Heriberto Lazcano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Heriberto Lazcano Lazcano, detto Z-3, El Lazca, El Bronce, El Pitirijas, El Licenciado e El Verdugo, (Apan, 25 dicembre 1974Sabinas, 7 ottobre 2012), è stato un criminale messicano. È stato uno dei signori della droga più ricercati e capo del cartello della droga dei Los Zetas.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lazcano si arruolò nell'esercito messicano a 17 anni e passò successivamente alle forze speciali GAFE (Grupo Aeromóvil de Fuerzas Especiales, gruppo aeromobile delle forze speciali). Nel 1998 disertò, dopo 8 anni di servizio. e fu recrutato insieme ad altri soldati da Osiel Cárdenas Guillén e Arturo Guzmán Decena, capi del cartello del Golfo. Questi soldati formarono il gruppo paramilitare chiamato Los Zetas.

Nel 2008 Lazcano si alleò con il Cartello di Beltrán Leyva e con il cartello di Juarez. All'inizio del 2010 ruppe i legami con il cartello del Golfo causando una violenta guerra tra i confini degli stati di Tamaulipas e Nuevo León, nel Messico nord orientale, provocando migliaia di morti, nel contesto della più ampia guerra messicana della droga.

Morì il 7 ottobre 2012 all'età di 37 anni in uno scontro a fuoco contro la marina messicana. I suoi compagni rubarono poi il corpo dall'obitorio.[1].

Taglia[modifica | modifica wikitesto]

Lazcano era ricercato dalle autorità messicane e statunitensi per traffico di droga e plurimo omicidio. Gli ufficiali statunitensi offrirono una ricompensa di 5 milioni di dollari mentre i messicani 30 milioni di pesos (2 milioni di dollari americani).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Messico, ucciso il capo narcos El Lazca i suoi uomini rubano il corpo dall'obitorio in Corriere.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]