Hideo Kojima

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
« Se l'uomo è composto per il 70% di acqua, allora io sono fatto per il 70% di cinema. »
(Hideo Kojima[1])
Hideo Kojima nel 2007 ad una delle anteprime di Metal Gear Solid 4: Guns of the Patriots.

Hideo Kojima (小島 秀夫 Kojima Hideo?) (Setagaya, 24 agosto 1963) è un autore di videogiochi giapponese. Tra i videogiochi da lui realizzati spicca la saga di Metal Gear. È inoltre stato vicepresidente della software house Konami, prima di abbandonarla, per inserirsi nella Kojima Productions.

Durante l'infanzia sviluppa una forte passione per il cinema e per libri d'avventura e d'azione di impronta statunitense. Viene assunto dalla Konami nel 1986, per la quale realizza nel 1987 Metal Gear per piattaforma MSX, titolo che getta le basi di quella che è la sua serie più conosciuta e apprezzata. Il titolo che lo consacra definitivamente come uno dei più geniali game designer della storia, è Metal Gear Solid, uscito in Europa nel 1999 per la piattaforma PlayStation. Attualmente è a capo dello studio Kojima Productions, ex Konami Computer Entertainment Japan West.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Nato nei pressi di Tokyo, fin da ragazzo mostra interesse per la regia, ma viene assunto nel 1986 dal produttore di videogame Konami, come progettista per giochi destinati all'MSX.

Il primo gioco su cui lavora (come assistente regista), è Penguin Adventure, mentre il primo gioco sviluppato autonomamente è Lost World, nel 1986, un platform game incentrato sulla guerra e con protagonista una lottatrice di wrestling mascherata; tuttavia, questo gioco non vedrà mai la luce poiché cancellato dalla stessa Konami.

Metal Gear, nel 1987, riscuote un enorme successo sul sistema MSX 2. Nonostante le importanti vendite della console in paesi come il Giappone, l'MSX non riesce a fare presa sul pubblico americano, che potrà giocare Metal Gear solo nella sua reincarnazione per NES. Il gioco è incentrato su Solid Snake, un esperto soldato speciale mandato nello stato fortificato di "Outer Heaven" per fermare un carro armato semovibile dotato di armi nucleari conosciuto come "Metal Gear". Il gioco divenne famoso come il primo videogioco stealth, nel quale il giocatore è incoraggiato ad evitare lo scontro e il contatto visivo con il nemico. Kojima realizza inoltre nel 1988, Snatcher, un'avventura grafica (acclamata dalla stampa videoludica) di ambientazione cyberpunk e basata sui temi della guerra fredda.

Nel 1990 Kojima lavora a Metal Gear 2: Solid Snake, un'esclusiva per MSX nel mercato giapponese. Il gioco viene acclamato dalla critica per il sofisticato gameplay e la trama intricata. Nel nuovo prodotto viene posto grande interesse nella caratterizzazione dei personaggi soprattutto in rapporto alla trama immersiva, obiettivi che vengono perseguiti attraverso l'introduzione di parti esclusivamente narrative riguardanti la guerra e i suoi effetti. Ciò è da ricondursi alla passione di Kojima per il cinema; le sue produzioni sono spesso infatti molto più vicine al racconto cinematografico che ad un videogioco. Ciò ha portato in seguito ad incomprensioni coi fan della serie, che hanno criticato l'impronta fortemente cinematografica di Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty realizzato nel 2001[senza fonte]. Altri cambiamenti hanno riguardato il miglioramento dell'intelligenza artificiale e il comportamento dei soldati nemici, l'abilità di strisciare e l'introduzione del radar. Nonostante il successo del gioco in Giappone, non fu rilasciato nel mercato occidentale fino alla sua inclusione in Metal Gear Solid 3: Subsistence nel 2006.

Kojima Productions[modifica | modifica sorgente]

Il 1º aprile 2005, dopo che la Konami fuse tra loro molte delle sue filiali, il team di Kojima venne chiamato "Kojima Productions". La nascita del team permise a Kojima di focalizzarsi solamente sulla creazione di videogiochi e di abbandonare le responsabilità economiche ed amministrative che gli erano richieste in quanto vicepresidente della Konami. La Kojima Productions ha finora realizzato otto videogiochi: Metal Gear Solid 3: Subsistence, Metal Gear Acid 2, Metal Gear Solid: Digital Graphic Novel, Metal Gear Solid: Portable Ops, Metal Gear Solid 4: Guns of the Patriots, Metal Gear Solid: Peace Walker, Lunar Knights e Kabushiki Baibai Trainer Kabutore (uscito solo in Giappone).

Un gioco in lavorazione è Project 'S'.

Oltre a questi progetti già rivelati, Kojima ed il suo team sono al lavoro per un gioco da proporre sulla console Wii. Dopo aver visto il controller della console, Kojima ha mostrato molto interesse sulle possibilità offerte agli sviluppatori ed ha inoltre affermato la sua volontà di creare un gioco che sfrutti le caratteristiche di Wii. Nessun altro dettaglio è stato finora rivelato su questo progetto, ma è possibile che si tratti del già citato Project 'S'.

Kojima ha personalmente richiesto che Solid Snake apparisse in Super Smash Bros. Melee, ma ciò non fu possibile perché il gioco era ormai in uno stadio di lavorazione troppo avanzato per l'aggiunta di un nuovo personaggio. La sua richiesta è stata però accolta con l'imminente Super Smash Bros. Brawl per Nintendo Wii.

Nel 2008 Kojima riceve a Londra da Keith Pullin, editor del Guinness dei primati dei videogiochi, il certificato del Guinness World Records: Gamer's Edition 2008 divenendo il secondo game designer ad entrare nei primati, e in seguito l'MTV Lifetime Achievement Award.

Produzioni[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Nella serie di Metal Gear, Kojima si dimostra in varie occasioni un appassionato di cinema (a 11 anni ebbe un'inclinazione verso il cinema e la scrittura, che lo portò alla realizzazione un cortometraggio in 8 mm tratto dai suoi racconti di fantascienza):

  • L'aspetto di Big Boss è stato preso come modello da quello del famoso attore Sean Connery, mentre quello del colonnello Roy Campbell dal colonnello Trautman della quadrilogia di Rambo. Inoltre il protagonista Solid Snake ha diverse somiglianze, sia fisiche che caratteriali, con l'attore Clint Eastwood. In Metal Gear Solid 4 Solid Snake ha un invecchiamento precoce e anche il personaggio cambia: sembra somigliare molto infatti a Lee Van Cleef nei film di Sergio Leone.
  • Il cognome Emmerich viene da Roland Emmerich, regista di film di catastrofi preferito da Kojima
  • I nomi Jack e Rose sono quelli dei protagonisti di Titanic, mentre quelli di Hal (Emmerich/Otacon) e Dave (David, cioè Solid Snake) da 2001: Odissea nello spazio.
  • Il Pliskin del nome in codice utilizzato da Snake in Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty, Iroquois Pliskin, e in qualche modo l'aspetto fisico, derivano dal protagonista di 1997: fuga da New York, Snake Plissken (Tradotto in Italia come Iena Pliskin). È da tenere presente anche il fatto che in un'intervista Kojima ha affermato di essersi basato su tale personaggio per il character design di Solid Snake e Big Boss.
  • Sulla copertina di Metal Gear, Snake era stato disegnato secondo le caratteristiche dell'attore Michael Biehn. L'illustrazione è quasi un'esatta riproduzione di un fotogramma del primo film di Terminator, cosa non insolita per i videogiochi del periodo.
  • In Metal Gear Solid 3, dopo aver salvato i dati, Para Medic è solita parlare dei suoi film preferiti.
  • È possibile reclutare Kojima in Metal Gear Solid Peace Walker nel deposito dei camion, una volta reclutato, egli verrà chiamato semplicemente "Hideo"
  • In Metal Gear Solid, durante lo scontro con Psycho Mantis, appare per due volte una schermata nera con la scritta "Hideo" in verde in alto a destra.
  • Il 7 dicembre 2012, agli Spike Video Game Awards, è stato mostrato il trailer di The Phantom Pain, pubblicato da una casa videoludica sconosciuta svedese di nome Moby Dick Studio, il cui capo è un certo Joakim Mogren. Curiosamente non si è mai sentito parlare né di questo tale, né della suddetta casa nel campo dei videogame. Nel trailer vi sono vari riferimenti alla saga di Metal Gear: il protagonista assomiglia vagamente a Liquid Snake, la sagoma di un uomo ricorda quella di Volgin, un altro ha la stessa maschera anti gas di Psycho Mantis. Oltretutto alla fine del trailer, quando appare la scritta The Phantom Pain, si intravedono delle linee che si sovrappongono ad alcune lettere. Se si fa bene attenzione tali linee formano la parola "METAL GEAR SOLID V". Viene confermata alla fine la partecipazione di Kojima nel progetto e viene rivelato che il protagonista è Big Boss.
  • Dopo l'uscita del gameplay di Grand Theft Auto V, Kojima si è definito stupefatto per quanto il nuovo videogioco targato Rockstar Games permetta di fare. Ha inoltre aggiunto che non sa se la sua prossima creatura, Metal Gear Solid V: The Phantom Pain, possa riscuotere lo stesso successo. [2]
  • I cinque giochi che lo hanno più influenzato e che ritiene memorabili, secondo un'intervista a The Yomiuri Shinbun[3] sono:
  • Nel 2014 Hideo Kojima ha rivelato i suoi 5 film preferiti, e che più hanno influenzato le sue opere:[4]
  • Studiò economia al college, ma ciò non ebbe assoluta utilità per lui.

Note[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 66671040 LCCN: nb2008026982