Etmanato cosacco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Hetmanato cosacco)
Etmanato cosacco
Etmanato cosacco – Bandiera Etmanato cosacco - Stemma
Etmanato cosacco - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome ufficiale Viys’kо Zaporoz’kе
Het’manshchyna
Lingue parlate ucraino
Capitale Čyhyryn (1648-1663)
Hadiach (1663-1668)
Baturyn (1669-1708, 1750-1764)
Hlukhiv (1708-1750)
Politica
Forma di governo repubblica
Nascita 1649 con Bohdan Chmel'nyc'kij
Causa rivolta di Khmelnytsky
Fine 1764 con Kirill Grigor'evič Razumovskij
Causa incorporazione nell'Impero russo
Territorio e popolazione
Bacino geografico Ucraina
Religione e società
Religioni preminenti Chiesa greco-ortodossa
Evoluzione storica
Preceduto da Chorągiew królewska króla Zygmunta III Wazy.svg Confederazione polacco-lituana
Succeduto da Flag of Russia.svg Impero russo

L'Etmanato, Hetmanato o Atamanato cosacco, o più sinteticamente Etmanato (in ucraino Гетьманщина, Het’manshchyna), ufficialmente Corpo dei Cosacchi Zaporoghi (in ucraino Військо Запорозьке, Viys’kо Zaporoz’kе)[1], fu l'entità statale costituita dai cosacchi dell'Ucraina tra il 1649 e il 1764.

L'Etmanato sorse nel 1648 a seguito degli eventi della rivolta di Chmel'nyc'kij, una massiccia insurrezione dei cosacchi ucraini dell'atamano Bohdan Chmel'nyc'kij ai danni della Confederazione polacco-lituana, che all'epoca controllava gran parte dell'attuale territorio dell'Ucraina; lo stato divenne poi un vassallo del Regno russo con il trattato di Perejaslav del 1654, anche se gli articoli del trattato furono più volte rinegoziati a ogni cambio di atamano con conseguente ampliamento o restringimento dell'autonomia dell'Hetmanato[2].

Lo stato era inizialmente esteso sull'attuale Ucraina centrale, sulle due rive del fiume Dnepr, nonché su alcune zone oggi in Russia come la regione di Starodub; il trattato di Andrusovo del 1667 tra Russia e Confederazione polacca, portò poi a una divisione dello stato lungo il corso del Dnepr: i territori a est del fiume ("riva sinistra ucraina") rimasero sotto il controllo dell'Hetmanato, ma quelli a ovest ("riva destra ucraina") furono incorporati nella Confederazione, scatenando una guerra civile tra i cosacchi ucraini che si protrasse fino alla fine del XVII secolo[2]. Il controllo russo sull'Etmanato divenne progressivamente sempre più stringente, in particolare dopo la rivolta condotta contro la Russia da parte dell'atamano Ivan Mazeppa nel 1708-1709, nell'ambito degli eventi della grande guerra del Nord; Caterina II di Russia abolì ufficialmente l'Etmanato e la carica di atamano nel 1764, incorporandone i territori nei governatorati di Kiev e della Piccola Russia[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paul Robert Magocsi, A History of Ukraine: A Land and Its Peoples, Toronto, University of Toronto Press, 2010, p. 245.
  2. ^ a b c Hetman state in encyclopediaofukraine.com. URL consultato il 28 gennaio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]