Hiroshi Teshigahara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Hiroshi Teshigahara (Chiyoda, 28 gennaio 1927Tokyo, 14 aprile 2001) è stato un regista e sceneggiatore giapponese.

Vita e carriera[modifica | modifica wikitesto]

Teshigahara nasce a Tokyo, figlio del fondatore e gran maestro della Sogetsu School di ikebana. Nel 1950 si laurea alla Tokyo University of Fine Arts ed inizia a lavorare nel campo dei documentari. Diresse il suo primo lungometraggio, Otoshiana (1962), in collaborazione con l'autore Kobo Abe e col musicista Toru Takemitsu. Il film vinse il NHK New Director's award, e nel corso del 1960 continuò a collaborare con Abe e Takemitsu, perseguitando, al contempo, il suo interesse per la scultura.

Nel 1965 il film La donna di sabbia (1964) fu nominato all'Oscar come miglior film straniero e vinse il Premio Speciale della Giuria al Festival di Cannes. Nel 1972 Teshigahara lavorò con il ricercatore John Nathan per la realizzazione di Summer Soldiers, un film sui disertori americani che vivono ai margini della società giapponese, ambientato durante la guerra del Vietnam. Dalla metà del 1970 in poi lavorò sempre meno frequentemente nel cinema, concentrandosi su documentari e mostre e diventando gran maestro alla Sogetsu School nel 1980. Nel 1978, Hiroshi Teshigahara diresse gli ultimi due episodi della celeberrima serie televisiva Shin Zatouichi, con Shintaro Katsu nel ruolo dello Yakuza cieco.

Akira Kurosawa, durante una pausa cinematografica di cinque anni, nella quale vide molta televisione, fu molto colpito dall'episodio finale di Shin Zatouichi. diretto da Teshigahara, che fu ispiratore per il suo film Kagemusha.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 25955067 LCCN: n82121917