Henryk Górecki

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Henryk Mikołaj Górecki (Czernica, 6 dicembre 1933Katowice, 12 novembre 2010) è stato un compositore polacco di musica contemporanea.

Henryk Górecki nel 1993

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Czernica, nel sud della Polonia, Górecki ha cominciato a studiare musica solo a metà degli anni cinquanta all'Accademia Superiore di Katowice. Il compositore terminerà i suoi studi a Parigi all'inizio degli anni sessanta, avendo così l'occasione di scoprire le composizioni di Anton Webern, Olivier Messiaen e Karlheinz Stockhausen. In seguito trascorrerà la maggior parte del suo tempo in Polonia, intento ad insegnare musica e soprattutto a comporre in uno stile profondamente marcato dalla cultura e dall'anima del suo paese, oltremodo avanguardista.

La musica di Górecki copre una grande varietà di stili, ma tende a essere armonicamente e ritmicamente molto semplice. Le sue prime opere si avvicinano allo strutturalismo di Pierre Boulez e di altri autori coevi, ma in seguito si avvicineranno sempre di più alla corrente minimalista. Similmente ad Arvo Pärt, a cui egli stesso si è a volte paragonato, e a John Tavener, la sua musica riflette spesso le sue convinzioni cattoliche (ad esempio il Miserere opus 44, brano per coro del 1981); fu infatti proprio per questi autori che venne coniato il termine di minimalismo sacro.

La sua opera attualmente più nota è la Sinfonia n. 3 per soprano e orchestra, opus 36 (1976), detta Dei canti lamentosi. Essa è composta da tre movimenti; il canto del primo movimento (lento - sostenuto tranquillo ma cantabile) è una lamento del XV secolo, il secondo movimento (lento e largo - tranquillissimo) utilizza delle iscrizioni ritrovate sul muro di una prigione della Gestapo a Zakopane, mentre il terzo movimento (lento - cantabile-semplice) riprende una canzone tradizionale.
Lungo tutta la sinfonia, la musica è lenta e contemplativa; il primo movimento prende la forma di un canone per archi che dura più della metà della durata totale dell'opera (che generalmente ammonta a circa 50 minuti).

Autore in passato relativamente poco conosciuto in Occidente, la sua grande notorietà (anche presso un pubblico non necessariamente composto da "addetti ai lavori" e appassionati della musica contemporanea) è dovuta principalmente al successo inatteso riscosso della registrazione CD della Terza sinfonia da parte della London Sinfonietta (diretta da David Zinman, con Dawn Upshaw, soprano solista) distribuita dall'etichetta Elektra-Nonesuch (Warner) nel 1992.

Per fare un esempio della consistenza di tale successo, il gruppo post-rock Godspeed You! Black Emperor ha a lungo utilizzato come titolo alternativo del suo pezzo Moya il nome stesso del compositore, e gli stessi collegamenti armonici del brano sono simili a quelli del primo movimento della Terza sinfonia.
Allo stesso modo uno dei singoli di maggior successo del duo inglese dei Lamb, pubblicato nel 1994, si chiama Gorecki, e in esso sono campionati movimenti della Terza sinfonia.

Malgrado la portata di questo riconoscimento internazionale, Górecki rimane legatissimo al suo paese. Adrian Thomas ha scritto: « il passato musicale della Polonia, la sua Chiesa e la sua cultura tradizionale sono i pilastri indistruttibili su cui sono fondati la sua identità e le sue origini, così come quelle del suo paese ».

Górecki era sposato con la pianista Jadwiga Ruranska ed è padre di due figli: Anna, pianista, e Mikolaj, compositore.

È scomparso nel 2010 all'età di 76 anni dopo una lunga malattia.

Opere scelte[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze polacche[modifica | modifica wikitesto]

Croce di Commendatore dell'Ordine della Polonia Restituta - nastrino per uniforme ordinaria Croce di Commendatore dell'Ordine della Polonia Restituta
— 1994
Cavaliere dell'Ordine dell'Ecce Homo - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Ecce Homo
— 2000
Croce di Commendatore con Placca dell'Ordine della Polonia Restituta - nastrino per uniforme ordinaria Croce di Commendatore con Placca dell'Ordine della Polonia Restituta
— 2003
Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Bianca - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Bianca
— 2010

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Equestre di San Gregorio Magno (Santa Sede) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Equestre di San Gregorio Magno (Santa Sede)
— 2009

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 97877003 LCCN: n82111340