Hercules Graphics Card

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hercules Graphics Card

Hercules Graphics Card.jpg
La Hercules Graphics Card (1984)

Tipo Interfaccia video digitale
Informazioni storiche
Ideatore Hercules
Data origine 1982
Specifiche meccaniche
Segnale video Digitale TTL[1][2]
N° piedini 9
Piedinatura
DE9 Femmina.svg
Connettore femmina[3]
Nome Descrizione
Pied. 1 Massa
Pied. 2 Massa
Pied. 3 Non utilizzato
Pied. 4 Non utilizzato
Pied. 5 Non utilizzato
Pied. 6 Intensità Colori 2-4[4]
Pied. 7 Video Risoluzione di
720h x 350v
Pied. 8 Sincronismo orizzontale Freq. orizzontale
18,432kHz[5]
Pied. 9 Sincronismo verticale Freq. verticale
50Hz

La Hercules Graphics Card (HGC) è stata una scheda video che, per la sua diffusione divenne uno standard video ampiamente supportato. Fu molto comune sugli IBM PC compatibili connessa a monitor monocromatici (a fosfori verdi, ambra o bianchi). Supportava una delle più alte risoluzioni in modalità testo e un'unica risoluzione grafica. Nel 1984 il suo prezzo di listino era di 499 dollari anche se spesso veniva venduta a prezzo più basso di quello di listino.[6]

HGC, a discapito dell'assenza di colori, offre, nella modalità grafica, una risoluzione maggiore rispetto alla scheda di IBM: 720×350 pixel monocromatico contro le tre modalità grafiche del CGA: 160x200 a 16 colori, 320x200 a 4 colori, 640x200 monocromatico.

HGC, inoltre, è compatibile con lo standard MDA nella modalità testo, visualizzando 80 colonne per 25 righe.

La GPU viene montata su schede video prodotte da Hercules stessa, su bus ISA a 8 bit.

La scheda video di Hercules mantiene una longeva popolarità fino alla fine degli anni ottanta, soprattutto nel campo della progettazione CAD, permettendo di essere affiancata alle schede CGA e VGA come seconda scheda video e di venire, di conseguenza, utilizzata per costruire soluzioni doppio monitor per la grafica professionale.

Origini[modifica | modifica wikitesto]

La Hercules Graphics Card fu sviluppata nel 1982 da Van Suwannukul, fondatore della Hercules Computer Technology. La scheda video fu creata inizialmente per permettergli di lavorare sulla sua tesi di dottorato su un IBM PC utilizzando l'alfabeto Thai, la sua lingua madre.

Specifiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

La scheda era in grado di visualizzare in modalità testo compatibile con MDA 80 x 25 caratteri. Ciascun carattere veniva visualizzato in un box di 9×14 pixel, di cui 7×11 formavano il carattere stesso e gli alti per lo spazio fra le lettere la sottolineatura ecc. Alcuni caratteri come la "m" venivano invece rappresentati utilizzando 8 pixel in orizzontale. La risoluzione del display era, quindi, di 720×350 pixels calcolando 9 pixel per 80 caratteri in orizzontale e 14 pixel per 25 righe in verticale. In ogni modo, operando in modalità compatibile MDA i singoli pixel non erano direttamente indirizzabili

La modalità grafica monocromatica della Hercules Graphics Card semplicemente rendeva indirizzabile ciascun pixel. La risoluzione non era, però, di 720 x 350 ma di 720 x 348 pixel con una profondità di colore di 1 bit, perché, per motivi tecnici, l'altezza dello schermo doveva essere un multiplo di 4.

La scheda video Hercules Graphics Card supporta due pagine grafiche, una all'indirizzo B0000h e una all'indirizzo B8000h. La seconda pagina può essere abilitata e disabilitata via software in modo da non andare in conflitto con la scheda grafica CGA o VGA. Questo ha reso possibile l'utilizzo di una modalità con due display affiancandola, ad esempio, ad una VGA

Altri modelli[modifica | modifica wikitesto]

La HGC originale fu migliorata con l'introduzione di due nuovi modelli:

  • L'Hercules Graphics Card Plus (Giugno 1986) che permetteva di avere dei caratteri definibili via software nella modalità testo 80×25.
  • L'Hercules InColor Card (Aprile 1987) introduce la gestione dl colore simile all'EGA, con 16 colori da una palette of 64 colori. era completamente retrocompatibile con Hercules Graphics Card originale sia nella modalità testo che grafica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) IBM PC-Compatible EGA Video Reference. 070822 nemesis.lonestar.org
  2. ^ (EN) Monitor Ports. 071105 whitefiles.org
  3. ^ (EN) IBM Personal Computer Hardware Library: Technical Reference (Revised edition, 1983)
  4. ^ Ci sono quattro possibili combinazioni per i valori di Intensità e Video ma non tutti i monitor sono in grado di visualizzarli.
  5. ^ (EN) Industrial monochrome monitors 7” - 14”. 070822 adm-electronic.de
  6. ^ (EN) PC Magazine del 6 marzo 1984 - pagina 5 - inserzione pubblicitaria

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica