Hexabranchus sanguineus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ballerina spagnola
Hexabranchus sanguineus 1.jpg
Hexabranchus sanguineus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Mollusca
Classe Gastropoda
Ordine Nudibranchia
Sottordine Euctenidiacea
Infraordine Doridacea
Superfamiglia Polyceroidea
Famiglia Hexabranchidae
Genere Hexabranchus
Specie H. sanguineus
Nomenclatura binomiale
Hexabranchus sanguineus
Ruppell & Leuckart, 1828

La ballerina spagnola (Hexabranchus sanguineus Ruppell & Leuckart, 1828) è un mollusco nudibranco della famiglia Hexabranchidae[1][2]. Il nome italiano deriva dal modo di muoversi; se disturbato infatti si allontana fluttuando elegantemente tramite delle contrazioni dei muscoli dorso-ventrali e muovendo il mantello.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Vive nel Mar Rosso, nell'Oceano Indiano e nella fascia tropicale dell'Oceano Pacifico.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È uno dei nudibranchi più grandi al mondo: può infatti raggiungere i 60 cm di lunghezza[senza fonte]. Dispone di sei branchie che possono essere ritratte in 6 tasche separate e di una coppia di rinofori, tentacoli chemiosensoriali disposti sulla parte anteriore ai lati della bocca. Di colore variabile dal giallo intenso (coste delle Tanzania), rosso o arancio maculato (Oceano Indiano) e rosso (Mar Rosso).

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Ovatura

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre di spugne marine (generi Callyspongia, Cliona, Halichondria, Leucetta, Pachastrella, Paraesperella, Petrosia), di tunicati, foraminiferi, anellidi, altri molluschi gasteropodi ed echinodermi.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

L'ovatura della ballerina spagnola è molto particolare; le uova, di colore rosso, vengono deposte in forma di nastro gelatinoso avvolto in morbide spire concentriche. L'ovatura è difesa da sostanze velenose a base di acido solforico.

Etologia[modifica | modifica wikitesto]

È spesso accompagnata da un organismo simbiotico, un gamberetto della specie Periclimenes imperator. Il gamberetto si nutre del muco che si deposita sulle branchie del nudibranco.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Bouchet, P. (2013), Hexabranchus sanguineus (Rüppell & Leuckart, 1830) in WoRMS 2014 (World Register of Marine Species).
  2. ^ Valdés Á. (2002). A phylogenetic analysis and systematic revision of the cryptobranch dorids (Mollusca, Nudibranchia, Anthobranchia). Zoological Journal of the Linnean Society 136: 535-636

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]