Hey Arnold!: The Movie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hey Arnold!: The Movie
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 2002
Durata 73
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Tuck Tucker
Casa di produzione Nickelodeon Movies
Musiche Jim Lang

Hey Arnold!: The Movie (Il Film) è una commedia/film d’azione animata basata sulla serie animata Hey, Arnold!. Il film è stato rilasciato nei cinema il 28 giugno del 2002 dalla Paramount Pictures, Amblin Entertainment, Columbia Pictures e Nickelodeon Movies.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il film si apre con Arnold e Gerald che tornano a casa con un Pallone da basketball sgonfio causato dalla sconfitta alla partita di basketball da parte di Wolfgang e la squadra della quinta classe. Prima che Arnold torni a casa, vede moltissima gente radunata vicino al Sig. Green ad uno dei suoi vicini il quale parla a proposito di qualcosa. Il Sig. Green, spiega che un imprenditore di una grossa multinazionale(della FTi – Future Tech Industries) vuole comprare tutto l’isolato per raderlo al suolo, al fine di trasformarlo in un centro commerciale. Arnold propone allora una propaganda contro la FTi al fine di convincere tutti a non vendere. La situazione si concentra successivamente verso Helga, che tornata a Casa, trova suo padre (Big Bob Pataki), che sta discutendo con alcuni uomini della FTi, tra cui Nick Vermicelli (Manager di Big Bog nella Serie). Il Sig. Pataki viene convinto a costruire un negozio di cercapersone all’interno del centro commerciale di Scheck dal nome Big Bob's Super Beeper Emporium. Helga cerca di convincere il proprio padre a lasciare le cose così per come stanno poiché spiega anche molti sarebbero costretti a vendere e a trasferirsi, ma Big Bob, non vuole sentire ragioni, sostiene anzi che con la sua nuova attività imprenditoriale, essi potranno vivere nel lusso e che potranno permettersi tutto ciò che desiderano.Di Seguito si ritorna ad Arnold che l’indomani comincia la campagna di protesta contro la FTi (Senza molto successo). Trascorsi 24 giorni ai ragazzi dell’isolato viene in mente di organizzare un party all’aperto chiamato “Blocco Selvaggio” in cui si esibiscono tutti i pensionandi, compresi i nonni in un concerto. Poco dopo arrivano le forze speciali (la S.W.A.T.) che nel film è curiosamente chiamata S.P.A.T., i quali arrestano la nonna di Arnold e demoliscono tutte le bancarelle. Il giorno successivo alla sala giochi (“L’arcade”) Gerald, spiega ad Arnold che non sempre si può vincere e lo consola dicendogli che ha fatto del suo meglio. Più tardi Arnold torna a casa ma non trova la nonna, poiché essa tenta di evadere di continuo (credendo che sia un gioco), difatti la riportano in cella quattro volte. Salendo su per le scale Arnold, nota i pensionandi che sistemano le cose in degli scatoloni, poi salito in camera con sua amara sorpresa, trova il nonno che sta pensando a sistemare la sua roba in alcune scatole nonostante non abbia ancora venduto. I due allora si soffermano a parlare ed esce fuori che la pensione venne vinta dal bisnonno di Arnold ad una partita a carte, quindi procedendo con la sua storia il nonno racconta che quella casa fu di proprietà di un membro della rivolta dei pomodori, rivolta causata dalle tasse elevate che la Britannia aveva imposto sui pomodori. I Cittadini si rivoltarono contro i soldati, vennero quindi mandate le giubbe rosse con l’ordine di arrestarli da parte del governatore Arcibald Von Sheck. A quel punto Arnold esclama “Von Sheck?!?” e il nonno risponde dicendo che magari fosse un suo avo. Comunque la storia continua con la sconfitta delle giubbe rosse. Arnold allora convince il nonno a non vendere perché pensa che vi sia un documento che garantisce all’isolato il diritto di patrimonio storico, infatti il nonno conferma che vi fosse un documento del genere ma che fosse andato perduto. Il giorno seguente Arnold e Gerald si recano dal Sig. Bealy, l’unico che può aiutarli alla ricerca del documento ma quest’ultimo mostratosi dapprima indisponente, finirà per cedere con un piccolo trucchetto escogitato dai ragazzi. Messosi al lavoro il Sig. Bealy ricerca le informazioni necessarie ma nonostante ciò il computer indica che l’ubicazione del documento è sconosciuta e i due ragazzi si perdono d’animo. Il sig. Bealy allora per aiutarli, consiglia loro di andare dal coroner dicendo loro che però è un po’ tocco, (cioè che non ha tutte le rotelle a posto), ma che è un vero patito dalla storia. I due ragazzi giungono quindi alla casa del Coroner e Gerald un po’ spaventanto dapprima decide di andarsene con la scusa che non vi sia nessuno dentro, ma poi insieme i due entrano nella “COLD ROOM” ossia la camera mortuaria, dove il coroner li spaventa poiché stava riposando sotto un lenzuolo quasi come se fosse un cadavere. Successivamente il coroner spiega loro che la rivolta fu un avvenimento storico di una grande importanza per la nascita della loro città, spiegando inoltre che il documento venne acquistato da una grande Multi Nazionale, di cui non conosceva il nome. I due ragazzi imboccano l’autobus in cui incontrano il conducente Murray assai acido verso i ragazzi. Giunti all’indirizzo prestabilito scoprono che il documento è in mano alla FTi e increduli decidono di andare a parlare con il Sig. Sheck, ma vengono fermati dal capo della vigilanza il quale dapprima dice loro che bisogna prendere appuntamento, e subito dopo che il Sig. Sheck non prende appuntamento poiché i due ragazzi volevano prendere appunto appuntamento. Silenziosamente i due riescono ad intrufolarsi per i corridoi, ma le telecamere della FTi riescono a sorprenderli, quindi il Sig. Scheck chiede al capo della vigilanza di portarli nel suo ufficio. Rimproverato e cacciato il capo della vigilanza, i due ragazzi, discutono con Sheck e Arnold menziona il documento. Sheck allora tenta di imbrogliarli dicendo loro di aver fatto svolgere delle ricerche, con il risultato che il documento non esiste. Gerald allora si rifiuta di credere alla storia di Sheck col risultato che sia lui che Arnold vengono cacciati fuori. Poco dopo che se ne vanno Sheck chiama il suo socio Vermicelli, avvertendolo di fare attenzione a un ragazzo con "lo spazzolone in testa" e uno con la testa dalla forma "ovale". Quella sera i due ragazzi persisi d'animo, vengono contattati da un informatore chiamato "Voce Profonda" il quale rivela loro che Vermicelli ha la chiave per aprire la cassetta di sicurezza in cui è nascosto il documento (cassetta che si trova alla FTi), a tal proposito i due ragazzi decidono di elaborare un piano e Gerald, suggerisce di andare a far visita ad una certa Bridget, la quale può fornire loro l'equipaggiamento di cui hanno bisogno. Giunti al molo premendo un bottone i due si ritrovano nel covo della spia, la quale dà il suo contributo per salvare il quartiere fornendo loro, l'equipaggiamento hi-tech gratis. I due quindi si dirigono alla ricerca di Vermicelli, il quale si rifugia in un locale dove non sono ammessi i minori di 21 anni, così decidono di fingersi dei camerieri e di entrare dal retro e di nascondersi sotto un tavolo. Vermicelli è impegnato in una discussione con una misteriosa donna, e l'argomento verte su una "chiave" quindi i due con un particolare strumento riescono a carpire le informazioni a Vermicelli, tuttavia Gerald combina un pasticcio e posiziona su "Trasmetti" anziché "Ricevi" lo strumento spia, così all'altoparlante si sente nick dire: "Non Preoccuparti per la chiave", quindi l'uomo, non capendo cosa succeda, si infuria e scambia Arnold e Gerald due camerieri, intimando loro di portargli subito loro qualcosa da bere. Tuttavia ad Arnold si staccano i baffi finti, cosa che provoca l'insospettimento di Vermicelli, il quale arriverà a capire troppo tardi per lui che si trattava del ragazzino che Sheck stava cercando. I due ragazzi pedinano Vermicelli fino a casa il quale fino alle 2:00 del mattino, è intento a guardare la televisione, anche se ad un certo punto riceve la telefonata da parte di Big Bob il quale dopo aver letto il contratto capisce di essere stato truffato, ma Vermicelli non ne vuole sapere, così gli chiude il telefono in faccia. Poco dopo addormentatosi, Gerald con una speciale fune cala arnold giù per il tetto il quale quasi sveglia Vermicelli, poiché una goccia di sudore gli cade in viso, tuttavia Vermicelli apre gli occhi lievemente e crede si tratti di un angelo. I due vengono ricontattati da voce profonda il quale dice loro che hanno poco tempo per agire poiché le ruspe avrebbero cominciato alle 7. I due direttisi all'ufficio di sheck cominciano a perlustrare le cassette di sicurezza, nascoste dietro una libreria segreta dell'ufficio di Sheck. Nel frattempo la scena si sposta su Big Bob e Nick Vermicelli, i quali si azzuffano a causa del contratto. Dopo aver messo a terra Big Bob, Vermicelli, si accorge che non ha più la chiave appesa al collo e capisce che quell'angelo era il ragazzino con la testa ovale, decide quindi di chiamare Sheck, che tempestivamente si dirige alle FTi. Nel frattempo i due aprono l'ultima cassetta notando che è vuota. In quel momento spunta dietro di loro Sheck che rivela loro la verità, ossia che i suoi antenati erano tra i padri fondatori e che vuole vendicarsi per la rivolta dei pomodori buttando giù il loro quartiere così, brucia il documento davanti ai due ragazzi ridendo. Ordinate le guardie di arrestare i due ragazzi, queste falliscono poiché Arnold e Gerald riescono a fuggire velocemente dalla stanza segreta. A questo punto Arnold e Gerald si dividono, Gerald ai livelli inferiori e Arnold ai superiori, difatti Gerald riesce ad uscire. Arnold si ritroverà a parlare nuovamente con voce profonda il quale indirettamente lo farà arrivare alla soluzione cioè che le telecamere registrano tutto quello che succede all'interno delle FTi, così dopo aver preso il nastro si dirigerà all'ultimo piano. Sheck accortosi di Arnold attiverà immediatamente l'allarme, ma Arnold riuscirà comunque ad arrivare al quinto piano. Lì voce profonda lo ricontatterà ed Arnold notandolo lo smaschererà scoprendo che altresì si trattava di Helga!, la figlia di Big Bob la quale, confessa ad Arnold quello che prova per lui oltretutto baciandolo. In seguito i due scenderanno con una fune speciale e prenderanno l'autobus numero 13, l'autobus di Murray (l'autista acido con i due ragazzi). Scoperto ciò Sheck va su tutte le furie ordinando di fermare l'autobus a tutti i costi.

Finale[modifica | modifica sorgente]

Parlando al conducente, acido come al solito salterà fuori che la ex dell'appunto conducente abita nel quartiere prossimo alla demolizione quindi, questi accelera immediatamente (poiché è ancora innamorato della sua ex ragazza, nonostante lo abbia lasciato per la sua gamba di ferro). Sheck e 3 elicotteri inseguono l'autobus, facendo alzare il ponte, tuttavia l'autobus riesce ad arrivare al di là, ma Murray sviene, quindi tocca a Gerald guidare, e ad Arnold ed Helga di stare alla frizione e al freno. Sheck per impedire il loro arrivo, fa piazzare delle cariche sulla circonvallazione, successivamente facendola saltare, ma Gerald riuscirà a sfruttare un camion con l'asse di legno abbattuta come rampa per arrivare dall'altra parte. Giunti al quartiere si vedranno il nonno di Arnold e i pensionandi pronti a detonare dell'esplosivo, piazzato precedentemente sotto terra per impedire alle ruspe di passare, la nonna di Arnold riuscita ad evadere, sabotare le ruspe ed infine lo schianto finale tra una ruspa e l'autobus di Murray. Murray e i ragazzi, illesi, riusciranno a dimostrare grazie ad un videoregistratore che il quartiere è patrimonio storico pertanto il sindaco dichiarerà che non può essere raso al suolo. Giunto Sheck con l'auto urlerà ai suoi uomini di iniziare i lavori, ma accortosi del nastro decidera meschinamente di fuggire in auto non riuscendoci, poiché sabotata dalla nonna di Arnold, infine sarà arrestato e Big Bob prenderà a botte Vermicelli. Infine Helga negherà ad Arnold tutto quello che è successo, viceversa per Arnold, tuttavia si potrà intuire che Arnold sarà innamorato di Helga.

Videogioco[modifica | modifica sorgente]

THQ ha rilasciato l’omonimo gioco basato sul film unicamente per Game Boy Advance. Il gioco consiste in 5 mondi, ognuno composto da 4 livelli (i quali a loro volta includono un boss ogni quattro livelli) e il giocatore veste i panni di Arnold, Gerald, la Nonna e il Nonno. Helga è giocabile con un codice segreto reperibile su qualsiasi sito web.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Lo stile per la locanda del film di Arnold, è identica a quella adoperata per Jimmy Neutron.
  • Nello scontro tra Big Bob e Vermicelli, per legittima difesa, Vermicelli versa del succo d’aceto in faccia a Big Bob, rendendo la sua pelle verdastra e i suoi occhi rossi per il bruciore.
  • Mentre Helga è intenta a calcolare i suoi potenziali acquisti, si notano gli scarponi di Nancy Spumoni, già comparsi nello speciale di Natale.
  • Quando la nonna evade di Prigione, con precisione dal muro, vi è un poster con Dino Spumoni.
  • Murray l’autista dell’autobus compie un cameo.
  • Mr. Baley compie un cameo.
  • Nel momento in cui helga sale in soffitta, si può notare la scultura di Arnold fatta da lei stessa.
cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema