High Museum of Art

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
High Museum of Art
progettato da Richard Meier
progettato da Richard Meier
Tipo Arte
Data fondazione 1905
Indirizzo 1280 Peachtree Street, N.E., Atlanta, Georgia 30309
Sito http://www.high.org/

L'High Museum of Art (Atlanta, Georgia) è un museo statunitense fondato nel 1905. È il principale museo dell'area sud-est degli Stati Uniti d'America ed uno dei musei d'arte più visitati del Paese[1].

L'ala nuova del museo, progettata da Renzo Piano
Una sala interna del museo

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il museo fu fondato nel 1905 col nome Atlanta Art Association. Nel 1926 la famiglia High, dal quale il museo prende il nome, donò la casa di famiglia su Peachtree Street per ospitare la collezione, a seguito di una serie di mostre organizzate da J. J. Haverty che coinvolsero anche la Grand Central Art Galleries. Molti pezzi della collezione Haverty sono ora in esposizione permanente all'High Museum of Art. Nel 1955 un edificio separato per il Museo fu costruito adiacente alla casa. Il 3 giugno 1962 i maggiori mecenati di Atlanta morirono nello schianto di un Boeing 707 in Francia, mentre erano in viaggio per sponsorizzare il museo. Durante la loro visita a Parigi, i mecenati avevano ammirato il dipinto La madre, di James Abbott McNeill Whistler, esposto al Louvre. Nell'autunno del 1962, come gesto di buona volontà ai cittadini di Atlanta, il Louvre inviò il dipinto ad Atlanta per farlo esporre all'Atlanta Art Association[2]. In memoria delle vittime dell'incidente, il governo francese donò al museo la scultura di Auguste Rodin dal titolo Rodin The Shade.

L'edificio[modifica | modifica sorgente]

La costruzione dell'edificio che ospita oggi il museo è iniziata nel 1980 e finita nel 1983. Il progetto, premiato nel 1984 col Premio Pritzker[3], è stato realizzato dall'architetto Richard Meier. Come quasi tutte le costruzioni di Meier, anch'essa è bianca, ricoperta in questo caso da pannelli d'acciaio smaltati, con una scala esterna a pianta quadrata. Oltre alla sala espositiva troviamo un bar, un auditorium e altri tipi di ambienti. Una rampa di scala posta in diagonale collega la strada con l'ingresso e questo fa sì che l'illusione ottica renda lo spazio antistante dell'edificio più grande.

La collezione[modifica | modifica sorgente]

L'esposizione permanente dell'High Museum of Art comprende più di 11.000 opere d'arte, incluse opere di artisti statunitensi del XIX e XX secolo, artisti europei, opere di arte decorativa, arte moderna e contemporanea, fotografia. In esposizione permanente sono anche opere di Giovanni Bellini, Albrecht Dürer, Giovan Battista Tiepolo, Antoine-Louis Barye, Claude Monet, Camille Pissarro, Jean-Baptiste Camille Corot, Henri de Toulouse-Lautrec, Martin Johnson Heade, Dorothea Lange, Clarence John Laughlin, e Chuck Close.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Museum attendance rises as the economy tumbles" su theartnewspaper.com. URL consultato il 18 gennaio 2012.
  2. ^ www.uni-leipzig.de. URL consultato il 18 gennaio 2012.
  3. ^ L'annuncio sul sito ufficiale del premio, pritzkerprize.com. URL consultato il 18 gennaio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]