Ho sposato un calciatore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ho sposato un calciatore
Paese Italia
Anno 2005
Formato miniserie TV
Genere commedia
Puntate 4
Durata 400 min
Lingua originale italiano
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio
Colore colore
Audio stereo
Crediti
Regia Stefano Sollima
Sceneggiatura Francesca Alvino, Stefano Bises
Interpreti e personaggi
Fotografia Paolo Carnera
Montaggio Alberto Lardani
Musiche Pivio e Aldo De Scalzi
Scenografia Paola Bizzarri
Costumi Nicoletta Ercole
Prima visione

Ho sposato un calciatore è una miniserie televisiva italiana trasmessa da Canale 5 nel 2005. Non avendo ottenuto il successo atteso non vi è stato alcun seguito. Dal febbraio 2012 è trasmessa in replica su La 5.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La miniserie Ho sposato un calciatore parla della vita dei famosi calciatori, mostra come essi siano imprigionati, insieme alle mogli e alle famiglie, in una gabbia, come la loro esistenza sia un vero e proprio incubo. La miniserie mostra come la vita dei calciatori in modo totalmente opposto a come la gente pensa che sia. Liti familiari, tradimenti, separazioni, e anche qualche tentato omicidio.

In particolare si narrano da vicino le vicende di alcuni giocatori della squadra immaginaria dell'Olimpia. Il capitano Bruno Caracci, bandiera della squadra ma ormai sul viale del tramonto, nel suo rapporto con la moglie Tonia. Vito Palma con la moglie Anna, alle prese con un figlio che in giovane età abbandonarono perché erano troppo poveri e che è stato adottato da un'altra donna. Miriam, la sorella di Anna, seppur minorenne, ha una relazione con Caracci prima di incontrare l'italo-argentino Jorge Vildoza. Il terzino Luca Martelli con la promessa sposa Crystal Ferrari, starlette dei calendari sexy.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione