Hermann Scheer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hermann Scheer

Hermann Scheer (Wehrheim, 29 aprile 1944Berlino, 14 ottobre 2010) è stato un politico tedesco, già membro del Bundestag nelle file del SPD, presidente di Eurosolar e del World Council for Renewable Energy.[1].

Scheer vedeva nelle energie rinnovabili con corte catene di approvvigionamento e diffusione sul territorio l'unica alternativa alle lunghe e complesse catene di produzione e approvvigionamento dei combustibili fossili caratterizzate da inquinamento ambientale e sfruttamento di risorse limitate collocate anche molto distanti dai luoghi di consumo e controllate da oligopoli.[2]

Ha ricevuto nel 1999 il Right Livelihood Award per "l'infaticabile opera di promozione dell'energia solare nel mondo".[3]

È scomparso nel 2010 all'età di 66 anni a causa di un infarto.[4]

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Stragegia Solare: energie rinnovabili per rinnovare la società, Cuen Editore, 1995
  • Il solare e l'economia globale: energia rinnovabile per un futuro sostenibile, Edizioni Ambiente, 1999 (2004)
  • Energieautonomie[5][6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Book Review: Energy Autonomy. The economic, social and technological case for renewable energy
  2. ^ Hermann Scheer, Il solare e l'economia globale: energia rinnovabile per un futuro sostenibile, Edizioni Ambiente, 1999 (2004), pp. 33-73
  3. ^ Right Livelihood Award
  4. ^ Scomparso Hermann Scheer Addio all'eroe verde in la Repubblica, 16 ottobre 2010. URL consultato il 16 ottobre 2010.
  5. ^ Website Brigitta Kreuzer-Seiler
  6. ^ Hermann Scheer - Energieautonomie

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 86806636 LCCN: n82111990