg (Filippo Ernesto)
  • 1641-1698 Volfango Giulio di Hohenlohe-Neuenstein, Generale Feldmaresciallo
    • estinzione della linea

Conti e Principi di Hohenlohe-Neuenstein-Öhringen (1641-1805)[modifica | modifica wikitesto]

  • 1641-1702 Giovanni Federico I di Hohenlohe-Neuenstein-Öhringen
  • 1702-1765 Giovanni Federico II di Hohenlohe-Neuenstein-Öhringen, dal 7 gennaio 1764 elevato alla dignità principesca
  • 1765-1805 Luigi Federico Carlo di Hohenlohe-Neuenstein-Öhringen
    • estinzione della linea, passaggio dei domini al Principe Federico Luigi di Hohenlohe-Ingelfingen

Conti di Hohenlohe-Langenburg (1610-1765)[modifica | modifica wikitesto]

Principi di Hohenlohe-Langenburg (1764-1918)[modifica | modifica wikitesto]

Capi della casa di Hohenlohe-Langenburg (dal 1918)[modifica | modifica wikitesto]

Conti e Principi di Hohenlohe-Ingelfingen (1699-1806)[modifica | modifica wikitesto]

  • 1699-1743 Cristiano Crato di Hohenlohe-Ingelfingen
  • 1743-1781 Filippo di Hohenlohe-Ingelfingen, dal 7 gennaio 1764 elevato alla dignità principesca
  • 1781-1796 Enrico Augusto di Hohenlohe-Ingelfingen
  • 1796-1806 Federico Luigi di Hohenlohe-Ingelfingen († 1818, 1806), Generale prussiano
    • 1805 passa al principato di Hohenlohe-Öhringen
  • 1806- Adolfo di Hohenlohe-Ingelfingen (1797-1873), militare e politico tedesco

Principi di Hohenlohe-Oehringen (1805-1897)[modifica | modifica wikitesto]

  • 1805-1806 Federico Luigi di Hohenlohe-Ingelfingen
  • 1806-1849 Augusto di Hohenlohe-Oehringen († 1853, 1849)
  • 1849-1897 Ugo di Hohenlohe-Öhringen, 1861 anche Duca di Ujest

Principi di Hohenlohe-Oehringen e Duchi di Ujest (1897-1918)[modifica | modifica wikitesto]

Capi della casa di Hohenlohe-Oehringen[modifica | modifica wikitesto]

  • 1918-1926 Cristiano Crato di Hohenlohe-Öhringen (1848-1926)
  • 1926-1945 Anselmo di Hohenlohe-Oehringen (1858-1945)
  • 1945-1962 Augusto di Hohenlohe-Oehringen (1890-1962)
  • 1962- Crato Anselmo Corrado di Hohenlohe-Oehringen (1933- )
  • Crato di Hohenlohe-Oehringen (* 1966)
  • Cristiano Crato di Hohenlohe-Oehringen (* 2007)[3]

Conti e Principi di Hohenlohe-Kirchberg (1699-1861)[modifica | modifica wikitesto]

  • 1699-1737 Federico Eberardo di Hohenlohe-Kirchberg
  • 1737-1767 Carlo Augusto di Hohenlohe-Kirchberg, 1764 elevato alla dignità principesca
  • 1767-1819 Cristiano di Hohenlohe-Kirchberg
  • 1819-1836 Luigi di Hohenlohe-Kirchberg
  • 1836-1861 Carlo di Hohenlohe-Kirchberg

Conti di Hohenlohe-Waldenburg (1551-1688)[modifica | modifica wikitesto]

  • 1551-1570 Eberardo di Hohenlohe-Waldenburg
  • 1570-1600 Giorgio Federico I di Hohenlohe-Waldenburg
  • 1600-1635 Giorgio Federico II di Hohenlohe-Waldenburg
    • 1615: passaggio all'Hohenlohe-Pfedelbach
  • (1635-1675 Cristiano di Hohenlohe-Waldenburg (1627-1675), dal 1667 cameriere imperiale)
    • 1688 divisione in Hohenlohe-Waldenburg-Bartenstein e Hohenlohe-Waldenburg-Schillingsfürst

Conti di Hohenlohe-Pfedelbach (1600-1728)[modifica | modifica wikitesto]

  • 1600-1650 Luigi Eberardo Hohenlohe-Pfedelbach (19 gennaio 1590 - 1650)
  • 1650-1681 Federico Crato von Hohenlohe-Pfedelbach (27 novembre 1623 - 7 aprile 1681)
  • 1681-1685 Ezechia di Hohenlohe-Pfedelbach (8 settembre 1631 - 6 febbraio 1685)
  • 1685-1728 Luigi Goffredo di Hohenlohe-Pfedelbach (6 dicembre 1668 - 18 settembre 1728)

Conti e Principi di Hohenlohe-Bartenstein (1688-1844)[modifica | modifica wikitesto]

Principi di Hohenlohe-Jagstberg (1798-1850)[modifica | modifica wikitesto]

  • 1798-1833 Carlo Giuseppe di Hohenlohe-Jagstberg
  • 1833-1850 Luigi di Hohenlohe-Jagstberg
    • 1844 Hohenlohe-Jagstberg unito all'Hohenlohe-Bartenstein
  • 1850- Alberto di Hohenlohe-Jagstberg

Principi di Hohenlohe-Bartenstein (1844-1918)[modifica | modifica wikitesto]

  • 1844-1850 Luigi di Hohenlohe-Jagstberg
  • 1850-1877 Carlo Luigi di Hohenlohe-Jagstberg
  • 1877-1918 Giovanni Federico di Hohenlohe-Jagstberg

Capi della casa di Hohenlohe-Jagstberg (1918-oggi)[modifica | modifica wikitesto]

  • 1918-1921 Giovanni Federico di Hohenlohe-Jagstberg
  • 1921-1996 Alberto di Hohenlohe-Jagstberg
  • seit 1996 Alessandro di Hohenlohe-Jagstberg
  • (erede: Carlo Alessandro di Hohenlohe-Jagstberg (* 1967))
  • (erede: Carlo Alfonso di Hohenlohe-Jagstberg (* 2007))

Conti di Hohenlohe-Waldenburg-Schillingsfürst (1635-1759)[modifica | modifica wikitesto]

  • 1635-1697 Luigi Gustavo di Hohenlohe-Waldenburg-Schillingsfürst
  • 1697-1759 Filippo Ernesto di Hohenlohe-Waldenburg-Schillingsfürst, dal 21 maggio 1744 elevato alla dignità principesca

Principi di Hohenlohe-Waldenburg-Schillingsfürst (1744-1918)[modifica | modifica wikitesto]

Capi della casa di Hohenlohe-Waldenburg-Schillingsfürst[modifica | modifica wikitesto]

  • 1918-1924 Federico Carlo di Hohenlohe-Waldenburg-Schillingsfürst
  • 1924-1982 Federico Carlo di Hohenlohe-Waldenburg-Schillingsfürst
  • 1982- Federico Carlo Hohenlohe-Waldenburg-Schillingsfürst

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Eintrag bei GeneAll.net
  2. ^ Eintrag bei GeneAll.net
  3. ^ Person Page 10872

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • A. F. Fischer, Geschichte des Hauses Hohenlohe (1866–1871);
  • K. Weller, Hohenlohisches Urkundenbuch. 1153–1350 (Stuttgart, 1899–1901)
  • K. Weller, Geschichte des Hauses Hohenlohe (Stuttgart, 1904). (W. A. P.; C. F. A.)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]