Hermann Hreiðarsson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hermann Hreiðarsson
Herm.jpg
Dati biografici
Nazionalità Islanda Islanda
Altezza 185 cm
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore; Difensore
Squadra Coventry City Coventry City
Carriera
Squadre di club1
1993-1997 IBV Vestmannaeyja ÍBV Vestmannæyja 66 (5)
1997-1998 Crystal Palace Crystal Palace 37 (2)
1998-1999 Brentford Brentford 41 (6)
1999-2000 Wimbledon FC Wimbledon FC 24 (1)
2000-2003 Ipswich Town Ipswich Town 102 (2)
2003-2007 Charlton Charlton 132 (3)
2007-2012 Portsmouth Portsmouth 123 (8)
2012 Coventry City Coventry City 2 (0)
2013- IBV Vestmannaeyja ÍBV Vestmannæyja 1 (0)
Nazionale
1995
1996-2011
Islanda Islanda U-21
Islanda Islanda
6 (1)
89 (5)
Carriera da allenatore
2013- IBV Vestmannaeyja ÍBV Vestmannæyja
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 5 maggio 2013

Hermann Hreiðarsson (Vestmannaeyjar, 11 luglio 1974) è un allenatore di calcio e calciatore islandese, difensore e tecnico del ÍBV Vestmannaeyjar.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

È un difensore centrale.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Primi anni[modifica | modifica sorgente]

Hreiðarsson entrò nel mondo del calcio inglese nell'agosto 1997, quando passò dai campioni d'Islanda del Vestmannæyja al Crystal Palace, che in quel periodo giocava in Premier League.

Dopo la retrocessione delle aquile, il difensore accettò il passaggio al Brentford, una società della Third Division; il trasferimento costò 750.000 sterline, un record per quella serie.

Il Brentford concluse vincitore il campionato, ma nell'ottobre 1999 Hreiðarsson firmò per il Wimbledon, in Premier League. In seguito alla retrocessione dei Dons fu cercato dai neopromossi dell'Ipswich Town. In quattro stagioni disputò più di 100 partite, conquistando un posto da titolare fisso.

I bianco-blu arrivarono quinti in campionato, assicurandosi un posto per la Coppa UEFA. Dodici mesi dopo la situazione si capovolse e arrivò la retrocessione, dovuta principalmente alla mancanza di competitività della squadra per giocare nelle due competizioni contemporaneamente. L'emigrazione delle stelle della squadra convinse l'islandese ad un nuovo trasferimento, questa volta nel West Bromwich Albion.

Charlton[modifica | modifica sorgente]

Nel marzo 2003 Hreiðarsson si trasferì nuovamente, stavolta al Charlton, con un contratto di tre anni e mezzo; gli Addicks pagarono 800.000 sterline, con un bonus di 100.000 sterline in caso di mancata retrocessione della squadra.

L'islandese ha debuttato nel Charlton in una sconfitta casalinga per 3 reti a 0 contro il Manchester City. Nella prima stagione mancò solo cinque partite, e già dalla seconda diventò titolare fisso.

Alla fine della stagione 2006-2007 il Charlton retrocesse, e fu la quarta retrocessione inglese di Hreiðarsson, ognuna con una squadra diversa.

Portsmouth[modifica | modifica sorgente]

Il 25 maggio 2007 il club inglese del Portsmouth ingaggiò Hreiðarsson per un contratto biennale; il difensore aveva infatti stipulato una clausola del suo contratto con il Charlton che prevedeva la rescissione in caso di retrocessione. Il 29 settembre 2007 il giocatore ha segnato il suo primo gol per il Portsmouth, in una vittoria casalinga per 7-4 contro il Reading.

Coventry City[modifica | modifica sorgente]

Nel gennaio del 2012, durante il mercato invernale il giocatore islandese passa al Coventry City

IBV Vestmannaeyjar[modifica | modifica sorgente]

Il 19 settembre 2012, dopo un breve periodo di prova al Portsmouth iniziato il 6 settembre, raggiunge un accordo con il Vestmannæyja divenendo il loro nuovo allenatore dalla stagione 2013 dove tuttavia continuerà a vestire anche il ruolo di calciatore. Nel 2013 torna così al club della sua città natale dopo 16 anni.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Ha debuttato nella Nazionale islandese nel giugno 1996 in una partita amichevole contro Cipro, come sostituto di Alexander Högnason. Ha concluso la sua carriera in nazionale nel 2011. Con questa è diventato nel tempo uno dei leader della squadra, insieme a Eiður Guðjohnsen; in assenza di quest'ultimo giocatore infatti assumeva il ruolo di capitano della nazionale.

In Nazionale ha collezionato 89 presenze e segnato 5 reti.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]