Hilma Granqvist

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Hilma Granqvist (Sipoo, 17 luglio 18901972) è stata un'antropologa e sociologa finlandese.

Appartenente alla minoranza parlante svedese, condusse ricerche di campo in Palestina. Studiò con Edvard Westermarck.

Studi[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni venti del XX secolo la Granqvist giunse nel villaggio di Arṭās, a una ventina di minuti a piedi da Betlemme (1,5 km di distanza), nell'allora Palestina mandataria, per condurvi ricerche sulle donne nell'Antico Testamento. Si era recata in Palestina "per cercarvi gli antenati ebraici dei personaggi delle Sacre Scritture". Ciò che ella invece rintracciò fu un popolo palestinese con una distinta cultura e un distinto modo di vivere. Cambiò allora l'oggetto della sua ricerca per condurre a termine una piena indagine sui costumi, le abitudini e il modo di pensare della popolazione di quel villaggio. La Granqvist vi restò fino al 1931, documentandone ogni aspetto di vita. Così facendo scattò centinaia di fotografie",[1] diventate imprescindibili documenti di grande rilevanza storica.

Di notevole interesse sono i suoi studi sulle classi di età femminili in funzione del matrimonio, con la documentazione di un preciso lessico che è oltremodo utile anche per gli studiosi di dialettologia araba.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Other Palestines 24-30 May 2001, Al-Ahram Weekly Online

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • 1931: Marriage conditions in a Palestinian village: I. 200 p., Ill. Helsingfors, Societas Scientiarum Fennica
  • 1935: Marriage conditions in a Palestinian village: II. 366 p., Ill. Helsingfors, Societas Scientiarum Fennica
  • 1947: Birth and childhood among the Arabs: studies in a Muhammadan village in Palestine, Helsingfors, Söderstrøm Reprinted 1975, New York, AMS Press. ISBN 0-404-57447-5
  • 1950: Child problems among the Arabs: studies in a Muhammadan village in Palestine, Helsingfors, Söderstrøm
  • 1965: "Muslim death and burial: Arab customs and traditions studies in a village in Jordan", 287 p., Helsingfors, Societas Scientiarum Fennica
  • 1981: Portrait of a Palestinian village: the photographs of Hilma Granqvist, editor: Karen Seger; with a foreword by Shelagh Weir, 175 p. Mainly ill. London, Third World Centre for Research and Publishing ISBN 0-86199-006-4

Su Hilma Granqvist[modifica | modifica wikitesto]

  • (SV) Jarkko Willman (1997): Ideal och verklighet: Hilma Granqvists studier av "Kvinnorna i Gamla testamentet" åren 1921-1925, Åbo, Åbo Akademi ISBN 952-12-0033-2
  • Shelagh Weir (1975): Hilma Granqvist and Her Contribution to Palestine Studies, Bulletin of the British Society for Middle Eastern Studies 2\ 1, 6-13.
  • Jarkko Willman (1997): Ideal och verklighet: Hilma Granqvists studier av "Kvinnorna i Gamla testamentet" åren 1921-1925 Åbo : Åbo Akademi ISBN 952-12-0033-2, (In Swedish)
  • Shelagh Weir (2012): A pioneering anthropologist in Palestine, The Middle East in London, vol 8, N. 4 April-May 2012, 16-17.
  • Falestin Naili (2007): L’oeuvre de Hilma Granqvist: L’Orient imaginaire confronté à la réalité d’un village palestinien, Revue d’Etudes Palestiniennes, 105, 74-84.
  • Falestin Naili (2008): Hilma Granqvist, Louise Baldensperger et la “tradition” de rencontre au village palestinien d’Artas, Civilisations 57, 126-138.
  • Rosanna Sirignano (2012): Mother and Child in Palestine: the Artas material in Hilma Granqvist's Nachlass at the Palestine Exploration Fund " Studi Interculturali 3\2013, pp. 159-181, Mediterránea, Centro di Studi Interculturali, Trieste. ISBN 978-1-291-59885-8

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 110025882