Incidente del Lockheed C-130 Belgische Luchtmacht del 1996

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Herculesramp)
Herculesramp
Un Lockheed C-130 simile a quello distrutto nell'incidente
Un Lockheed C-130 simile a quello distrutto nell'incidente
Tipo di evento Incidente
Data 15 luglio 1996
Ora 18:02
Tipo Schianto al suolo durante l'atterraggio
Luogo Aeroporto di Eindhoven
Stato Paesi Bassi Paesi Bassi
Coordinate 51°27′00″N 5°22′28″E / 51.45°N 5.374444°E51.45; 5.374444Coordinate: 51°27′00″N 5°22′28″E / 51.45°N 5.374444°E51.45; 5.374444
Tipo di aeromobile Lockheed C-130 Hercules
Operatore Belgian Air Force
Numero di registrazione CH-06
Partenza Aeroporto di Verona-Villafranca
Scalo intermedio Aeroporto di Rimini
Destinazione Aeroporto di Eindhoven
Passeggeri 37
Equipaggio 4
Vittime 34
Feriti 7
Sopravvissuti 7
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Paesi Bassi

http://aviation-safety.net/database/record.php?id=19960715-0

voci di incidenti aerei presenti su Wikipedia

L'Herculesramp (termine olandese che significa "il disastro dell'Hercules") è un incidente aereo avvenuto il 15 luglio 1996 all'aeroporto di Eindhoven, Paesi Bassi[1]. Il disastro coinvolse un Lockheed C-130 Hercules e causò la morte di 34 persone.

L'incidente[modifica | modifica wikitesto]

Alle 18:02 locali l'aereo si schiantò con a bordo un totale di 41 persone: quattro membri dell'equipaggio belgi e 37 giovani membri dell'esercito reale olandese.

Mentre l'aereo stava per atterrare a Eindhoven si imbatté in uno stormo di uccelli, lo attraversò ma perse potenza e si schiantò al suolo. Scoppiò quindi un incendio che distrusse il cockpit e la fusoliera dell'aereo.

I vigili del fuoco dell'aeroporto non erano al corrente del fatto che l'aereo trasportasse dei passeggeri e solo 30 minuti dopo si resero conto che i passeggeri erano a bordo e la maggior parte di loro era morta nell'incendio susseguitosi all'impatto col suolo[2].

A seguito dell'incidente l'ufficiale dell'esercito reale olandese che era in comando alla base di Eindhoven, l'ufficiale responsabile del traffico aereo e l'ufficiale in comando ai vigili del fuoco vennero sollevati dai loro incarichi[2].

L'indagine seguita all'incidente stabilì che, nonostante il numero dei passeggeri a bordo fosse riportato sul piano di volo, la comunicazione non era stata trasmessa all'aeroporto di destinazione. Inoltre venne raccomandato che le procedure di comunicazione del piano di volo fossero modificate[Il senso della frase non è chiaro][3].

L'inchiesta[modifica | modifica wikitesto]

La causa dell'incidente fu stabilita essere l'impatto di alcuni uccelli con i due motori di sinistra che provocò la perdita di controllo dell'aereao durante la fase di atterraggio.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "32 killed in Netherlands plane crash." Times [London, England] 16 July 1996: 11. The Times Digital Archive. Web. 4 Apr. 2014.
  2. ^ a b Officers lose jobs after C-130 crashh in Flight International, 16–22 October 1996, p. 21.
  3. ^ C-130 Crash in Flight International, 30 settembre – 5 novembre 1996, p. 18.