Hoffa - Santo o mafioso?

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Hoffa: santo o mafioso?)
Hoffa - Santo o mafioso?
Hoffa.JPG
Jimmy Hoffa al processo
Titolo originale Hoffa
Lingua originale Inglese
Paese di produzione Francia, USA
Anno 1992
Durata 140 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2.35:1
Genere biografico, giallo, drammatico
Regia Danny DeVito
Soggetto David Mamet
Sceneggiatura David Mamet
Produttore Caldecot Chubb, Danny DeVito, Wm. Barclay Malcolm, David Mamet, Edward R. Pressman, Harold Schneider
Produttore esecutivo Joseph Isgro
Casa di produzione Canal+, Jersey Films, Twentieth Century-Fox Film Corporation
Distribuzione (Italia) Penta Distribuzione, Cecchi Gori Home Video
Fotografia Stephen H. Burum
Montaggio Lynzee Klingman, Ronald Roose
Effetti speciali Jan Aaris, David Amborn, John Frazier, Rocky Gehr, Steve Luport, Frances Pennington, Arnold Peterson, Paul Ryan, Harold Selig, Roland Blancaflor
Musiche David Newman
Scenografia Brian Savegar
Costumi Deborah Lynn Scott
Trucco Don Abbinanti, John Blake, Milton Buras, Greg Cannom, Ve Neill, Kim Santantonio, Yolanda Toussieng, Keith VanderLaan
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Hoffa - Santo o mafioso? (Hoffa) è un film del 1992 basato sulla vita e sulla misteriosa morte del camionista e leader sindacalista Jimmy Hoffa. Benché registri i primi anni di Hoffa dal Michigan alla sua leadership a New York City e a Washington, D.C. fino alla sua morte in un sobborgo di Detroit, la maggior parte del film fu girata intorno a Pittsburgh con i punti di riferimento della città (come il Gateway Center nella scena dell'"Idlewild Airport") sotto forma di fondali per vari luoghi nel film.

Jack Nicholson interpreta James R. "Jimmy" Hoffa, con Danny DeVito nel ruolo di Robert "Bobby" Ciaro e di regista del film stesso. Il personaggio di Ciaro fu effettivamente spesso in associazione al personaggio di Hoffa durante quegli anni. Il film vede anche la partecipazione di John C. Reilly, Robert Prosky, Kevin Anderson, Armand Assante, J. T. Walsh ed il cameo di Tim Burton. La sceneggiatura è scritta da David Mamet. La colonna sonora originale è composta da David Newman. Il film è infine sottolineato dal sottotitolo "l'uomo che fu pronto a pagare il prezzo della povertà."

Trama[modifica | modifica sorgente]

La maggior parte del film è sperimentata come una serie di flashback, che iniziano con il primo incontro di Hoffa con Ciaro, e che finiscono con alcuni momenti prima della scomparsa di Hoffa.

All'inizio del film, si vede Ciaro di fronte al parcheggio di una trattoria. Siede nei sedili posteriori di una macchina, dove anche Hoffa è seduto. I due stanno aspettando altre persone con cui incontrarsi. Ciaro chiede ad Hoffa se vuole andarsene e riceve una sprezzante occhiata.

Quindi il primo flashback ha luogo, è il 1935. Un giovane Jimmy Hoffa esce dalla sua macchina e si avvicina ad un camion. Dentro, Ciaro sta facendo un sonnellino. Hoffa insiste perché Ciaro gli faccia fare un giro, mentre spiega a Ciaro i benefici di essere un camionista. Hoffa esce nell'area di servizio dopo aver dato a Ciaro la sua carta, dietro la quale è scritto "Dai a quest'uomo qualsiasi cosa di cui ha bisogno." Alcuni giorni dopo, Ciaro annuncia a lavoro di aver trovato Hoffa nel tentativo di organizzare i lavoratori. Quando il suo boss trova Hoffa insieme a lui, Ciaro viene licenziato. Ciaro si avvicina ad Hoffa, ma viene convinto dal socio di quest'ultimo, Billy Flynn, mentre sta mirando, di non ucciderlo. I due portano via Ciaro per poi uccidere con una bomba a mano un operaio non cooperativo. Flynn viene assassinato, e sia Hoffa che Ciaro affermano alla polizia che Flynn stava tentando di salvare la vita di qualcuno nella lavanderia quando il posto ha preso fuoco. Flynn muore alcuni momenti dopo e Ciaro diviene presto socio di Hoffa.

Il film ritorna ad Hoffa e Ciaro in attesa nella macchina. Parlano per alcuni momenti riguardo ai vecchi tempi di quando i due s'incontrarono. Quindi il film torna indietro ad uno sciopero dei camionisti. Quando gli scioperanti entrano in guerriglia contro la polizia, Hoffa viene preso da un paio di gangster per incontrare il boss mafioso locale. Ciaro, che parla italiano, lo accompagna. All'incontro, viene formata la prima alleanza tra i camionisti e la criminalità. A questo meeting, Hoffa incontra il giovane gangster Carol D'Allesandro, che sarebbe stata il suo alleato criminale per molti anni.

Il resto del film si occupa dell'ascesa di Jimmy Hoffa alla Presidenza della Fratellanza Internazionale dei Camionisti. Il film racconta dei problemi legali di Hoffa derivati dall'uso dei fondi per i camionisti per prestiti alla criminalità. Il film mostra un Congressuale all'ascolto di Hoffa, interrogato da Robert F. Kennedy. Molte delle linee di comunicazione usate nella scena dell'ascolto furono prese direttamente dalle trascrizioni di tale ascolto. Durante questa scena, la tensione tra i due uomini è chiaramente evidente nel film. Nel tempo le relazioni declinano, soprattutto dopo l'elezione del fratello di Robert Kennedy, John F. Kennedy, a Presidente e alla nomina di Robert Kennedy come Attorney General. La tensione culmina in un match carico di urla tra i due uomini nell'ufficio di Kennedy.

Il film continua con la dichiarazione di colpevolezza di Hoffa, e dei suoi collaboratori agli uffici federali. Brevemente si hanno scene del suo periodo in prigione. Ciaro viene rilasciato prima di Hoffa, ed inizia a lavorare su un modo per liberarlo. Ad un incontro tra Ciaro e D'Allesandro, il gangster suggerisce l'appoggio dei camionisti all'elezione di Richard M. Nixon per Presidente, con l'idea che se Nixon vince, un ufficiale favorevole si occuperebbe del rilascio di Hoffa. Successivamente, il film mostra Hoffa dopo il suo rilascio e la sua rabbia quando viene a conoscenza del fatto che non può partecipare ad attività sociali per dieci anni. D'Allesandro suggerisce a Ciaro di incontrarsi alla locale trattoria, che porta il film al punto in cui Ciaro ed Hoffa aspettano nella macchina.

Il film termina dando come possibile spiegazione del perché Hoffa sia scomparso nell'estate del 1975 il suo assassinio. Il libro che Hoffa legge alla fine del film è The Enemy Within: The McClellan Committee's Crusade Against Jimmy Hoffa and Corrupt Labor Unions di Robert F. Kennedy.

Critica[modifica | modifica sorgente]

Benché non sia stato ben ricevuto dalla critica, (recensione di Rotten Tomatoes 'in inglese') Hoffa - Santo o Mafioso? ha conquistato nomination al Premio Oscar per la miglior fotografia e trucco. La performance di Nicholson divide nettamente la critica, con l'attore ricevente di una nomination ai Golden Globes ma anche con una nomination per Peggior Attore ai Razzie Awards.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema