Hey Baby

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hey baby
Heibebi.png
Screenshot del video
Artista No Doubt
Tipo album Singolo
Pubblicazione 29 ottobre 2001
Durata 3 min : 26 s
Album di provenienza Rock Steady
Genere[1] Dance rock
Pop rock
Ska punk
Third wave of ska
Post-grunge
Alternative rock
Etichetta Interscope Records
Produttore Philip Steir, Sly & Robbie, No Doubt
Registrazione 2001
Formati CD
No Doubt - cronologia
Singolo precedente
(2000)
Singolo successivo
(2002)

Hey Baby è una canzone pop del gruppo musicale californiano No Doubt, pubblicata come primo singolo estratto dal quinto album della band, Rock Steady del 2001.

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

Il brano, uno dei primi scritti per Rock Steady, è stato scritto da Gwen Stefani, Tony Kanal, Tom Dumont e Bounty Killer; prodotto da Sly & Robbie con i No Doubt e Mark "Spike" Stent; registrato da Dan Chase e mixato da Mark "Spike" Stent.

La canzone è fortemente influenzata dalla dancehall giamaicana, presente durante i party che venivano organizzati dopo le tappe del tour legato all'album Return of Saturn. Il brano è stato pubblicato come singolo di lancio dell'album nell'ottobre 2001 ed è stato un enorme successo commerciale, arrivando a raggiungere la posizione numero 5 della Billboard Hot 100. Hey Baby ha inoltre vinto il Grammy Award nel 2003 come miglior performance pop di un gruppo.

L'intro del brano (che ricorda quello della canzone Jungle Love della Steve Miller Band) è stato registrato presso il Toast Studio di San Francisco con il produttore Philip Steir, mentre la parte cantata e le melodie sono state registrate successivamente in casa di Tom Dumont a Los Angeles. Solo per ultimo fu aggiunta la parte di Bounty Killer, rapper giamaicano che era entrato in contatto con la band tramite i produttori Sly & Robbie.

Video[modifica | modifica wikitesto]

Il videoclip della canzone è stato diretto da Dave Meyers. Protagonisti sono i membri del gruppo, che durante un viaggio in bus, si fermano in un locale dove si sta tenendo una festa. Mentre Tony Kanal si fa delle foto con delle ragazze, Adrian Young si guadagna dei soldi (che userà Kanal per pagare il fotografo) appendendosi a degli anelli completamente nudo. Tom Dumont sconfigge una donna al tavolo in un gioco di resistenza nel bere, mentre Gwen Stefani è mostrata a cantare prima da sola, poi insieme a Bounty Killer. Ci sono anche dei frammenti in cui il gruppo balla e canta su uno sfondo nero con le lettere che compongono il titolo dell'album Rock Steady colorate di bianco e rosse, o su un altro sfondo rosso blu e bianco.

Il video è stato girato in tre giorni a Boyle Heights (Los Angeles). La scena che vede protagonista Dumont è ispirata a una scena del film I predatori dell'arca perduta.

Il video si è aggiudicato il premio MTV Video Music Awards nelle categorie "best pop" e "best group" nel 2002.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Australian CD maxi single
  1. Hey Baby
  2. Hey Baby (The Homeboy mix)
  3. Ex-Girlfriend (The Psycho Ex mix)
  4. Hey Baby (video)
British CD maxi single
  1. Hey Baby
  2. Hey Baby (Fabian remix)
  3. Ex-Girlfriend (Philip Steir remix)

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

classifica (2001) Peak
position[2]
U.S. Billboard Top 40 Mainstream 1
U.S. Billboard Top 40 Tracks 2
U.S. Billboard Adult Top 40 10
classifica (2002) Peak
position
Australian Singles Chart 7
Austrian Singles Chart 12
Brazilian Singles Chart 9
Dutch Top 40 13
French Singles Chart[3] 47
German Singles Chart 8
Italian Singles Chart 11
Norwegian Singles Chart 3
Swedish Singles Chart 17
Swiss Singles Chart 11
UK Singles Chart 2
U.S. Billboard Hot 100 5

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Ospiti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda sull'album Rock Steady da allmusic.com
  2. ^ Italiancharts.com
  3. ^ No Doubt Feat. Bounty Killer - Hey Baby (Song). LesCharts.com. Ultimo accesso: 9 gennaio 2007.
Punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk