Hermann Fränkel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Hermann Ferdinand Fränkel (Berlino, 7 maggio 1888Santa Cruz, 8 aprile 1977) è stato un filologo tedesco naturalizzato statunitense. Insegnò greco antico alla Stanford University fino al 1953.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Discendente da una famiglia di accademici, Fränkel compì studi classici a Berlino, Bonn e Gottinga. Divenne poi lettore a Gottinga, ma gli venne negata la cattedra di professore dopo l'avvento del nazismo in Germania. Per eludere la crescente discriminazione razziale del nazismo, Fränkel immigrò negli Stati Uniti nel 1935. Lì, in breve tempo, gli venne offerta una cattedra all'Università di Stanford. Nello stesso tempo divenne professore ospite all'Università della California ed alla Cornell University.

Fränkel diede un importante contributo alla poesia in greco antico e all'interpretazione della filosofia.[1]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • 1921 - Die homerischen Gleichnisse, Göttingen, Vandenhoeck & Ruprecht.
  • 1930 - Parmenidesstudien, Berlino, Weidmannsche Buchhandlung.
  • 1945 - Ovid: A Poet Between Two Worlds, Berkeley, University of California Press.
  • 1951 - Dichtung und Philosophie des frühen Griechentums, New York, American Philological Association.
  • 1955 - Wege und Formen frühgriechischen Denkens, Monaco, Beck.
  • 1957 - Wege der Wissenschaft zur Wirklichkeit, Friburgo, H.F. Schulz.
  • 1961 - Apollonius Rhodius: Argonautica, Oxford, Oxford University Press.
  • 1964 - Einleitung zur kritischen Ausgabe der Argonautika des Apollonios, Göttingen, Vandenhoeck & Ruprecht.
  • 1968 - Noten zu den Argonautika des Apollonios, Monaco, Beck.
  • 1974 - Grammatik und Sprachwirklichkeit, Monaco, Beck.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Early Greek poetry and philosophy: A history of Greek epic, lyric, and prose to the middle of the fifth century, New York, Harcourt Brace Jovanovich [1951], 1975, ISBN 0151271909.

Controllo di autorità VIAF: 97829171 LCCN: n82053051