Hetumidi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Casata}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.
Regno di Cilicia
Hetumidi

Armoiries Héthoumides.svg

Aitone I (1252-1270)
Figli
  • Leone (1236 – 1289)
  • Teodoro (1244 - 1266)
  • Sibilla († 1290)
  • Eufemia († 1309)
  • Rita († 1310)
  • Maria
  • Vacahk
  • Isabella († 1269)
Leone III (1270-1289)
Figli
  • un figlio (circa 1262)
  • Costantino(1265)
  • Eufemia (circa 1266)
  • Aitone (1266-1307)
  • Sibilla (Zabel) (circa 1269-ante 1273)
  • Teodoro (1270–1298))
  • Ruben (circa 1272)
  • Isabella (Zablun) (circa 1273-1276)
  • Sempad (circa 1276–1310)
  • Isabella (circa 1276–1323)
  • Costantino (1278–1310)
  • Teofano (1278-1296)
  • Rita (1278-1333)
  • Nerse (1279-1310}
  • Oscin (1282–1320)
  • Alinakh (1283-1310}
Aitone II (1289-1293)
Figli
  • Teodoro (?-1296)
Teodoro III (1293-1298)
Figli
  • Boemondo
  • Leone (1287-1307)
Sempad (1297–1298)
Costantino III (1298–1299)
Aitone II (1299-1307)
Leone (1303-1307)
Costantino III (1307)
Oscin (1307–1320)
Figli
  • Leone (1309-1310)
  • Leone (1309-1341)
  • Giorgio (1317-1323)
Leone V (1320-1341)
Figli
  • Aitone († 1321)

Gli Hetumidi, chiamati anche Casata di Lambron, furono una nobile famiglia armena, che si trasferì in Cilicia dopo la conquista dell'Armenia da parte dei Selgiuchidi.

Essi acquisirono la signoria di Lampron.

I principi della famiglia rivale, i Rupenidi, fondarono il principato della Piccola Armenia, gli Hetumidi furono i capi dell'opposizione baronale ai principi poi ai re, ed ottennero le signorie di Corico e Barbaron.

Nel 1224 Aitone (Hethum) I, il primo re Hetumide, salì al trono sposando la regina Isabella che aveva ereditato il titolo dal padre, Leone II, l'ultimo re rupenide.

Anche gli Hetumidi si estinsero nel 1373 e il trono passò ai Lusignano.

Genealogia[modifica | modifica wikitesto]

Ramo antico (Lampron)[modifica | modifica wikitesto]

 Aitone I († 1071), Signore di Lampron 
 │ 
 └──> Oscin I († 1110), Signore di Lampron 
      X Aboulgharib figlia di un principe Arçrouni 
      │ 
      └──> Aitone II († 1143), Signore di Lampron 
           │ 
           ├──> Oscin II (1125 † 1170), Signore di Lampron 
           │    X Schahandoukht Pahlavouni 
           │    │ 
           │    └──> Aitone III (1151 † 1218), Signore di Lampron 
           │         X1) NE, figlia di Thoros II, principe d’Armenia 
           │         X2) NE 
           │          │ 
           │          ├ 2:> Costantino (1180 † 1250), Signore di Lampron 
           │          │     X Stefania di Barbaron 
           │          │     │ 
           │          │     ├──> Aitone (1220 † 1250) 
           │          │     │    X Echive Poitiers, figlia di Raimondo Rupeno principe d'Antiochia 
           │          │     │    │ 
           │          │     │    ├──> Keran di Lampron († 1285) 
           │          │     │    │    X Leone III, re d'Armenia 
           │          │     │    │ 
           │          │     │    └──> Alice
           │          │     │         X Baliano d'Ibelin (1240 † 1302) 
           │          │     │ 
           │          │     └──> Alice di Lampron
           │          │          X Oscin, Signore di Corico 
           │          │ 
           │          └ 2:> Alice di Lampron († 1220) 
           │                X Costantino di Barbaron

Ramo di Barbaron[modifica | modifica wikitesto]

           │ 
           └──> Smbat († 1153), Signore di Barbaron 
                │ 
                ├──> Bakouran († 1199), Signore di Barbaron 
                │ 
                ├──> Vasak († dopo il 1199), Signore di Barbaron 
                │    │ 
                │    └──> Costantino (1180 † 1263), Signore di Barbaron e Corico 
                │         X1) NE 
                │         X2) Alice di Lampron († 1220) 
                │         X3) Biatr
                │         │ 
                │         ├─1> Stefania 
                │         │    X) Costantino, Signore di Lampron 
                │         │ 
                │         ├─2> Sempad († 1275) signore di Barbaron
                │         │ 
                │         ├─2> Maria di Barbaron († 1263) 
                │         │    X Giovanni di Ibelin († 1266) 
                │         │ 
                │         ├─2> Stefania (1220 † 1249) 
                │         │    X) Enrico I di Cipro

Ramo regnante[modifica | modifica wikitesto]

                │         │ 
                │         ├─2> Aitone I (1215 † 1270), re d'Armenia 
                │         │    X Isabella d'Armenia, figlia di Leone II, re d'Armenia 
                │         │    │ 
                │         │    ├──> Leone III († 1289), re d'Armenia 
                │         │    │    X Keran di Lampron († 1285) 
                │         │    │    │ 
                │         │    │    ├──> Aitone II (1266 † 1307), re d'Armenia 
                │         │    │    │    X Helvis, figlia di Ugo III di Cipro 
                │         │    │    │ 
                │         │    │    ├──> Thoros III (1271 † 1298), principe di Barbaron, re d'Armenia 
                │         │    │    │    X Margherita, figlia di Ugo III, re di Cipro 
                │         │    │    │    │ 
                │         │    │    │    └──> Leone IV (1289 † 1307), re d'Armenia 
                │         │    │    │         X Maria di Lusignano, figlia di Amalrico II di Cipro 
                │         │    │    │                                 e Isabella d'Armenia 
                │         │    │    │ 
                │         │    │    ├──> Smbat († 1311), re d'Armenia 
                │         │    │    │ 
                │         │    │    ├──> Oscin (1283 † 1320), re d'Armenia 
                │         │    │    │     X1) Isabella di Corico († 1310) 
                │         │    │    │     X2) Isabella di Lusignano († 1319), figlia di Ugo III di Cipro 
                │         │    │    │     X3) Giovanna di Taranto († 1327), figlia di Filippo I d'Angiò 
                │         │    │    │      │ 
                │         │    │    │      └1:> Leone V († 1341), re d'Armenia
                │         │    │    │           X1) Alice di Corico 
                │         │    │    │           X2) Costanza d'Aragona 
                │         │    │    │ 
                │         │    │    ├──> Roupen († 1310), principe di Lampron 
                │         │    │    │ 
                │         │    │    ├──> Isabella d'Armenia (1275 † 1323) 
                │         │    │    │    X Amalrico II di Cipro, governatore di Cipro 
                │         │    │    │ 
                │         │    │    └──> Rita d’Armenia
                │         │    │         X Michele IX imperatore bizantino 
                │         │    │ 
                │         │    ├──> Sibilla († 1290) 
                │         │    │    X Boemondo VI d'Antiochia 
                │         │    │ 
                │         │    ├──> Eufemia († 1309) 
                │         │    │    X Giuliano de Grenier († 1275), Signore di Sidone 
                │         │    │ 
                │         │    └──> Maria († 1310) 
                │         │         X 1266 Guido d'Ibelin († 1289)

Ramo di Corico[modifica | modifica wikitesto]

                │         │ 
                │         ├─2> Oscin I († 1264), Signore di Corico 
                │         │    X Alice di Lampron 
                │         │    │ 
                │         │    ├──> Costantino I († 1280), Signore di Corico 
                │         │    │ 
                │         │    └──> Aitone lo storico († 1314), Signore di Corico 
                │         │         X Isabella di Ibelin, figlia di Guido di Ibelin 
                │         │         │ 
                │         │         ├──> Isabella di Corico 
                │         │         │    X Oscin, re d'Armenia 
                │         │         │ 
                │         │         ├──> Costantino II († 1329), Signore di Lampron 
                │         │         │ 
                │         │         └──> Oscin II († 1329), Signore di Corico 
                │         │              X1) Margherita d'Ibelin, figlia di Baliano di Ibelin 
                │         │              X2) Giovanna di Taranto († 1327), figlia di Filippo I d'Angiò 
                │         │               │          vedova di Oscin, re d'Armenia 
                │         │               │ 
                │         │               ├──> Alice de Corico († 1329) 
                │         │               │    X  Leone V, re d'Armenia 
                │         │               │ 
                │         │               └──> Maria di Corico († 1365) 
                │         │                    X Costantino V re d'Armenia
                │         │                    X Costantino VI re d'Armenia

Ramo di Neghir[modifica | modifica wikitesto]

                │         │ 
                │         └─3> Costantino, Signore di Neghir 
                │              X Isabella di Lusignano, figlia di Ugo III di Cipro 
                │              │ 
                │              ├──> Aitone 
                │              │    │ 
                │              │    └──> Costantino VI († 1373), re d'Armenia
                │              │ 
                │              └──> Baldovino 
                │                   │ 
                │                   └──>  Costantino V († 1363), re d'Armenia 
                │                         X Maria di Corico 
                │ 
                └──> Rita di Barbaron († 1210)
                     X Stefano d'Armenia(† 1165) (rupenide)
Albero genealogico - parziale - della famiglia degli Hetumidi.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) W. H. Ruedt-Collenberg, The Rupenides, Hetumides, and Lusignans: on the structure of the Armeno-Cilician dynasties, Parigi, Librairie Klincksieck, 1963.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Miroslav Marek, The Hethumids. URL consultato il 31 maggio 2008.