Hey, Soul Sister

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hey, Soul Sister
TrainHeySoulSisterVideo.jpg
Screenshot del video del brano
Artista Train
Tipo album Singolo
Pubblicazione 11 agosto 2009(Stati Uniti)
marzo 2010 (Europa)
Durata 3 min : 37 sec
Album di provenienza Save Me, San Francisco
Dischi 1
Tracce 2
Genere Pop rock
Roots rock
Folk rock
Etichetta Columbia, Sony Music
Produttore Espionage, Martin Terefe, Gregg Wattenberg
Registrazione 2009
Londra, Inghilterra
(Kensaltown Recording Studios)
Los Angeles, Stati Uniti
(Sound City Studios)
Formati CD singolo, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oro Belgio Belgio[1]
(Vendite: 15.000+)

Brasile Brasile[2]
(vendite: 50 000+)
Danimarca Danimarca[3]
(Vendite: 15.000+)
Germania Germania[4]
(Vendite: 150.000+)

Spagna Spagna[5]
(vendite: 20 000+)
Dischi di platino Australia Australia (5)[6]
(Vendite: 350.000+)
Canada Canada (2)[7]
(Vendite: 160.000+)
Italia Italia[8]
(Vendite: 60.000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[9]
(Vendite: 10.000+)
Stati Uniti Stati Uniti (5)[10]
(Vendite: 5.000.000+)
Train - cronologia
Singolo precedente
(2006)
Singolo successivo
(2010)

Hey, Soul Sister è il primo singolo del gruppo musicale rock statunitense Train ad essere estratto dal loro quinto album Save Me, San Francisco. Il singolo, scritto da Espen Lind, Amund Bjørklund e Pat Monahan, è stato pubblicato l'11 agosto 2009 dall'etichetta discografica Columbia ma è stato diffuso in Europa nei primi mesi del 2010. Con questo singolo i Train ritornano nel mercato italiano dopo ben 7 anni di silenzio dall'ultimo loro album pubblicato nel 2001 Drops of Jupiter; il terzo e quarto album sono stati rilasciati solo nel mercato americano.

Il brano, raggiungendo la top ten in oltre quindici nazioni, diventa il maggior successo dei Train; è la terza canzone più venduta nel 2010 negli Stati Uniti.[11] Nell'estate del 2010 la canzone viene utilizzata in uno spot della Wind. Il pezzo è stato suonato in diverse trasmissioni televisive come CSI: NY nell'episodio "Second Chances", Hellcats nel suo primo episodio e in Medium (serie televisiva).

Hey, Soul Sister ha venduto circa 6.6 milioni di copie, diventando il settimo singolo più venduto a livello mondiale del 2010 e il 13° singolo più venduto in Italia nel 2010 secondo Fimi.[12]

Background[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver collaborato con il duo di produzione Espionage (Espen Lind e Amund Bjørklund) nello scrivere e registrare la traccia "Brick by Brick", il cantante dei Train, Pat Monahan decise di registrare un'altra traccia col duo.[13]

(EN)
« I said, "I want to write an INXS-y song". So, they started playing kind of an INXS-y song, and I wrote the song "Hey, Soul Sister" to it and the melodies and started to sing it. And I said, "Man, this just doesn't sound great to me." »
(IT)
« Ho detto: "Voglio scrivere una canzone nello stile degli INXS". Così iniziarono a suonare una sorta di canzone nello stile degli INXS e scrissi la canzone "Hey, Soul Sister" e la melodia, e iniziai a cantarla. E dissi: "Caro mio, questa canzone non sembra proprio adatta a me." »
(Pat Monahan riguardo al voler scrivere una canzone nello stile degli INXS)
(EN)
« One of the guys, Espen, who's like a huge star in Norway, picked up a ukulele, and said, "Hey, how about this?" I said, "Are you (kidding) me?" And it made the difference. It made my words dance. It made sense. These words were meant to dance with ukulele and not guitar. »
(IT)
« Uno dei ragazzi, Espen, che è come una grande star in Norvegia, prese un ukulele e disse: "Ehi, cosa ne pensi di questo?" e io dissi: "Mi stai prendendo in giro?". E ciò ha fatto la differenza. Ha reso le mie parole una danza. Ha dato loro un senso. Queste parole sembravano dover essere ballate con un ukulele non una chitarra. »
(Pat Monahan)
(EN)
« At first, I tried to do it by using a guitar pick, and it didn't sound right. I had to go online and Google a ukulele lesson and noticed they're not using picks at all; it's more of a flamenco style. Once I got that down, then it sounded like the real deal. »
(IT)
« All'inizio ho cercato di farlo usando un plettro per chitarra, e non suonava bene. Sono dovuto andare online e cercare su Google una lezione di ukulele e notai che loro non usavano affatto dei plettri; è più di uno stile flamenco. Dopo averlo ottenuto, allora sembrava un vero affare. »
(Il chitarrista Jimmy Stafford riguardo all'aver dovuto imparare a suonare un ukulele come richiesto dal cantante Pat Monahan durante la registrazione di "Hey, Soul Sister"[13])

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

Riguardo al testo della canzone, Stafford ha ammesso che l'ispirazione per la canzone era nata mentre Monahan immaginava come dovesse essere il Burning Man, e iniziò a scrivere un testo ispirato da ciò che immaginava:[14]

(EN)
« The story lyrically, I’ve heard Pat talk about this in interviews. He’s always heard of Burning Man. Somewhere in Reno Nevada's desert, they do it every year. It’s this whole city in the desert that gets built for a festival that happens every year. They build a huge man out of wood and at the end of the festival they burn it. Pat had never been to Burning Man, but he had an image in his head of what it must be like. All these beautiful women dancing around the fire. That was the imagery he conjured up when he was writing the lyrics to, “Hey, Soul Sister.” It’s a pretty big deal. Thousands and thousands of people go to it every year. People run around naked and I guess it’s a total crazy deal. »
(IT)
« La storia del testo, di questo ho sentito parlare Pat nelle interviste. Ha sempre sentito parlare del Burning Man. Da qualche parte a Reno nel deserto del Nevada lo fanno ogni anno. È tutta questa città che si mette a costruirlo per un festival che si ripete ogni anno. Costruiscono un enorme uomo di legno e alla fine del festival lo bruciano. Pat non era mai stato al Burning Man, ma aveva un'immagine nella sua testa di come dovesse essere. Tutte queste belle donne che danzavano intorno al fuoco. Questa era l'immagine che evocò mentre stava scrivendo il testo di 'Hey, Soul Sister'. È un evento piuttosto grande. Migliaia e migliaia di persone ci vanno ogni anno. La gente ci corre intorno nuda e credo sia un evento totalmente da pazzi. »

Monahan l'ha da allora confermato in numerose interviste radiofoniche[15][16].

(EN)
« There's super catchy riffs and melodies in it, which I think are way more important that any production trick or great-sounding vocal production. It's kind of us going backward so we can go forward. »
(IT)
« Ci sono eccellenti riff e melodie orecchiabili, che penso siano molto più importanti di qualsiasi trucco di produzione o produzione vocale ottima dal punto di vista del suono. È un po' come se tornando indietro possiamo andare avanti. »
(Pat Monahan, riguardo al ritorno della band alle sue origini folk rock[17].)

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Il video è stato girato di fronte al Chango Coffee all'angolo di Morton Ave ed Echo Park Ave nell'Echo Park a Los Angeles, in California[18]. Il video alterna le immagini dei Train che cantano con una donna che cammina nel suo appartamento e un uomo che dipinge le parole della canzone sullo sfondo.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Download digitale
  1. Hey, Soul Sister – 3:36
Download digitale - remix[19]
  1. Hey, Soul Sister (Karmatronic radio edit) – 3:40
  2. Hey, Soul Sister (Karmatronic club mix) – 6:45
  3. Hey, Soul Sister (Karmatronic instrumental) – 6:45
Download digitale - versione country[20]
  1. Hey, Soul Sister (Country mix) – 3:35
CD - Single (Columbia 88697 692092 (Sony) / EAN 0886976920920)[21]
  1. Hey, Soul Sister – 3:46
  2. The Finish Line (Patrick Monahan, Sacha Skarbek)

Contributi e staff[modifica | modifica wikitesto]

Registrazione[22]
Staff[22]


  • Patrick Monahan – composizione, voce
  • Espen Lind – composizione, produzione, registrazione, ukulele, tastiera
  • Amund Bjørklund – composizione, produzione, registrazione
  • Martin Terefe – produzuione, basso
  • Gregg Wattenberg – produzione
  • Dyre Gormsen – registrazione
  • Bryan Cook – registrazione
  • Ross Peterson – registrazione
  • Iain Hill – ingegnere (assistente)


  • Francis Murray – ingegnere (assistente)
  • Claes Bjørklund – tastiera
  • Jerry Becker – organo Hammond
  • Scott Underwood – batteria
  • Jimmy Stafford – chitarra
  • Mark Endert – mixer
  • Doug Johnson – mixer (assistente)
  • Ted Jensen – masterizzazione

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica Posizione
più alta
Australia (ARIA)[21] 1
Austria (Ö3 Austria Top 40)[21] 4
Belgio (Utratop 50, Fiandre)[21] 3
Belgio (Ultratop 40, Vallonia)[21] 5
Canada (Canadian Hot 100)[23] 3
Danimarca (Tracklisten)[21] 8
Europa (European Hot 100)[24] 3
Finlandia (The Official Finnish Charts)[21] 15
Francia (SNEP)[21] 15
Germania (Media Control AG)[21] 7
Irlanda (Irish Singles Chart)[23] 1
Italia (FIMI)[21] 2
Norvegia (VG-lista)[21] 11
Nuova Zelanda (RIANZ)[21] 2
Paesi Bassi (Dutch Top 40)[23] 1
Regno Unito (UK Singles Chart)[23] 18
Regno Unito (UK Official Streaming Chart Top 100)[25] 94
Repubblica Ceca (IFPI)[26] 5
Slovacchia (IFPI)[27] 4
Spagna (PROMUSICAE)[21] 12
Stati Uniti (Billboard Hot 100)[28]
3
Stati Uniti (Billboard Radio Songs)[29]
5
Stati Uniti (Billboard Country Songs)[30]
52
Stati Uniti (Billboard Adult Contemporary)[31]
1
Stati Uniti (Billboard Pop Songs)[32]
3
Stati Uniti (Billboard Adult Pop Songs)[33]
1
Stati Uniti (Billboard Digital Songs)[34]
1
Stati Uniti (Billboard Rock Songs)[35]
33
Svezia (Sverigetopplistan)[21] 3
Svizzera (Swiss Music Charts)[21] 4
Ungheria (Mahasz)[36] 1

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2010) Posizione
più alta
Australia (ARIA)[37] 4
Canada (Canadian Hot 100)[38] 6
Danimarca (Tracklisten)[39] 27
Europa (European Hot 100)[40] 30
Germania (Media Control AG)[41] 53
Germania (Nielsen Company)[42] 5
Italia (FIMI)[43] 13
Paesi Bassi (Dutch Top 40)[44] 9
Stati Uniti (Billboard Hot 100)[45]
3
Stati Uniti (Billboard Hot 100 Airplay)[46]
6
Stati Uniti (Billboard Digital Songs)[47]
2
Stati Uniti (Billboard Mainstream Top 40 Pop Songs)[48]
12
Stati Uniti (Billboard Adult Pop Songs)[49]
1
Stati Uniti (Billboard Adult Contemporary)[50]
2
Ungheria (Mahasz)[51] 3
Classifica (2011) Posizione
più alta
Stati Uniti (Billboard Adult Contemporary)[52]
14
Ungheria (Mahasz)[53] 89

Cronologia delle pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Paese Data Formato Etichetta
Stati Uniti 11 agosto 2009[54] Download digitale Columbia Records, Sony Music Entertainment
26 gennaio 2012 Airplay
12 giugno 2010 Download digitale - versione country

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ultratop.be - ULTRATOP BELGIAN CHARTS
  2. ^ (PT) Certificazione Brasile. URL consultato il 15 luglio 2013.
  3. ^ Guld og platin i juni/juli, pladebranchen.nu. URL consultato l'11/09/2010.
  4. ^ (DE) Bundesverband Musikindustrie: Gold-/Platin-Datenbank - BETA, www.musikindustrie.de. URL consultato l'11/09/2010.
  5. ^ (ES) Certificazione Spagna. URL consultato il 28 luglio 2013.
  6. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2010 Singles, ARIA. URL consultato l'11/09/2010.
  7. ^ (EN) CRIA Charts - Accreditations - 2010 Singles, CRIA. URL consultato il 18/10/2010.
  8. ^ Certificazioni Download FIMI / NIELSEN SoundScan International. Week 34- Ending: 29/08/2010, FIMI. URL consultato l'11/09/2010.
  9. ^ (EN) The official New Zealand Music Chart - Top40 Singles, RIANZ. URL consultato l'11/09/2010. Consultare la classifica dei singoli del 19 luglio 2010.
  10. ^ (EN) Gold & Platinum - Searchable database, RIAA. URL consultato l'11/09/2010.
  11. ^ Top 100 Music Hits, Top 100 Music Charts, Top 100 Songs & The Hot 100 | Billboard.com
  12. ^ http://www.ifpi.org/content/library/DMR2011.pdf
  13. ^ a b "Train adds ukulele to make 'Hey, Soul Sister' a chart topper" by Dave Richards, posted November 7, 2009
  14. ^ "Q&A with Train." by Annie Reuter, posted October 28, 2009
  15. ^ "Train Visits The Buzz Studios!" by Sheryl Stewart, posted December 22, 2009
  16. ^ "Train frontman tells story behind 'Hey, Soul Sister'", posted August 23, 2010
  17. ^ Train Song Debut: "Hey Soul Sister" | Billboard.com
  18. ^ "Google Map", postato il 10 novembre 2010
  19. ^ Amazon.com: Hey, Soul Sister: Train: MP3 Downloads
  20. ^ Amazon.com: Hey, Soul Sister: Train: MP3 Downloads
  21. ^ a b c d e f g h i j k l m n o Hey, Soul Sister su italiancharts.com. URL consultato il 22 aprile 2010.
  22. ^ a b Save Me, San Francisco (CD booklet). Train. Columbia Records, Sony Music. 2009. 88697077362.
  23. ^ a b c d Hey, Soul Sister su acharts.us. URL consultato il 22 aprile 2010.
  24. ^ http://www.billboard.com/#/song/train/hey-soul-sister/14691070
  25. ^ Official Streaming Chart Top 100 - 18th August 2012 The Official Streaming Chart Top 100 - Official Charts
  26. ^ Čns Ifpi
  27. ^ Sns Ifpi
  28. ^ http://www.billboard.com/#/artist/Train/chart-history/110800?f=379&g=Singles
  29. ^ http://www.billboard.com/#/artist/train/chart-history/110800?f=350&g=Singles
  30. ^ http://www.billboard.com/#/artist/Train/chart-history/110800?f=357&g=Singles
  31. ^ http://www.billboard.com/#/artist/Train/chart-history/110800?f=341&g=Singles
  32. ^ http://www.billboard.com/#/artist/Train/chart-history/110800?f=381&g=Singles
  33. ^ http://www.billboard.com/#/artist/Train/chart-history/110800?f=343&g=Singles
  34. ^ http://www.billboard.com/#/artist/train/chart-history/110800?f=395&g=Singles
  35. ^ http://www.billboard.com/#/artist/train/chart-history/110800?f=902&g=Singles
  36. ^ Archívum - Slágerlisták - MAHASZ - Magyar Hangfelvétel-kiadók Szövetsége
  37. ^ ARIA Top 100 Singles 2010
  38. ^ Information Not Found | Billboard.com
  39. ^ WebCite query result
  40. ^ European Hot 100 | Billboard.com
  41. ^ Shows, Musikvideos, Charts, News - VIVA.tv
  42. ^ germancharts.com - Nielsen Airplay Charts Deutschland
  43. ^ FIMI - Federazione Industria Musicale Italiana - Ricerche e dati di mercato
  44. ^ HITLISTWEB - Official charts
  45. ^ Billboard.BIZ
  46. ^ Billboard.BIZ
  47. ^ Billboard.BIZ
  48. ^ Billboard.BIZ
  49. ^ Music Charts, Most Popular Music, Music by Genre & Top Music Charts | Billboard.com
  50. ^ Music Charts, Most Popular Music, Music by Genre & Top Music Charts | Billboard.com
  51. ^ Éves összesített listák - Slágerlisták - MAHASZ - Magyar Hangfelvétel-kiadók Szövetsége
  52. ^ Billboard.BIZ
  53. ^ Éves összesített listák - Slágerlisták - MAHASZ - Magyar Hangfelvétel-kiadók Szövetsége
  54. ^ 'Hey Soul Sister' Now Premiering on Billboard.com, Facebook, 10 agosto 2009. URL consultato il 16 maggio 2012.
Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica