Hipposideros coronatus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Hipposideros coronatus
Immagine di Hipposideros coronatus mancante
Stato di conservazione
Status none DD.svg
Dati insufficienti[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Hipposideridae
Genere Hipposideros
Specie H.coronatus
Nomenclatura binomiale
Hipposideros coronatus
Peters, 1871

Hipposideros coronatus (Peters, 1871) è un pipistrello della famiglia degli Ipposideridi endemico delle Filippine.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Pipistrello di medie dimensioni, con la lunghezza totale tra 81 e 83 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 47 e 51 mm, la lunghezza della coda tra 27 e 29 mm, la lunghezza del piede tra 9 e 10 mm, la lunghezza delle orecchie tra 15 e 17 mm e un peso fino a 9,5 g.[3]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Le parti dorsali sono marroni, talvolta con dei riflessi arancioni e con la base dei peli più chiara, mentre le parti ventrali sono bruno-giallastre chiare. Le orecchie sono relativamente corte, con una leggera concavità sul bordo posteriore appena sotto l'estremità arrotondata. La foglia nasale presenta una porzione anteriore priva di fogliette supplementari, una porzione posteriore con il margine superiore semicircolare e priva di setti. È presente una sacca frontale distinta. La coda è lunga e si estende leggermente oltre l'ampio uropatagio.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Si rifugia all'interno di grotte calcaree.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre di insetti.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa sulle isole filippine di Bohol, Mindanao, Polillo e Samar.

Vive nelle foreste secondarie a circa 330 metri di altitudine.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato che ci sono ancora poche informazioni circa il suo areale, lo stato della popolazione e i requisiti ecologici, classifica H.coronatus come specie con dati insufficienti (DD).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Gomez, R., Ong, P., Rosell-Ambal, G., Tabaranza, B., Heaney, L., Bennett, D. & Esselstyn, J. 2008, Hipposideros coronatus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Hipposideros coronatus in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Ingle & Heaney, 1992, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi